Cinquemetrisopralacqua

Rocca San Giovanni - 12/07/2014 : 12/07/2014

Un evento che vuole, in un certo senso, omaggiare il mare di tutto quello che ci regala.

Informazioni

Comunicato stampa

Il mare, sin dall'antichità, è sempre stato fonte d'ispirazione per pittori, poeti, fotografi, artigiani, ed artisti in genere. Rappresenta la via più ampia per spostarsi da un paese all'altro, ed è sempre stato amico di chi, come i pescatori e i navigatori, lavora in acqua.
CINQUEMETRISOPRALACQUA è un evento che vuole, in un certo senso, omaggiare il mare di tutto quello che ci regala


Ci regala ispirazione per poter dipingere e disegnare, ci regala oggetti meravigliosi da far diventare creazioni esclusive, ci regala, paesaggi e scene di vita quotidiana talmente belle da essere immortalate in scatti fotografici per non perderne il ricordo, e ci regala scenari per ascoltare musica e far viaggiare la nostra mente verso paesi lontani.
Tutto questo sarà il regalo di questo evento. Cinque arti, riunite insieme per far sognare chi vorra visitare la mostra.
Una location d'eccezione è il trabocco SASSO DELLA CAJANA, in località Vallevò a Rocca San Giovanni, che con il suo proprietario Marino Verì, donerà ai visitatori la magìa di essere circondati dall'acqua a cinque metri sul mare, in compagnia dei gabbiani, sempre presenti.

Gli Artisti


LAG

Livio “LAG” Gentile nasce a Taranto nel 1976. Già nelle vene gli scorre il sapore del mare, la sua città dona ad ogni suo “figlio” un rapporto speciale con il mare, una specie di cordone ombelicale impossibile da recidere.
Si trasferisce a Pescara, dove attualmente vive e dipinge, moltiplicando e creando nuove sfaccettature alla sua passione per l'acqua. La sua passione per la pittura nasce pian piano, quasi come la crescita di un figlio. Inizia lentamente, ma, come un fuoco sempre alimentato, prende sempre più il sopravvento, diventando oggetto di studio, di esperimenti, di prove.
I suoi primi dipinti sono creati con pochi colori, perchè questo è stato il suo desiderio iniziale. Esprimere con poco, delle sensazioni profonde, delle emozioni.
Man mano i colori aumentano, e con loro, la voglia di rendere partecipe chi guarda il dipinto, quasi a creare una finestra dalla quale “sporgersi” all'interno di esso. E' così che nasce l'idea di rendere tridimensionali le sue opere, aggiungendo vari materiali ad ogni dipinto. Sulle tele viene “spalmato” colore acrilico, silicone, sabbia, scaglie di ulivo, zucchero e tutto ciò che può contribuire a rendere un dipinto un'opera unica, uno scorcio all'interno del quale vedere una scena.
I dipinti diventano così opere da “toccare” perchè solo con il tatto si riescono ad apprezzare i suoi scorci fatti di paesaggi al sole, di mari in burrasca, di fari, di spiagge e di grotte...


ARTMARE

Artmare nasce dalla passione per il mare di due artisti abruzzesi, Franco e Ileana Giacintucci che hanno iniziato il loro percorso artistico realizzando lampade con legni e sassi di mare, conchiglie, sculture in acciaio, pallet, oggetti d'epoca, e tutto quanto può essere oggetto di riuso creativo.
Un semplice hobby che man mano è diventato un faticoso ma appagante lavoro che ci ha visti impegnati nel campo della moda, in shooting fotografici e in varie mostre espositive in importanti città come Roma presso il Mòmò, in Piazza della Scala a Milano presso il gruppo Miroglio, al Salone del Mobile 2014 a Milano e ultimamente presso EATALY di Roma.
La nostra prerogativa è l'esclusività,per cui puntiamo su creazioni realizzate a mano in unico esemplare o in produzioni a serie limitata come quelle presentate al fuori Salone di Milano, dove con il ri-uso del pallet proposto con il nostro design "stile newyorkese" ha riscosso molti consensi.
Fra i progetti futuri vogliamo segnalarvi l'ingresso nel mercato sovietico e statunitense che dovrebbe avvenire a fine anno.

PALMAR
Nato a Caracas (Venezuela) 1963. Da sempre attratto dalle arti figurative, dopo una breve parentesi come studente di architettura a Pescara, inizio la mia attività lavorativa come illustratore iperrealista per la pubblicità; dal 1990 al 2010 lavoro presso studi grafici e agenzie di comunicazione come graphic designer, attività che mi impegna come libero professionista fino al 2012.
Dopo quasi venti anni e dopo aver assistito alla nascita della computer grafica ho recuperato da qualche anno le tecniche "manuali" - come l'acquerello - che mi hanno permesso di riallacciare un rapporto "sopito" con l'ambiente, la natura e le bellezze culturali che contengono.
Questa rinata passione mi ha portato alla realizzazione dei carnet di viaggio in Sud America, Abruzzo, Spagna e alla pubblicazione di un volume di acquerelli sui trabocchi. Ho partecipato nel 2011 a Rendez-Vous Carnet de Voyage in quel di Clermont-Ferrand in Francia.



CARTOLINE DAL PORTO
Nato nel 1984, ho sviluppato la passione per la fotografia attorno ai 20 anni. Autodidatta, ogni scatto è anche il tentativo di risolvere problemi tecnici oltre che creativi.
In quest'ottica il porto di Giulianova (TE) è laboratorio di sperimentazione per prove ed errori, prima che sia il soggetto da documentare. L’obiettivo finale, però, è immortalare la cruda bellezza del nostro mare e della vita che vi scorre.



WILD ACOUSTIC TRIO
I Wild Acoustic Trio nascono nel 2008, da un’idea di tre amici: rivisitare i brani tratti dalla colonna sonora del film “Into the Wild” in chiave acustica accostandoli a celebri canzoni rock/folk made in USA e alla tradizione inglese degli anni ’60.
Il risultato è quello di un sound unico, ricco di suggestioni, grazie anche all’interessante combinazione degli strumenti proposti dalla band: Diego Merletti alla voce, chitarra acustica, kazoo e ukulele, Fabiano Ruggieri al basso, e Andrea Giovannoli al cajon (strumento a percussione di origini peruviane).
La scelta di eseguire i brani in chiave acustica assicura un ottimo adattamento alle esigenze di tutti i locali che desiderano ospitare musica live.
Il carattere Wild delle proposte musicali del Trio resta anche quando nasce e cresce la voglia di suonare canzoni italiane.
La band prosegue così la ricerca musicale, avvicinandosi alle proprie origini. Il repertorio si arricchisce, mostrando tutto il legame con una tradizione che ci appartiene nelle radici.
La scelta dei brani, riproposti con arrangiamenti ricercati e in puro stile Wild, è pensata per proporre quelle canzoni che conosciamo da sempre, canzoni che hanno fatto da sfondo ai sorrisi che ci accompagnano da tutta una vita.
I live della band, infatti, assicurano sempre un coivolgimento particolare con il pubblico che non può fare a meno di ballare, cantare e battere le mani.


LOCATION

Il trabocco SASSO DELLA CAJANA, si trova in località Vallevò a Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti.
E' uno dei tratti più suggestivi della costa dei Trabocchi ed è affiancato ad un delizioso porticciolo, rifugio per barche da pesca.
Il suo nome deriva dallo scoglio che gli si trova poco lontano, che ha sempre rappresentato un punto di appoggio e di osservazione per i tanti gabbiani della zona (in dialetto “le Cajane”), sempre presenti.
Il proprietario del trabocco, Marino Verì, ha ereditato la sua passione per il mare dalla sua famiglia, e con essa, anche lo stesso Trabocco, che, ogni anno, viene rinforzato, modificato, e reso sempre più forte per resistere alle mareggiate invernali.
L'arrivo al trabocco è assicurato tramite la SS 16 Adriatica, che, in quel punto, offre la possibilità di pacheggiare e scendere le scale, direttamente sul porticciolo, per arrivare così, dopo un breve tratto a piedi, al Trabocco Sasso della Cajana. Questo tratto a piedi, fa apprezzare ancora di più la meravigliosa architettura di queste antiche macchine da pesca.


PROGRAMMA EVENTO

L'evento avrà inizio alle ore 18:00, senza un Vernissage. Ho voluto alleggerire al massimo l'atmosfera, mettendo a proprio agio i miei visitatori che saranno liberi di salire e scendere dal trabocco quando vorranno, visitare le opere dei vari artisti presenti, e gustare così l'aria marinara che fa parte di me.
Dalle ore 18:00, io e PALMAR faremo due distinte performance di Live Painting, ognuno con il suo stile, due modi diversi di leggere il mare.
Al termine della performance, i visitatori potranno gustarsi un assaggio di musica con i WILD ACOUSTIC TRIO sulla terraferma, per poi, dopo circa una mezz'ora, accomodarsi sul ponte del Trabocco per assaporare la cucina marinara di Marino Verì.
Al termine della cena, i visitatori, ascolteranno la bellissima musica dei WILD ACOUSTI TRIO, che, posizionati su una delle torrette rinforzate, avranno lo sfondo del bellissimo trabocco.
L'ascolto, da parte dei visitatori, avverrà sul prato antistante, pertanto sarebbe bellissimo che ogni visitatore porti con sé un telo mare, in modo da rilassarsi completamente.
Sarà bellissimo terminare questo evento e salutarci tutti insieme, con un lancio collettivo di Lanterne Volanti, sperando che la Tramontana, ci aiuti ad allontanarle verso il mare.