30 artisti internazionali in residenza, un ricco programma di laboratori, incontri, eventi ed esposizioni per un'indagine artistica che invita il pubblico ad andare oltre l'attuale stato di disordine politico e sociale per riflettere sui mutamenti profondi che segnano oggi il dialogo e le identità culturali del Mediterraneo.

Informazioni

  • Luogo: FABBRICA DEL VAPORE
  • Indirizzo: Via Giulio Cesare Procaccini 4 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 14/11/2012 - al 14/12/2012
  • Vernissage: 14/11/2012 alle ore 18, sarà possibile assistere alla performance Squeezing sounds out of light del giovane performer Marco Cecotto, promossa in collaborazione con Ariella Vidach /AiEP.
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, incontro – conferenza, collettiva
  • Orari: nella Sala delle Colonne della Fabbrica del Vapore, dalle 12 alle 20
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://dis0rd3r.wordpress.com
  • Email: communication@bjcem.org
  • Uffici stampa: PRUNDERCOVER

Comunicato stampa

Disorder
E' Milano la nuova tappa del progetto di ricerca artistica sul Mediterraneo promosso dalla Bjcem.
30 artisti internazionali in residenza, un ricco programma di laboratori, incontri, eventi ed esposizioni per un'indagine artistica che invita il pubblico ad andare oltre l'attuale stato di disordine politico e sociale per riflettere sui mutamenti profondi che segnano oggi il dialogo e le identità culturali del Mediterraneo


All’interno di un percorso d’indagine legato al Mediterraneo, alle nuove generazioni ed alle pratiche artistiche contemporanee, il Comune di Milano e l'associazione internazionale BJCEM presentano dal 14 Novembre al 14 Dicembre, Disorder, un progetto di laboratori, residenze, performance ed esposizioni che coinvolgeranno diverse realtà locali ed un gruppo di trenta artisti internazionali.
In questo modo il Comune di Milano, membro fondatore dell'Associazione internazionale Bjcem, avvia un percorso di interventi ed iniziative che, anche in vista dell’Expo del 2015, rivolge una particolare attenzione al futuro e allo sviluppo dell’area del Mediterraneo.
Curato da Marco Trulli e Claudio Zecchi, il progetto Disorder viene ospitato alla Fabbrica del Vapore e vede la collaborazione dell'Associazione FDVLAB e dei laboratori della Fabbrica del Vapore. Inoltre sono previsti incontri e seminari con il coinvolgimento tra gli altri delle associazioni di Esterni, Arci Milano ed Art Kitchen. Un tentativo quindi di creare una piattaforma di dialogo e scambio che intreccia il piano delle reti locali con quello delle reti internazionali.
Il progetto è nato in occasione della partecipazione del network BJCEM a WEYA, World Event Young Artists, evento che si è svolto a settembre 2012 a Nottingham e durante il quale sono stati presentati oltre 100 artisti in rappresentanza di tutti i paesi del Mediterraneo. Da questa esperienza Disorder si è poi trasformato in un percorso in più tappe che oltre a Milano prevede un'anteprima a Torino in occasione della fiera The Others (9-11 novembre) e un evento a Marsiglia promosso da Espace Culture, storico partner dell'Associazione dal 16 novembre al 22 dicembre 2012.
Nella tappa milanese Disorder vuole allargare i confini del suo percorso, aprendosi alla città e creando le premesse per un incontro tra gli artisti coinvolti e le realtà artistiche e culturali che operano sul territorio, a partire dai laboratori della Fabbrica del Vapore. Careof DOCVA, nell’ambito del progetto FDV Residency Program, residenza per creativi alla Fabbrica del Vapore, ospiterà una parte degli artisti e organizzerà una serie di studio visit.


A quest’opportunità si aggiunge un laboratorio dal titolo Mapping the Future curato da Marco Trulli e Claudio Zecchi, che coinvolgerà, dal 15 al 17 novembre, un gruppo di 6 artisti milanesi, selezionati attraverso bando, che lavoreranno insieme a 6 artisti del progetto Disorder. A coppie gli artisti saranno impegnati in un’indagine degli spazi circostanti la Fabbrica del Vapore alla ricerca di segni o pratiche che parlano del futuro. Il laboratorio prevede al suo interno un incontro sul tema della pratiche che agiscono sul territorio con Esterni, giovedì 15 novembre alla Cascina Cuccagna dalle ore 18.00, ed uno con l'Associazione Art Kitchen, negli spazi del Superground (venerdì 16 novembre, ore 15.00), sul tema dell’autoproduzione editoriale, nato dal successo di Micro, la fiera della microeditoria.
Inoltre, l’artista performativa Martina Conti condurrà un laboratorio, A Reading Sculpture, della durata di due giorni (15-16 novembre) aperto a 15 partecipanti che insieme, partendo da una riflessione sul ruolo deli libro come strumento di formazione e del corpo come recettore ed organismo di senso, daranno vita ad un’azione performativa collettiva che si terrà il 17 novembre, sempre presso la Fabbrica del Vapore.
A conclusione di Mapping the Future, grazie alla collaborazione con Arci Milano, la sera del 17 novembre, presso il Circolo Arci Bellezza, verranno presentati i lavori prodotti dagli artisti che vi hanno partecipato, insieme all’esito del progetto Milano e Oltre, promosso da Connecting Cultures. Concluderanno la serata i concerti acustici di Matteo Manzo, leader della formazione milanese “La Linea del Pane” ed Enrico Esma.
Infine, come ideale corallario e fil rouge di questo progetto, la Fabbrica del Vapore ospita presso la Sala delle Colonne i lavori degli artisti coinvolti nel progetto: Muna Amareen (HKJ/Giordania), Syrian Anonymous Exhibition (SYR/Siria), Esther Strauβ (A/Austria), Fatmir Mustafa (RKS/Repubblica del Kosovo), Younes Baba-Ali (MA/Marocco), Isabella Mara, Camilla Monga, Serena Porrati, Mariagiulia Serantoni, Domenico Stranieri, Ramona Zordini (I/Italia), Martina Conti (RSM/San Marino), Tzion Abraham Hazan (IL/Israele), Mohamed Alaa (ET/Egitto), Johann Lurf (A/Austria), Igor Bošnjak (BiH/Bosnia Erzegovina), Moussa Sarr (F/Francia), Orr Menirom (IL/Israele), Mathias Isouard (F/Francia), Marco Cecotto (I/Italia), Fabrizio Cotognini (I/Italia), Mustapha Akrim (MA/Marocco), Victoria Leonidou (CY/Cipro), Marwa Adel (ET/Egitto), Mito Gegič (SLO/Slovenia), Dimitris Efeoglou (GR/Grecia), Andrea Lüth (A/Austria), Fokus Grupa (HR/Croazia).
In occasione dell’inaugurazione della mostra, mercoledì 14 novembre alle ore 18, sarà possibile assistere alla performance Squeezing sounds out of light del giovane performer Marco Cecotto, promossa in collaborazione con Ariella Vidach /AiEP.
La mostra Disorder sarà aperta tutti i giorni, dal 14 novembre al 14 dicembre, nella Sala delle Colonne della Fabbrica del Vapore, dalle 12 alle 20 ad ingresso gratuito.



Una sezione del progetto Disorder anticiperà l’evento milanese in occasione di The Others, la giovane fiera dedicata agli artisti emergenti che si terrà a Torino dal 9 all’11 Novembre, mentre contemporaneamente a Marsiglia, dal 16 Novembre al 22 Dicembre, promossa da Espace Culture, verrà presentata un'ulteriore appendice del progetto Disorder, con la partecipazione tra gli altri i lavori degli artisti Leïla Anis, Mathias Isouard, Moussa Sarr, Younes Baba-Ali e Hyphen Hyphen.
Un blog su Disorder, che raccoglie informazioni sul progetto e sugli artisti che vi prendono parte, è on-line all’indirizzo: http://dis0rd3r.wordpress.com
A questo link è possibile consultare le opere degli artisti: https://docs.google.com/folder/d/0B25Igevrj46VTVVWbS1aMjcxOGc/edit

Bjcem è un network internazionale, fondato a Sarajevo nel 2001 e con sede a Bruxelles, che conta oltre 60 partner da tutti i paesi del Mediterraneo, tra questi figurano enti pubblici, istituzioni culturali ed organizzazioni indipendenti che insieme lavorano per la promozione del dialogo interculturale attraverso il sostegno alla creazione artistica delle nuove generazioni.












Programma
14 Novembre
h. 18 - Inaugurazione
h.19.30 - Marco Cecotto | Squeezin sounds out of light | Performance
h.20.00 - Marco Cecotto | Squeezin sounds out of light | Performance
15 Novembre
h. 10-13.30/15-18 - Mapping the Future | Workshop
h. 18 - Incontro su “Pratiche che agiscono sul territorio” con l’Associazione Esterni
h. 14.30-18 - A Reading Sculpture | Laboratorio
h. 19 - Aperitivo presso Cascina Cuccagna
16 Novembre
h. 10-13.30/15-16 - Mapping the Future | Workshop
h. 16-18 - Incontro su “Arte Pubblica ed autoproduzione” con l’Associazione Art Kitchen
h. 14.30-18 - A Reading Sculpture | Laboratorio
17 Novembre
h. 11.00 - Presentazione del workshop Mapping the Future e dei lavori realizzati dagli artisti
h. 15-19 - Martina Conti | A Reading Sculpture | Performance
h. 19.30 - Happy Disorder c/o Arci Bellezza
Presentazione del workshop Mapping the Future e della fanzine realizzata dagli artisti
Presentazione degli esiti del progetto Milano e Oltre, realizzato da Connecting Cultures
Concerti: Matteo Manzo, della band “La linea del pane”
Enrico Esma



Per informazioni su Disorder:
BJCEM aisbl
t. 011 19504733
Contatto: Alba Pedrini
@ [email protected]
www.bjcem.org

Gli spazi:
*Le performance di Marco Cecotto si terranno presso il DIDstudio di Ariella Vidach/AIEP, presso la Fabbrica del Vapore, Via Procaccini 4, Milano.
Ariella Vidach/AIEP
t. 02 3450996
@ [email protected]
http://www.naonuoviautorioggi.net/nao-performing-festival/
*L’incontro con l’Associazione Esterni si terrà presso la Cascina Cuccagna, Via Cuccagna 2, Milano.
ESTERNI
t. 3892424908
@ [email protected]
www.esterni.org
*L’incontro con Art Kitchen si terrà presso lo spazio Superground, Via Bussola 4, Milano.
ART KITCHEN
t. 02 89070527
@ [email protected]
www.artkitchen.org
*La serata Happy Disorder si terrà presso il Circolo Arci Bellezza, Via Bellezza 16, Milano.
ARCI BELLEZZA
t. 02 58319492
@ [email protected]
www.arcibellezza.it