Diana Sirianni – Neubarock

Roma - 14/05/2014 : 24/05/2014

Il Palazzo Santacroce-Aldobrandini al Monte di Pieta´ ospita, nella sua splendida e per i piu´sconosciuta cappella barocca, l´installazione dell´artista Diana Sirianni.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO SANTA CROCE ALDOBRANDINI
  • Indirizzo: Piazza Monte della Pietà n. 33; 00186 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 14/05/2014 - al 24/05/2014
  • Vernissage: 14/05/2014 ore 18
  • Autori: Diana Sirianni
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lun-Ven, ore 15-20, Sabato ore 10-13 Durante l´allestimento sara´ possibile l´accesso del pubblico.
  • Email: siriannidiana@gmail.com
  • Patrocini: NaFöG Stipendium / Universität der Künste Berlin Stiftung Kunstfonds Bonn Associazione Centrartemediterranea

Comunicato stampa

Nell´ambito di “Arte in Regola”, il progetto di iniziative culturali presentate dal Consiglio di Stato nelle sue sedi del centro storico di Roma, il Palazzo Santacroce-Aldobrandini al Monte di Pieta´ ospita, nella sua splendida e per i piu´sconosciuta cappella barocca, l´installazione dell´artista Diana Sirianni.

Diana Sirianni, romana di nascita ma berlinese di adozione, utilizza il collage in modo trasversale tra pittura, fotografia, scultura e installazione per lavorare alla destrutturazione dell´immagine e dei suoi confini

Realizza collage espansi nello spazio architettonico, nei quali frammenti fotografici e dipinti di spazi e collage precedenti sono riorganizzati in formazioni ogni volta diverse e integrati al contesto in modo site-specific. La documentazione di ogni collage diviene a sua volta il punto di partenza del lavoro successivo.

Obiettivo di Neubarock e´mettere a confronto la destrutturazione contemporanea dell´immagine con la dissoluzione del paradigma formale del Rinascimento che trovo' il suo trionfo nel Barocco.
Si tratta del primo lavoro presentato dall´artista in Italia e rientra in un progetto di ricerca finanziato dal Senato di Berlino e dalla Stiftung Kunstfonds (tra le principali fondazioni pubbliche tedesche per le arti visive).

L´installazione prevede l'inserimento nella cappella di costruzioni lacerate e disarticolate, insieme a sottili reticoli e frammenti sospesi e multiformi di materiale colorato. Per forme e cromie, tali strutture appariranno in continuita´ con quelle preesistenti, secondo uno stretto contrappunto formale; le continueranno, per cosi´dire, nello spazio, disgregandole e rimescolandone i tratti. L´effetto dinamico che ne risulta permettera´ al visitatore di godere di uno sguardo rinnovato sull´ambiente antico.


Diana Sirianni (Roma, 1982) vive e lavora a Berlino dal 2008. Dopo la laurea in filosofia a Roma, ha studiato arti visive dapprima presso l'Accademia di belle Arti di Roma, con Donatella Landi e Cecilia Casorati, e poi a Berlino, citta´ dove e´avvenuta prevalentemente la sua formazione (con Gregor Schneider, presso la Universität der Künste, 2008-12).
Ha esposto in Germania (MARTa Herford Museum, Kunstverein Arnsberg, Kunstverein Bochum, ABC - Art Berlin Contemporary 2013, Art Cologne, Haus am Kleistpark, Schaufenster Raum für Kunst tra gli altri), Spagna (Istituto Italiano di Cultura, Madrid), USA (School of Visual Arts, New York), Slovenia (Maribor Art Gallery), Barhein (Al-Riwaq Art Space).
Ha conseguito importanti borse di studio (Stiftung Kunstfonds, Residenza artistica di Villa Sträuli - Zürich, NaFöG-Stipendium des Berliner Senats, DAAD Studienabschlussstipendium, Salzburg International Summer Academy of Fine Arts). Il suo lavoro e´ rappresentato dalla galleria Figge von Rosen Berlin/Cologne.
Sito web: www.dianasirianni.com

La mostra sara´ inaugurata il 14 maggio alle ore 18, dopo il saluto del Consigliere di Stato Raffaele Greco, Segretario Delegato presso il Segretariato Generale della Giustizia Amministrativa e del Consigliere Solveig Cogliani, che ha promosso la mostra. Cristiana Perrella, curatrice e critica d´arte, svolgera´ una introduzione critica al lavoro di Sirianni.

Organizzato dal Segretariato Generale della Giustizia amministrativa (incaricata Consigliere Solveig Cogliani), il programma culturale del Consiglio di Stato ha l’obiettivo di aprire alla citta´ e al proscenio internazionale il complesso monumentale dei Palazzi Spada–Ossoli con le piazze Capo di Ferro e della Quercia, ed il Palazzo Santacroce-Aldobrandini (Monte di Pieta´), che costituisce la “Cittadella della Giustizia amministrativa” nel cuore di Roma antica e di divenire sede di iniziative culturali ed interdisciplinari nel centro storico di Roma.
L´evento e´promosso dall´Associazione Centrartemediterranea e Itam comunicazione.