Deejaynellarmadio

Roma - 05/06/2015 : 07/06/2015

Torna al Maxxi di Roma il percorso fotografico che vi condurrà negli armadi dei Dj della Radio più famosa d’Italia.

Informazioni

Comunicato stampa

Roma 2015- Dopo il successo della tappa milanese, a grande richiesta torna il prossimo 6 Giugno 2015 la mostra fotografica Deejaynellarmadio in una location d’eccezione e di grande prestigio quale il Maxxi di Roma, il Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, non solo l’esposizione è patrocinato da Roma Municipio II Assessorato alla Cultura.
Il percorso fotografico vedrà le voci e i volti di Radio Deejay aprire i loro armadi davanti all’obbiettivo del fotografo milanese Pietro Baroni, già autore del progetto fotografico Milan Closets, vincitore di un Honorable Mention Prize, all’International Photo Awards 2012


Il percorso fotografico nasce dallo sguardo creativo di uno di loro, Gianluca Vitiello, che ha unito la sua passione per la musica con quella per la moda e le culture urbane, dando vita ad una esposizione che racconta in modo assolutamente inedito un luogo quasi mistico: la cabina armadio dei deejay della Radio. L’idea prende vita dal blog di Gianluca www.deejaynellarmadio.it , che offre uno sguardo inedito sugli incontri tra la moda e la musica, con attenzione anche per la street art, i linguaggi urbani, il design.
Benvenuti nell’arredamento di questo millennio, dove l’armadio e i suoi contenuti diventano il simbolo di nuove storie da raccontare, attraverso una loro interpretazione artistica pop e contemporanea, che ne farà da lente di ingrandimento. Prendono così vita opere fotografiche scandite da un interminabile ritmo musicale di stanze private, dove i colori degli abiti dettano la personalità di ogni protagonista, lo stile, i segni distintivi e i loro interessi.


Al loro interno troveremo elementi unici, curiosi, divertenti, interessanti e a loro modo eccezionali, proprio come le voci di Radio Deejay.
Il ricavato dalla vendita delle opere e del catalogo della mostra, sarà devoluta in beneficenza all’associazione CESVI www.cesvi.org, che volge il suo aiuto alla progettazione, promozione e realizzazione di programmi di cooperazione, emergenza e riabilitazione ai paesi in via di sviluppo. Alziamo il volume, apriamo gli armadi, verso una nuova puntata del percorso fotografico che ancora una volta regalerà emozioni, stimoli, aprendo la strada ad una nuova interpretazione del ritratto e del concetto di lifestyle!
Partner dell’esposizione le aziende che più sono vicine alla filosofia di Deejaynellarmadio:
IN COLLABORAZIONE CON RADIO DEEJAY
CON Il PATROCINIO di ROMA
MAIN SPONSOR HP, HELLO PLAY “YOUR MUSIC BANK”
PARTNERS: GRUPPO PERFETTI, MOTOR VILLAGE ROMA, MULTIPLAYER.IT
GUFRAM, SELETTI, MANFROTTO, MARTINI, GARBAGE LAB, NEW ERA













BIO
Gianluca Vitiello
Nasce a C. Mare di Stabia (Napoli) nel luglio del 1976.
Studia Lettere Moderne e si interessa di tutti i fenomeni legati alle culture urbane e metropolitane.
Lavora a Napoli prima nell’organizzazione di Eventi Culturali, poi come Ufficio Stampa. Appassionato di musica Hip Hop, nel 2004 pubblica il suo primo album solista. Dal 2 settembre 2009 conduce "DeeNotte" in onda dal lunedì al venerdì dalle 23 alle 01, su Radio Deejay.
Nel 2011 pubblica il suo secondo lavoro discografico Biscuits", una sorta di connessione musicale tra Napoli, Milano e Londra. Docente per l'Accademia della Moda di Milano in " Linguaggi Urbani e Trends Metropolitani”. Da Ottobre 2011 ha aperto un suo blog deejaynellarmadio.it Ha pubblicato di recente il suo nuovo singlo "Hai Notizie di me?" , il video del brano è interamente girato a Tokyo. Prevista per fine 2015 l’uscita del suo terzo disco. Prevista per 2016 l’uscita del libro Deejaynellarmadio,.
http://www.deejaynellarmadio.it/
http://deejaynellarmadio.blog.deejay.it/


Pietro Baroni - Milano, 1977.
Vive e lavora a Milano, la sua città. Laureato in Scienze Naturali a Milano, intraprende il percorso di fotografo come accurato osservatore di mondi nuovi da esplorare, persone da scrutare, per poi documentare. Dopo aver fatto ricerca in luoghi come la Tanzania, con uno studio sui leoni, e poi in Islanda e Marocco come guida, collabora con numerose riviste e aziende per progetti commerciali.
Il passo successivo sono la città e il sociale, raccontati attraverso l’essere umano e le sue espressioni identitarie. Nel 2012 vince un premio all’International Photography Awards (IPA) con il progetto "Milan Closets".
Nel 2013 espone a Palazzo delle Stelline nella mostra Lost in Chaos con "Eternity"
e presso Think Cattleya con il lavoro "Sarpi Mestieri".