Collecting People – Francesca Ferreri

Torino - 30/10/2013 : 30/10/2013

Il programma di incontri Collecting People di Diogene dedica il sesto appuntamento del progetto serie inversa all’artista Francesca Ferreri.

Informazioni

  • Luogo: TRAM DIOGENE
  • Indirizzo: Corso Verona - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 30/10/2013 - al 30/10/2013
  • Vernissage: 30/10/2013 ore 18,30
  • Autori: Francesca Ferreri
  • Generi: incontro – conferenza
  • Sito web: http://www.progettodiogene.eu
  • Patrocini: Progetto Diogene è realizzato grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, di Arte Giovane e la collaborazione di GTT Gruppo Torinese Trasporti

Comunicato stampa

Il programma di incontri Collecting People di Diogene dedica il sesto appuntamento del progetto serie inversa all’artista Francesca Ferreri.
Mercoledì 30 ottobre, ore 18.30, il Tram Diogene (Rotonda C.so Regio Parco angolo C.so Verona - Torino) aprirà le porte al pubblico per presentare la giovane artista. Obiettivo di serie inversa è proprio quello di conoscere e far conoscere il lavoro e la pratica di artisti emergenti operanti nel territorio piemontese ed offrire loro delle opportunità di confronto e crescita.
Francesca Ferreri nasce a Savigliano (CN) nel 1981

Vive e lavora a Torino, dove nel 2008 consegue il Diploma di laurea specialistica presso l'Accademia Albertina.
Dal 2009 porta avanti la propria ricerca artistica, che a partire da un personale interesse per le neuroscienze e i meccanismi della mente, è rivolta ad indagare l'inbetweening come stato dell'essere, stato della forma e condizione della materia. Il termine, preso in prestito dall'animazione cinematografica, condensa l'idea di passaggio nel suo svolgersi al presente, conservando tuttavia un richiamo al continuo accadere di un'azione, che assume in questo modo la dignità di "forma in sé".
Attraverso la ridiscussione del rapporto tra la fase e il processo, tra la parte e il tutto, tra soggetto e supporto, la sua ricerca è tesa ad esplorare il concetto di inbetweening attraverso vari media, con una costante sensibile ai modi che il linguaggio del disegno può assumere.


Serie inversa, come altre iniziative di Progetto Diogene, si situa nell'ambito delle attività di formazione promosse dal gruppo, con l'obbiettivo di agire e intervenire a diverse latitudini dello sviluppo del lavoro di un'artista. In questi ultimi mesi di attività l'associazione Diogene ha avviato una ricognizione tra artisti più o meno giovani, e soprattutto all'inizio del proprio percorso di ricerca artistica, che vivono e lavorano in Piemonte: un serio ed accurato “censimento” che avviene principalmente attraverso degli studio-visit.
Il Progetto non intende redigere una lista onnicomprensiva degli artisti che lavorano sul territorio, ma vuole piuttosto offrire, ad alcuni di loro, le condizioni adeguate per intraprendere un percorso di autoformazione insieme al collettivo di artisti Diogene.

Serie inversa nasce quindi da una necessità percepita da Progetto Diogene: attivare una nuova polarità, cercando di accedere direttamente agli studi o in altri luoghi - anche mentali - degli artisti, per conoscere le opere non solo attraverso il loro racconto, ma dove realmente “avvengono”.

Tra gli obiettivi vi è quello di rimettere al centro l'opera d'arte, scuotendo il pubblico da quel senso di oppressione che oggi l'opera sembra esercitare sullo spettatore. Essa ha ancora qualcosa da dirci nonostante un fervente dilagare di autoreferenzialità delle opere, ma soprattutto del sistema dell'arte.

Alla fase iniziale di raccolta di portfolio e studio-visit, segue la selezione di alcuni artisti ai quali è offerta l'opportunità di presentare pubblicamente il proprio lavoro. Gli artisti possono scegliere di comune accordo con i componenti del gruppo le modalità più idonee di esposizione di sé e del proprio lavoro.