co_atto meta_fair #2

Milano - 31/03/2022 : 20/05/2022

seconda edizione della non-fiera in vetrina, che vuole offrire una panoramica sulle ricerche degli spazi indipendenti attivi nel panorama emergente.

Informazioni

  • Luogo: CO_ATTO
  • Indirizzo: Passante Ferroviario P.ta Garibaldi - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 31/03/2022 - al 20/05/2022
  • Vernissage: 31/03/2022 no
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: tutti i giorni negli orari di apertura della stazione e visitabile su appuntamento con il team di co_atto scrivendo a [email protected]

Comunicato stampa

co_atto presenta meta_fair #2, moving with_in the complex: independent curating, la seconda edizione della non-fiera in vetrina, che vuole offrire una panoramica sulle ricerche degli spazi indipendenti attivi nel panorama emergente.
moving with_in the complex: independent curating, è un progetto organizzato con la collaborazione di Untitled Association e prende le sembianze di un festival in vetrina che coinvolge diciassette spazi e progetti espositivi indipendenti italiani e internazionali. Inaugura in occasione dell'Art Week 2022 e si pone l’obiettivo di dar voce a realtà per natura simili a co_atto, normalmente non chiamate a partecipare ad eventi istituzionali come MiArt

Ad ogni project space è stata affidata una vetrina in cui, con un intervento di ricerca libera, raccontare la propria identità e riflettere sul concept espositivo. La mostra mira, infatti, alla valorizzazione delle diversità, cercando di sviluppare un panorama di soggetti differenti e stimolando possibilità di dialogo e confronto.

moving with_in the complex: independent curating prende spunto dal titolo della 26^ edizione di MiArt, Primo movimento, per questionare la sua aspirazione a un’accelerazione per il sistema dell’arte. Vuole inserirsi, infatti, nel pieno del dibattito contemporaneo in materia di pratiche curatoriali e visual cultures. Per farlo fa riferimento in particolare al saggio “Curating the complex & The Open Strike”, di Terry Smith. Nel volume l’accademico americano compie un’analisi serrata dei contesti in cui opera la curatela, sostenendo che il luogo della curatela, intrinsecamente sociale proprio perché legato al nostro esistere insieme, sia un “site of meaning”, un luogo di incontro per esperire il senso e la sua significatività. L’attività curatoriale, secondo la sua indagine, si muove nella complessità del presente, del contemporaneo, per traghettare un significato condiviso dall’io che produce la mostra al noi del visitatore che la esperisce. Si tratta, dunque, di un continuo movimento di reciprocità e di una continua azione di mediazione e reinterpretazione, costantemente chiamata a confrontarsi anche con il dato pratico del fare, del contingente.
Questo perenne confronto nell’attività curatoriale tra la produzione di significato e le impellenze pratiche della quotidianità fa parte della realtà che ogni project space sperimenta giorno per giorno. Proprio per questo motivo, la volontà di meta_fair #2 è offrire al pubblico una prospettiva ampia e varia delle ricerche curatoriali in corso nel panorama indipendente, per cercare di capire insieme cosa voglia dire muoversi nella e con la complessità, conducendo una pratica di curatela attiva.

co_atto meta_fair #2 inaugura giovedì 30 marzo 2022 dalle 18:30 alle 21, è visibile fino al venerdì 20 maggio 2022 tutti i giorni negli orari di apertura della stazione e visitabile su appuntamento con il team di co_atto scrivendo a [email protected] In occasione dell’inaugurazione sarà presentato il settimo numero di red_atto.




co_atto è il project space fondato da Stefano Bertolini, Ludovico Da Prato e Marta Orsola Sironi, ospitato nelle 18 vetrine della stazione del Passante Ferroviario di Milano Porta Garibaldi. Collaborano al progetto co_atto Eva Adduci, Adina Bettega, Valentina Coppola, Emma De Devitiis, Alice Orlandi e Selene Pepe. co_atto è parte di Underpass, progetto di riqualificazione degli spazi all'interno delle stazioni del Passante Ferroviario di Milano, dedicati alla promozione di artist* emergent*. Underpass è inserito all'interno del Progetto DisseMina, promosso da Le Belle Arti APS – Progetto Artepassante, con il sostegno di Fondazione Cariplo - bando “Luoghi di innovazione culturale – 2019”.
co_atto
in collaborazione con Untitled Association

con
AnonimaKunsthalle (Varese), Collective Ending (Londra), DISPLAY (Parma),
FEA Lisboa (Lisbona), Luogo_e (Bergamo), L’Ascensore (Palermo), MASSIMO (Milano),
MUCHO MAS! (Torino), Numero Cromatico (Roma), Post Ex (Roma), SPAZIO SU (Lecce),
SenzaBagno (Pescara), Spazio in Situ (Roma), Spazio Lampo (Lugano),
Toast Project (Firenze), Unpae (Roccacaramanico, Pescara)
e con TBD Ultramagazine