Danilo De Mitri – Elisio e Ade

Foggia - 07/09/2013 : 31/10/2013

De Mitri espone la sua più recente ricerca fotografica con opere site specific. La mostra curata da Teo De Palma, sarà presentata dal critico Carmelo Cipriani, il quale – nel testo critico di presentazione della mostra – scrive che “De Mitri offre una riflessione sul mistero dell’esistere, immaginando fenomenologie inspiegabili e rivolgendo il suo sguardo ad un mondo parallelo, trascorso o incipiente.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO GRAFICO FRANCESCANO
  • Indirizzo: Via Manfredonia - Foggia - Puglia
  • Quando: dal 07/09/2013 - al 31/10/2013
  • Vernissage: 07/09/2013 ore 18,30
  • Autori: Danilo De Mitri
  • Curatori: Teo De Palma
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30 .

Comunicato stampa

Sabato 7 settembre p.v. alle ore 18,30 avrà luogo, negli spazi espositivi di “Art' inFabrica” di Foggia (presso il Centro Grafico srl, ubicato alla via Manfredonia, prima traversa), - per la nuova stagione artistica 2013/2014 - l'inaugurazione della mostra personale del giovane artista pugliese Danilo De Mitri, intitolata “Elisio e Ade”.
De Mitri espone la sua più recente ricerca fotografica con opere site specific

La mostra curata da Teo De Palma, sarà presentata dal critico Carmelo Cipriani, il quale – nel testo critico di presentazione della mostra – scrive che “De Mitri offre una riflessione sul mistero dell’esistere, immaginando fenomenologie inspiegabili e rivolgendo il suo sguardo ad un mondo parallelo, trascorso o incipiente. Un’indagine esistenziale, condotta lungo la via del sogno, sostanziatasi in un linguaggio iconico immediatamente riconoscibile e d’indubbia valenza concettuale. Evitando sapientemente lo stucchevole e il manierato, attinge a piene mani al sorgivo fascino dell’arcano. Le sue immagini, imbastite da ombre dense e penetranti tagli di luce, fronteggiano ostentata nudità e pudico candore, instabilità lineare e solidità architettonica, trovando nell’obiettivo un congeniale mezzo espressivo, quasi uno strumento antropologico. Abbandonata la mera e finalistica registrazione del visibile, De Mitri manipola la realtà dando forma sensibile a oniriche visioni. Dettati dallo spirito ancor prima che dallo sguardo, i suoi scatti si collocano nella sottile ambiguità della sensualità sentimentale. Le figure ora intimorite ora fiere si offrono allo spettatore nella loro teatrale presenza, non di rado esasperata da sembianze angeliche o demoniache. Discinte fisicità e scenari arcaici collocano i fotogrammi in una dimensione atemporale. L’assenza di precise coordinate spazio-temporali, insieme all’insistito contrasto chiaroscurale, riconducono all’origine del creato, all’ancestrale lotta tra bene e male, che quotidianamente si ripropone nell’animo di ciascuno. Persino i luoghi urbani, desunti da chissà quale cupa periferia, sacrificano la loro intrinseca contemporaneità per assumere un inspiegabile aspetto primigenio, tramutandosi in luoghi olistici ed onirici."
La mostra resterà aperta sino al 31 ottobre 2013 e osserverà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30 .
Info: 0881/ 728177 – [email protected]




Danilo De Mitri
Nasce a Taranto nel 1982, vive e opera tra Taranto e Catanzaro. Ha compiuto studi artistici all'Accademia di Belle Arti. È professore di Tecniche dell’incisione all’Accademia di Catanzaro. Opera nel campo della ricerca e della sperimentazione visiva con il linguaggio della fotografia. Il suo lavoro si sviluppa attraverso una raffigurazione teoretica e concettuale al tempo stesso, fondata su una realtà speculare, sulla doppia visione, extrasensibile ed extrasensoriale della natura e del mondo fisico. È il curatore della rubrica "Fotografia d'autore" per il settimanale pugliese "Nuovo Dialogo".
Nel 2012 è stato il vincitore del Premio Nazionale “Toni Ferro” per la giovane arte under 30. É stato invitato a rassegne nazionali e internazionali. Ha esposto in mostre personali, collettive e di gruppo, tra le quali ricordiamo: 2013, Natura, a cura di G. Menolascina, Galleria SMAC, Roma; OPEN/The Generation of Future, Galleria BLUorG, Bari. 2011, LIV Biennale di Venezia, Padiglione Italia, Puglia, 2012, Ouverture - La festa dell'arte, a cura di R. Branà, R. Lacarbonara, A. Frugis, N. Zito, Fondazione Museo Pino Pascali, Polignano a Mare (Ba); La visione immaginata e dipinta di un futuro (quasi) perfetto, Primo Piano Living Gallery, Lecce; OPEN SPACE 2. Incursioni figurative, Galleria Nazionale - Palazzo Arnone, Cosenza. 2010, ΠΑΙ, The eon is a child playing, a cura di P. Kasda, D. Sacquegna, P. Chirouze, Museo di Storia Naturale di Alexandropolis, Grecia.
Tra le diverse e recenti pubblicazioni ricordiamo: L. Anelli, C. Cipriani, Danilo De Mitri / Elisio e Ade, Edizioni Print Me srl, 2013; D. De Mitri, Guida alla stampa d'arte / Dalle storiche tecniche dell'incisione alle innovative pratiche tecnologiche e multimediali della contemporaneità /ad uso degli studenti delle Accademia di Belle Arti, Edizioni Litopress, Bari, 2012; P. Aita, Danilo De Mitri / Simboli e ombre, (con testi di P. Aita, G. Bonomi, R. Cardone, M. Cristaldi, S. Caramia, A. Delli Santi, M. Giannandrea, M. Pizzarelli), Rubbettino Editore, Soveria Mannelli (CZ), 2012;D. De Mitri, Allegoria dell'autore, in Inside Art, n. 87, giugno, 2012; V. Sgarbi, Lo stato dell'arte - Regioni d'Italia, Skira, Milano, 2011.