Chiamata alla parola

Palermo - 27/06/2018 : 28/06/2018

Nesxt durante Manifesta a Palermo organizza due giornate di incontri e dialoghi coinvolgendo la scena indipendente palermitana e siciliana.

Informazioni

Comunicato stampa

Nesxt durante Manifesta a Palermo organizza, il 27 e 28 giugno, due giornate di incontri e dialoghi coinvolgendo la scena indipendente palermitana e siciliana. Gli appuntamenti si svolgeranno presso l'oratorio di San Mercurio (Cortile S. Giovanni degli Eremiti 2), dalle 15.00 alle 18.00

Il progetto si intitola Chiamata alla parola e vuole creare dei momenti di reale incontro e confronto tra soggetti che operano nella dimensione artistica indipendente.
Ne saranno il fil rouge una serie di lemmi estratti da un dizionario/alfabeto relativo al mondo dell’indipendenza, in via di sviluppo con The Independent- Maxxi


Il dizionario, infatti, fa parte di un progetto espositivo ed editoriale in collaborazione tra Nesxt e The Independent- Maxxi che prevede una mostra nello spazio The Wall al Maxxi di Roma in corso da luglio a dicembre 2018 e l’uscita del journal on line Garibaldi in luglio.
Durante gli incontri a Palermo la discussione sarà scandita ogni ora con la proposta di un lemma del dizionario. Parole chiave come relazione, sperimentazione e ricerca, no profit, rete, osservazione, territorio, spazio, progetto, pratica.

Nesxt a Palermo nasce dalla constatazione di una mancata consultazione e coinvolgimento del territorio da parte di Manifesta. Si vuole creare un dialogo e una riflessione (ma anche un’azione) su tutto ciò che è stato tenuto fuori dal circuito ufficiale: l’estraneità e l’estromissione di un territorio artistico e intellettuale di pensiero e produzione, legato al mondo dell’indipendenza ma che comprende un raggio culturale e sociale più ampio.

Chiamata alla parola è un progetto dalla natura inclusiva e partecipativa e nasce dalla collaborazione con Spazio Y di Roma e Sacrosanctum di Palermo, che ospita i talk. E si avvale anche della collaborazione e della condivisione di progetti, sguardi, riflessioni e obbiettivi con Okulta| In absentia Manifesta e del supporto di una serie di figure che hanno diffuso e costruito insieme l’evento, tra cui Luisa Montaperto, Adalberto Abbate, Salvatore Mauro Anna Milano Carè, Gaetano La Rosa.

I talk saranno documentati e il materiale ottenuto diventerà una testimonianza condivisa sull’Osservatorio di nesxt.org.

Durante le giornate del festival di Nesxt 2018 a Torino, dal 30 ottobre al 4 novembre 2018, un focus farà il punto e restituirà il racconto d'insieme della rete di esperienze diverse vissute dai soggetti protagonisti di questo libero, alternativo e spontaneo movimento di controcultura rispetto a Manifesta.

Per info: [email protected] / www.nesxt.org
-----------------------------------------------



NESXT è un progetto interdisciplinare nato nel 2016, dedicato alla produzione artistica indipendente, che contiene già nel suo nome la sua triplice identità: NET come network in divenire, NEXT come futuro per un osservatorio critico e condiviso e NEST ovvero una casa aperta ad accogliere tutte le pratiche più contemporanee nel campo delle arti visive, performative, sonore e di contaminazione tra generi. I suoi protagonisti sono artisti, curatori, critici, storici, ricercatori, professionisti e operatori provenienti da diversi ambiti e discipline riuniti nella forma di associazioni, artists run space e collettivi, tipologie diverse di collaborazioni dove si inventano nuovi ruoli e si rinnovano gli statuti di un modo partecipato di intendere il sistema.
L’articolato caleidoscopio di esperienze di cui si compone la produzione artistica e culturale indipendente italiana è il microcosmo in cui agisce NESXT, con una rete progettuale che cerca di intercettare e di proporre gli attori della scena emergente e di quella più d’avanguardia. NESXT vuol essere la piattaforma sperimentale dove questi rapporti, luoghi, pratiche e figure si mettono in discussione e si raccontano. L’avamposto di un sistema alternativo ma non antagonista a quello mainstream, che si autogestisce e si anima di precisi valori ispirati alla sperimentazione dei linguaggi, all’approccio collettivo della ricerca, al coinvolgimento e alla restituzione al territorio, svincolandosi da localismi e con un respiro internazionale, all’interazione tra ambiti che implica naturalmente la contaminazione. NESXT documenta, sostiene e promuove questa dimensione attraverso tre strumenti.
Il Festival –la cui terza edizione si svolge a Torino durante la settimana di Artissima dal 30 ottobre al 4 novembre 2018- che rappresenta il momento centrale dell’attività annuale e si configura con una formula diffuso sulla mappa cittadina, coinvolgendo decine di spazi culturali con eventi di natura diversa.
L’Osservatorio on line che è il luogo della documentazione, nel quale confluiscono scritti, testimonianze e approfondimenti sulla produzione artistica indipendente.
La rete di partnership e collaborazioni che consiste nell’attivazione di progetti con istituzioni culturali e con i diversi soggetti indipendenti che fanno parte nel circuito.

Staff
Direzione artistica – Olga Gambari
Direzione tecnica – Annalisa Russo
Coordinamento eventi – Francesca Arri

Comitato scientifico
Lorenzo Balbi, Serena Carbone, Pietro Gaglianò, Elena Motisi (The Independent – MAXXI), Alessandra Pioselli, Marco Scotini