Concrete Landascape – Bologna violenta

Venezia - 04/11/2011 : 04/11/2011

Primo appuntamento dedicato alle ricerche di peculiari artisti “one-man-band”. La prima performance è quella di “Bologna violenta”, progetto musicale di Nicola Manzan, polistrumentista che “flirta” coi piani alti del sistema discografico ma mantiene un'attitudine sfacciatamente avant-punk.

Informazioni

  • Luogo: A PLUS A GALLERY
  • Indirizzo: San Marco 3073, 30124 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 04/11/2011 - al 04/11/2011
  • Vernissage: 04/11/2011 ore 18
  • Autori: Nicola Manzan
  • Generi: performance – happening, new media

Comunicato stampa

CONCRETE LANDSCAPES | BOLOGNA VIOLENTA
Il nuovissimo mondo: Dramma in XXIII atti sulla sorte del mondo e sul declino del genere umano
live set audio\video
venerdì 4-11-2011 | h 18.00







PRESS RELEASE

La A+A | Centro Espositivo Sloveno in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Venezia (Scuola di Nuove Tecnologie per l'Arte) presenta BOLOGNA VIOLENTA “IL NUOVISSIMO MONDO- Dramma in XXIII atti sulla sorte del mondo e sul declino del genere umano” live set audio \ video eseguito da Nicola Manzan



Venerdì 4 novembre 2011, a partire dalle 18 presso gli spazi della A+A, c’è il primo appuntamento dedicato alle ricerche di peculiari artisti “one-man-band”. La prima performance è quella di “BOLOGNA VIOLENTA” che, attraverso un muro sonoro parossistico, riflette e rappresenta il carico di violenza, schizofrenia e fluidi corporei che innervano il tessuto della società italiana del XXI° secolo.

Nicola Manzan, polistrumentista , è uno degli artisti oggi più noti della scena indipendente italiana con il suo progetto BOLOGNA VIOLENTA. Il risultato è un prodotto estremo, di raffinata avanguardia, dove le perversioni, il sadismo ed i deliri onirici suggeriti da una televisione lasciata accesa mentre si scivola verso il sonno riescono nell’impresa di fondere insieme, anche tramite l’ausilio del playback e della tecnica del cut-up, la musica contemporanea, l’elettronica, il grind core e dialoghi estratti dai film-documentario degli anni '60 (i cosiddetti Mondo Movies). Come succedeva in quei film, l'ascoltatore viene accompagnato in un ipotetico viaggio tra culture diverse e tematiche più o meno scabrose, talvolta sottolineate da commenti e dialoghi che conservano la cinica ironia tipica di questo modo di fare cinema.

READ MORE


BIO
Nicola Manzan (Treviso, 1976) è un violinista e polistrumentista con collaborazioni a tutti i livelli della scena musicale italiana: dai Baustelle a Il Teatro Degli Orrori, dai Ronin agli Offlaga Disco Pax, da Alessandro Grazian a Non Voglio Che Clara, fino a Ligabue. Personaggio trasversale che “flirta” coi piani alti del sistema discografico ma mantiene un'attitudine sfacciatamente avant-punk.

Diplomatosi al conservatorio in violino nel 1997 dal 2005 sviluppa il suo progetto BOLOGNA VIOLENTA: il declino della musica contemporanea, attraverso l’etichetta indipendente Bar La Muerte.