Che fare?

Bologna - 13/05/2022 : 15/05/2022

Dopo Lavorare stanca e Produci!Consuma!, si conclude con Che fare? il ciclo di mostre Tecnocene, a cura di Into the Black Box in collaborazione con Bianca Cavuti e il centro La Soffitta del Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna.

Informazioni

  • Luogo: DAMS LAB
  • Indirizzo: piazzetta P.P. Pasolini, 5b - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 13/05/2022 - al 15/05/2022
  • Vernissage: 13/05/2022 ore 16
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: venerdì 13 maggio: 16:00 - 19:00 sabato 14 maggio: 17:00 - 22:00 domenica 15 maggio: 17:00 - 21:00

Comunicato stampa

Che fare?

a cura di Into the Black Box in collaborazione con Bianca Cavuti e il centro La Soffitta del Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna.

DAMSLab, piazzetta P.P.Pasolini, 5/b, Bologna
13 maggio 2022 - 15 maggio 2022

Dopo Lavorare stanca e Produci!Consuma!, si conclude con Che fare? il ciclo di mostre Tecnocene, a cura di Into the Black Box in collaborazione con Bianca Cavuti e il centro La Soffitta del Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna.
Tecnocene esplora il complesso rapporto tra tecnologia e società attraverso il lavoro di artisti nazionali ed internazionali

La suggestiva cornice del DAMSLab ha ospitato nelle scorse settimane le opere di Silvio Lorusso, Guido Segni, WUXU, Paolo Cirio, Emilio Vavarella e !Mediengruppe Bitnik, dando corpo ad una riflessione corale su tematiche urgenti quali il concetto di lavoro in uno scenario di capitalismo avanzato come quello attuale e l’impatto della platform economy e dell’emersione di nuovi modelli di produzione, distribuzione e consumo sulle nostre vite e sulle nostre abitudini.
Che fare davanti ad uno scenario di questo tipo? È possibile elaborare strategie di resistenza all’interno dell’ecosistema digitale nel quale siamo immersi? Come immaginare mondi diversi, che escano dalle logiche dei modelli socio-economici dominanti?
Il gruppo di artiste internazionali RAGE Collective presenta un’indagine meticolosa e approfondita dei cambiamenti intercorsi nelle modalità di resistenza negli ultimi 30 anni, focalizzandosi su come le piattaforme digitali siano diventate in alcuni casi degli strumenti di organizzazione e di protesta. Il risultato è un’affascinante esplorazione dei mutamenti della logistica del potere, ponendo l’attenzione sull’utilizzo delle nuove tecnologie in risposta ai cambiamenti socio-politici degli ultimi anni. Un affondo su quello che è un possibile uso alternativo degli strumenti digitali a nostra disposizione, lontano da prospettive convenzionali e rassicuranti.
Una visione condivisa e sviluppata anche dai DISNOVATION.ORG in una serie di lavori che hanno lo scopo di mettere in discussione le narrazioni dominanti sulla crescita e sul progresso. In un mondo plasmato principalmente da dinamiche ed interessi economici, e in cui la crisi ambientale sta assumendo un profilo sempre più minaccioso, il collettivo artistico si propone di riflettere su queste tematiche per arrivare a immaginare e progettare modelli di vita radicalmente diversi, basati su un rapporto più consapevole tra uomo e ambiente.
Le opere esposte in Che fare? fanno leva sulla capacità che i linguaggi artistici hanno di costruire narrazioni alternative, per provare ad immaginare scenari differenti e nuove realtà.
Domenica 15 maggio, inoltre, gli spazi del DAMSLab ospiteranno un talk dal titolo Il potere dell’arte nell’epoca della sua riproducibilità digitale, durante il quale Marco Mancuso (Digicult), Valentina Tanni (NABA) e Amerigo Mariotti (Adiacenze) dialogheranno sul legame tra arte e cultura digitale oggi. Che tipo di rapporto si è instaurato nel tempo tra produzione artistica e sviluppo tecnologico? Quali pratiche e quali estetiche sono emerse, e in quale modo gli artisti le hanno utilizzate e continuano ad utilizzarle per riflettere sulla contemporaneità? Come si collocano questi ultimi nella sovrapposizione fra uso e critica del digitale, ragionando sull’impatto di queste nuove tecnologie e sulla loro capacità di determinare equilibri e squilibri sociali? L’incontro parte da questi interrogativi, guardando al lavoro di quegli artisti che consapevolmente si collocano nell’intersezione tra arte, scienza e tecnologia, e cercando proprio tra le pieghe del dialogo transdisciplinare nuove prospettive critiche sul presente.

La mostra Che fare? si colloca nell’ambito di ART CITY Bologna 2022 in occasione di ARTEFIERA.

Tecnocene è un progetto di Into the Black Box
Collaborazione curatoriale: Bianca Cavuti
Grafica: Dario Sanna
Assistenza alla produzione: Articolture

Opening: venerdì 13 maggio, ore 16
Orari e visite:
venerdì 13 maggio: 16:00 - 19:00
sabato 14 maggio: 17:00 - 22:00
domenica 15 maggio: 17:00 - 21:00

Talk : domenica 15 maggio, ore 17.30
Il potere dell’arte nell’epoca della sua riproducibilità digitale
Con: Marco Mancuso (Digicult), Amerigo Mariotti (Adiacenze) e Valentina Tanni (NABA)
Modera: Bianca Cavuti

Ingresso gratuito secondo le norme vigenti.
Per info scrivere a [email protected]