Domus a Palermo

Palermo - 24/03/2015 : 24/04/2015

Due mostre: La prima “….Correva l’anno 1928”, che evoca l’anno della nascita di DOMUS, ripercorrerà le tappe più significative della rivista. La seconda mostra, dal titolo “571 giorni con la nuova Domus” racconta, snocciolandone alcune pagine, i temi e i materiali dei 18 numeri della attuale direzione di Nicola Di Battista (in foto).

Informazioni

Comunicato stampa

OSTRE, VIDEOPROIEZIONI E UNA CONVERSAZIONE CON IL DIRETTORE, NICOLA DI BATTISTA, SULLA STORICA RIVISTA ITALIANA FONDATA DA GIÒ PONTI NEL 1928: DOMUS A PALERMO PER PRESENTARE IL NUOVO CORSO EDITORIALE
Come rispondere al flusso illimitato di informazioni veicolate oggi dai nuovi media? Come raccontare l’architettura, il design, le città, le arti visive e le produzioni innovative dentro un flusso comunicativo in continuo divenire? Come promuoverne la ricerca e la sperimentazione? Sono queste alcune delle domande a cui vuol dare risposte il nuovo corso di DOMUS, la storica e prestigiosa rivista di architettura italiana, fondata da Giò Ponti nel 1928, tra le più accreditate sul piano internazionale, che martedì 24 marzo dalle ore 12 sarà a Palermo attraverso l’iniziativa DOMUS A PALERMO, ideata e curata da Vincenzo Melluso e promossa dalla sezione PACP del Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Palermo.

È l’occasione per conoscere il numero di Marzo della rivista ma, soprattutto, la sua nuova linea editoriale, completamente rinnovata sia nei contenuti che nella veste grafica. A farlo sarà direttamente Nicola Di Battista, il nuovo direttore, attraverso una conversazione pubblica presso l’Aula Magna del Dipartimento di Architettura. A conversare con lui sarà Vincenzo Melluso, architetto e docente di Progettazione architettonica presso lo stesso Dipartimento. Una tappa ricca di appuntamenti, di materiali e di spunti critici di riflessione che prevede un programma che inizia alle 12, per concludersi alle 19 con la Festa per Domus, con musica dal vivo eseguita da un quartetto di saxofoni. Tutta l’iniziativa si svolgerà negli spazi del Dipartimento di Architettura, all’interno del Campus di Viale delle Scienze.

Il programma della giornata inaugurale prevede:

alle 12 presso il Foyer dell’Aula Magna del Dipartimento, che a partire da questa iniziativa diventerà lo spazio espositivo permanente del Dipartimento, l’inaugurazione di due mostre, che si protrarranno fino al 24 aprile, dalle 10 alle 18.30.

La prima “....Correva l’anno 1928”, che evoca l’anno della nascita di DOMUS, ripercorrerà le tappe più significative della rivista: dalla sua fondazione voluta dal padre barnabita Giovanni Semeria, da Giovanni Mazzocchi - l’editore - e da Giò Ponti che ne fu il primo e storico direttore, passando poi per altre conduzioni autorevoli tra le quali quelle di Giuseppe Pagano, Ernesto Nathan Rogers, Alessandro Mendini, Vittorio Magnago Lampugnani, François Burkhardt ed altri ancora.

La seconda mostra, dal titolo “571 giorni con la nuova Domus” racconta, snocciolandone alcune pagine, i temi e i materiali dei 18 numeri della attuale direzione di Nicola Di Battista, attraverso i quali è possibile rintracciare i nuovi obbiettivi della rivista che sono in primo luogo quello di diventare spazio critico di approfondimento e che pone come contenuto primario del proprio farsi il ri-creare condizioni collettive indispensabili per dare nuove speranze progettuali al nostro tempo. Le mostre, che saranno introdotte da interventi di Marcella Aprile, Maurizio Carta, Vincenzo Melluso, curatore delle due mostre, e dal direttore, Nicola Di Battista, contengono anche due sezioni video.

La prima intitolata “5 Maestri per la nuova Domus”, riguarda cinque videointerviste ad altrettanti maestri dell’architettura contemporanea come David Chipperfield, Kenneth Frampton, Hams Kollhoff, Werner Oechslin ed Edoardo Souto De Moura: progettisti e critici di fama internazionale e personalità di riferimento del pantheon del nuovo corso editoriale inaugurato da DOMUS.

La seconda, dal titolo “Nicola Di Battista e la nuova Domus” è un ritratto del nuovo direttore e del suo pensiero sull’architettura. Un pensiero riassumibile in quattro concetti chiave quali Consapevolezza, Immaginazione, Mestiere e Libertà.

Alle 14.30 si prosegue con la proiezione di “La vida es sueno. Giò Ponti. L’uomo che ha vissuto due volte”, un film documentario di Marco Poma che narra la vita e la professione del grande Maestro, indagandone le sfaccettature della sua poliedrica produzione: dall’architettura al design, dall’artigianato all’arte, dalla fondazione di riviste, come appunto Domus, all’innovazione filosofica dei loro contenuti. La proiezione sarà introdotta da Giuseppe Marsala, coordinatore insieme a Vincenzo Melluso dell’iniziativa.

Alle 16 vi sarà, infine, l’evento clou della giornata con la conversazione con Nicola Di Battista, a cura di Vincenzo Melluso. Alla conversazione seguirà un dibattito pubblico preceduto dagli interventi di Andrea Sciascia, Francesco Miceli e Alfredo Pirri.

Alle 19 la giornata si concluderà con una “Festa per Domus”, con musiche dal vivo eseguite dal quartetto di saxofoni ACM Saxophone 4et.



PROGRAMMA 24 MARZO 2015

ore 12.00 - inaugurazione Mostre intervengono Maurizio Carta – Presidente Vicario della Scuola Politecnica Marcella Aprile – Direttore del D’ARCH, Dipartimento di Architettura Vincenzo Melluso – Curatore delle mostre e Coordinatore della Sezione PACP del D’ARCH Nicola Di Battista – Direttore di Domus

ore 14.30 - proiezione documentario “Gio Ponti. L’uomo che ha vissuto due volte” introduce Giuseppe Marsala – docente del D’ARCH

ore 16.00 - conversazione con Nicola Di Battista a cura di Vincenzo Melluso

ore 17.00 - dibattito interventi programmati: Andrea Sciascia – docente del D’ARCH e Coordinatore del CdL in Architettura Francesco Miceli – architetto e presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Palermo Alfredo Pirri – artista e docente presso l’Accademia di Belle Arti Palermo

ore 19 - festa per la nuova Domus musica dal vivo eseguita dal quartetto di saxofoni ACM Saxophone 4et.

In allegato il CS completo e un'immagine del Direttore di Domus Nicola Di Battista.