Le opere di Horsfied spaziano tra diversi media: dai video alle installazioni, dalla fotografia alle sound installation fino ad arrivare alle performance, ciascuno posto sempre in un rapporto dialogante con l’altro ed utilizzati per una costante riflessione sui concetti di “relazione” e di “slow time”, di cui è riconosciuto come l’autore più influente.

Informazioni

Comunicato stampa

CRAIGIE HORSFIELD
“Napoli Conversation project”
16 dicembre 2011 – 11 febbraio 2012
La galleria Alfonso Artiaco è lieta di annunciare l’inaugurazione
della mostra personale di Craigie Horsf ield venerdì 16
dicembre 2011 alle ore 19.30, alla presenza dell’art ista.
Craigie Horsfield (nato a Cambridge nel 1949) è uno dei principali artisti contemporanei
nel campo dei progetti sociali: il suo lavoro ha aperto la strada ad una significativa
evoluzione dei concetti di comunità e di individuo che hanno influenzato molti artisti
che, dopo di lui, si sono cimentati in questo campo


Le opere di Horsfied spaziano tra diversi media: dai video alle installazioni, dalla
fotografia alle sound installation fino ad arrivare alle performance, ciascuno posto
sempre in un rapporto dialogante con l’altro ed utilizzati per una costante riflessione sui
concetti di “relazione” e di “slow time”, di cui è riconosciuto come l’autore più influente.
Per “relazione” Horsfield intende l’idea secondo la quale ciascun individuo si genera
attraverso le relazioni che intesse con gli altri per creare un nuovo individuo che si
sostanzia in ciascun incontro ed in ciascuna conversazione.
I progetti sociali, le installazioni i suoi video o gli arazzi, sono tutti legati dalla costante
speculazione sulla nozione di “relazione”, sia nel suo divenire , sia come racconto.
Horsfield è stato anche il primo artista a realizzare foto di grandi dimensioni così come
il primo a produrre arazzi seguendo la tradizionale tecnica fiamminga i quali, nella loro
elaborazione formale, esistono solo come forma radicale di arte contemporanea.
Per la mostra presso la Galleria Alfonso Artiaco, verrà presentata una selezione di lavori
del “Napoli Conversation project”, il più recente ed ambizioso progetto a cui Horsfield
ha lavorato dal 2008 ad oggi, in collaborazione con Moonbow gruppo di produzione
napoletano.
Durante questi anni sono stati realizzati oltre cento ritratti di napoletani legati alla città
per la loro storia o per il loro lavoro ai quali si sono affiancati video, foto e conversazioni
create, sia durante situazioni di gruppo, che attraverso singoli ritratti. Un racconto della
storia della città e dei suoi abitanti di cui potremo ammirare due straordinari arazzi di
notevoli dimensioni - The Arcyconfraternity of Santa Monica, Piazza Sant'Antonino,
Sorrento. April 2010 e "At 99 Posse concert", via Gianturco, Naples. February 2010 -
oltre ad alcuni ritratti e nature morte.
Craigie Horsfield conta numerose personali in diverse istituzioni come il Macba (Barcellona
2004) il Jeu de Paume (Parigi 2006), Centro de arte moderna Fundacao Calouste Gulbenkian
(Lisbona 2006), Contemporary Art Museum di Sydney (2007), Museo di Capodimonte (2008).
E’ stato invitato ed ha partecipato a due edizioni di Documenta Kassel ( 1998, 2002) alla
Biennale del Whitney (New York, 2004) ed alla prossima edizione della Biennale di Sydney
(Sydney, 2012).
Le sue opere sono, inoltre, in numerose collezioni istituzionali in Europa e negli Stati Uniti
(Whitney Museum di New York, Walker art Center di Minneapolis, Tate Gallery di Londra,
Museum of Modern Art di San Francisco, Museum Boijmans di Rotterdam, Macba di
Barcellona) ed in numerose collezioni private.
Nel 1996 Craigie Horsfield è stato nominato per il Turner Prize.