CROSS award 2015

Verbania - 04/07/2015 : 05/07/2015

Performance dei progetti finalisti davanti alla giuria e la proclamazione del vincitore di questa prima edizione del bando internazionale per le opere prime nell'ambito della performance art CROSS award.

Informazioni

Comunicato stampa

Ultima, ricchissima, giornata di VILLAGGIO D'ARTISTA 2015, festival-residenza per artisti, un progetto diretto da Antonella Cirigliano e sostenuto da Comune di Verbania, Fondazione Cariplo, Fondazione CRT, Regione Piemonte.
Sarà infatti anche l'occasione per assistere al momento più importante legato a CROSS award, la performance dei progetti finalisti davanti alla giuria e la proclamazione del vincitore di questa prima edizione del bando internazionale per le opere prime nell'ambito della performance art



Villaggio d'Artista coniuga attività di promozione, formazione e produzione di progetti legati ai linguaggi performativi contemporanei (circo, arti di strada, installazione, performance interattiva, video arte, musica etc) sul territorio del lago Maggiore. Il progetto prevede sempre il coinvolgimento del pubblico locale.

Quest'anno Villaggio d’Artista si è spostato sul territorio di Verbania-Pallanza, ed ospita al suo interno CROSS award, un percorso di formazione residenziale e comunitaria che ha l’obiettivo di sostenere l’arte contemporanea e avvicinare il pubblico ai nuovi linguaggi, sia attraverso formazioni specifiche, sia attraverso la visione di spettacoli e performance, ma anche grazie ad un importante premio rivolto alla performance contemporanea. La curatela di CROSS è affidata a Tommaso Sacchi.

Ecco il programma di questa ultima giornata:


Sabato 4 luglio
ore 18.00 (Villa Giulia a Pallanza) presentazione aperta al pubblico e premiazione del vincitore del bando CROSS alla presenza della giuria composta da Lea Vergine, Manuel Agnelli, Caterina Riva e Yuri Ancarani. I tre progetti selezionati, fra gli oltre 130 candidati, sono:

Dehors/Audela (Roma) con Plica ex Plica (confluenza di teatro, videoarte e performance).
Alexis Blake (Amsterdam) con Conditions of an Ideal (artista visiva impegnata in un progetto che prevede l’ uso della voce, dei corpi e delle presenze di atlete e ginnaste di Verbania).
Jacopo Jenna (Firenze) con Choreographing Rappers (artista visivo, coreografo e danzatore).


ore 21.00 (Parco della Biblioteca Civica di Verbania-Intra) concerto del musicista Albert Hera con il progetto Solos, un suggestivo viaggio nella musica… alla guida uno straordinario talento vocale, uno dei più importanti vocalist a livello mondiale. Albert Hera terrà in Biblioteca (via Vittorio veneto 138) Circeland, laboratorio di improvvisazione corale, sempre sabato 4 giugno, dalle 9.30 alle 18.00. Iscrizione obbligatoria 0323.408091.

Ispirandosi alla figura africana del griot, Albert Hera si propone come un narratore di suoni il quale, attraverso la sua voce, guida il pubblico in un suggestivo viaggio nella musica attraverso spazio e tempo.
I racconti vocali conducono il pubblico dalla musica classica al jazz, blues, world music, sperimentale, elettronica così come brani originali.
Albert Hera, da vero artista contemporaneo, presenta uno spettacolo senza uguali in cui l'improvvisazione, condita da elementi teatrali, è il modo per condividere con il pubblico la vera essenza del fare musica e del fare arte.

Albert Hera, straordinario cantante jazz e contemporaneo specializzato in improvvisazione corale, potrebbe essere descritto come un "Narratore di suoni". Il suo stile unico è caratterizzato dal potere evocativo del linguaggio dei suoni oltre le parole, suoni che raccontano immagini e luoghi lontani, suoni che evocano la storia della sua vita che da formidabile sassofonista lo ha portato a trovare nella voce la sua piena espressività artistica.
La sua passione e il suo bisogno di andare oltre le restrizioni formali lo guidano ad andare sempre più a fondo nelle possibilità dello strumento voce. La sua incessante ricerca attraverso la world music e la sperimentazione, le sue forti radici nella musica jazz e la sua eccezionale abilità di improvvisatore lo portano alla creazione di un nuovo genere musicale: l'Epic Jazz.
Le vaste e solide competenze tecnico-stilistiche unite a una grande sensibilità umana e pedagogica lo rendono uno dei più importanti e rinomati insegnanti di canto in Italia.

Ci sarà però anche un'appendice milanese di questa iniziativa.
Domenica 5 luglio, infatti, alle 20 il Teatro Franco Parenti ospiterà le performance dei tre progetti finalisti.

CROSS award: una risposta positiva ogni oltre aspettativa quella che ha riscosso la prima edizione del premio internazionale rivolto a opere prime nell’ambito della performance, con la curatela di Tommaso Sacchi ed inserito nel progetto di formazione residenziale e volontariato culturale vincitore del bando di Fondazione Cariplo sul protagonismo culturale dei cittadini.

Sono state, infatti, ben 131 le candidature ricevute. 131 progetti da 24 paesi europei ed extraeuropei (Afghanistan, Argentina, Austria, Belgio, Repubblica ceca, Egitto, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Giappone, Lituania, Messico, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Syria, Taiwan, Inghilterra, USA, Venezuela).

Dopo l'iniziale preselezione affidata a un pool di esperti del settore della musica e delle arti dal vivo, la giuria popolare ha selezionato i tre progetti finalisti che saranno in residenza a Verbania all’interno del festival Villaggio d’Artista dal 28 giugno al 4 luglio 2015.

Ecco i tre progetti vincitori:

Dehors/Audela Roma (IT) Plica ex Plica
Alexis Blake Amsterdam (NL) Conditions of an Ideal
Jacopo Jenna Firenze (IT) Choreographing Rappers

I tre progetti saranno infatti ospitati da Villa Giulia, Villa San Remigio e Villa Bauer, nel territorio di Verbania-Pallanza, un territorio dalla forte vocazione turistica ma ancora poco animato da eventi legati ai linguaggi del contemporaneo nella cultura e nelle arti performative. “Il nostro comune – spiega l’assessore a turismo e cultura Monica Abbiati – aderisce con convinzione alla proposta di ospitare gli eventi del progetto Cross e il Festival residenziale Villaggio d’Artista, sia per la possibilità di contribuire ad avvicinare nuovo pubblico alle forme più innovative di spettacolo, che per la possibilità di promuovere contestualmente come location diversi edifici e spazi cittadini, coniugando così la valorizzazione turistica e la promozione culturale.”

La fase finale di giuria sarà affidata a 5 protagonisti della scena artistica e curatoriale italiana (Lea Vergine, Manuel Agnelli, Yuri Ancarani, Caterina Riva e Tommaso Sacchi) che, durante l’ultima giornata del Festival, decreteranno il vincitore.

I tre finalisti al termine della residenza presenteranno i loro lavori al pubblico del Lago Maggiore presso gli spazi di Villa Giulia a Verbania, mentre per il pubblico milanese sarà possibile assistere ai progetti finalisti il 5 luglio nella sala del Teatro Franco Parenti.