Claudio Malacarne – Giardini d’acqua

Mantova - 12/10/2013 : 13/12/2013

I temi proposti sono quelli sviluppati negli ultimi anni, ovvero i giardini lussureggianti luminosissimi e le figure immerse nell’acqua.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA CM ARTESTUDIO
  • Indirizzo: Via Giuseppe Bertani 28 - Mantova - Lombardia
  • Quando: dal 12/10/2013 - al 13/12/2013
  • Vernissage: 12/10/2013 ore 17,30
  • Autori: Claudio Malacarne
  • Curatori: Paola Artoni
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal giovedì alla sabato dalle 16.30 alle 19.00 e su appuntamento
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Sabato 12 ottobre 2013 alle ore 17.30 presso la Galleria CM Artestudio, via Bertani, 28 a Mantova si inaugura la mostra personale di Claudio Malacarne intitolata Giardini d’acqua.
L’occasione è preziosa per scoprire e riscoprire la maturità dell’artista che sta raccogliendo importanti consensi in mostre allestite non solamente in Italia ma anche in tutta Europa e negli Stati Uniti. I temi proposti sono quelli sviluppati negli ultimi anni, ovvero i giardini lussureggianti luminosissimi e le figure immerse nell’acqua

La presentazione è affidata alla critica d’arte Paola Artoni, la quale osserva: “I giardini di Malacarne sono oasi di luce capaci di ricevere e di trasmettere energia primitiva. Così accade nel recente “Intrecci di natura”, con gli alberi nodosi che si avviluppano tra luci e ombre e culminano in una chioma tratteggiata ed evanescente che ondeggia nel vento, così si osserva nel “Giardino azzurro”, catturato nel meriggio color glicine. La figura umana, assente nei paesaggi, giunge con forza nei dipinti acquatici e scatena energie ed evocazioni spirituali. Come nei giardini i protagonisti assoluti delle composizioni sono gli alberi così in questo ciclo fioriscono i corpi immersi nell’acqua, corpi che sembrano diventare liquidi essi stessi, sino a perdere completamente il loro peso. Lo dichiara lo stesso artista in un dipinto che ha appena visto la luce intitolato “La sorgente della vita”, è l’aqua fons vitae degli antichi, la fonte di rigenerazione dove rinascere con un cuore di bambino”.