Do you think this is the best way to start?

Milano - 11/07/2020 : 11/07/2020

Do you think this is the best way to start? È una domanda che inizia un dibattito tra tutti coloro che entrano in contatto con la mostra. Una sfida ironica, provocatoria e stimolante che apre il primo capitolo della storia di MASSIMO.

Informazioni

  • Luogo: MASSIMO SPACE
  • Indirizzo: Via Degli Scipioni 7, 20129 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 11/07/2020 - al 11/07/2020
  • Vernissage: 11/07/2020 ore 11
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento

Comunicato stampa

nome: MASSIMO
titolo: Do you think this is the best way to start?
indirizzo: Via Degli Scipioni 7, 20129, Milano
data e ora: 11.07.2020, h. 11 - 19
artisti: Luis Campos, Nicole Colombo, Neckar Doll, Annkathrin Kluss,
MiamiSafari

“Sono le 9 del mattino di una tipica giornata estiva milanese.
Il cemento è già bollente. L’aria è densa.
In un parcheggio appena fuori città un uomo srotola e stende un cartellone sulla superficie bianca e curva di un camion vela.
I suoi movimenti sono lenti, ripetitivi, precisi, ricordano quasi un rituale


Intorno a lui, un gruppo di persone lo osserva in attesa di vedere cosa rivelerà la facciata del camion.
Un rombo improvviso. Il motore si accende. Il camion esce dal parcheggio.
È tempo di partire”.
In occasione della sua prima mostra Do you think this is the best way to start? MASSIMO ospita una collettiva della durata di un giorno nel quartiere di Porta Venezia. Un camion vela, posto davanti alla facciata dello spazio in via Degli Scipioni 7, è il mezzo scelto per presentare le opere inedite di cinque giovani artisti internazionali: Luis Campos, Nicole Colombo, Neckar Doll, Annkathrin Kluss e MiamiSafari.
Partendo da un’attenta riflessione sul contemporaneo, MASSIMO si pone lo scopo di percepire le urgenze e le possibilità che caratterizzano il tempo presente e di restituirle all’interno della mostra.
Con l’obiettivo di stabilire una connessione con la quotidianità che circonda lo spazio, MASSIMO definisce il suo format espositivo attraverso il camion vela sganciandolo dalla tradizionale funzione di cartellone pubblicitario. Da uno spazio privato e fisso, le pareti bianche della galleria alterano la loro forma adattandosi alla superficie ellissoidale del camion vela.
Collocata nel bel mezzo di una piccola strada di Milano, la mostra stessa diventa un’installazione mobile che irrompe sconvolgendo l’assetto urbano. Esposta a tutti, permette sia al visitatore abituale che a quello occasionale di reagire: la si può godere, odiare, capire, prendere in giro o semplicemente ignorare e passare oltre.
Sulle due facciate del camion, i cinque artisti sono chiamati a coesistere in uno spazio unico e condensato. Costretti a una convivenza forzata, si trovano a dover riorganizzare il loro spazio di lavoro includendo “l’altro” nella loro pratica. Proprio come MASSIMO evade dalla sua dimensione privata per rapportarsi con l’esterno, ogni artista nel singolo ripensa il proprio lavoro personale in un’ottica di raggiungimento di un significato comune.
Do you think this is the best way to start? È una domanda che inizia un dibattito tra tutti coloro che entrano in contatto con la mostra. Una sfida ironica, provocatoria e stimolante che apre il primo capitolo della storia di MASSIMO.


BIO
Con sede a Milano in via Degli Scipioni 7, MASSIMO nasce come spazio espositivo d’arte contemporanea con l‘obiettivo di fornire agli artisti un ambiente in cui domanda e discussione siano elementi alla base della ricerca.