Carlo Galli – 2011-2013

Forte dei Marmi - 19/10/2013 : 07/11/2013

Il lavoro di Carlo Galli parte dallo studio del corpo umano, assunto, digerito e fatto suo, in un’interpretazione del tutto personale, le figure sono semplificate fino a raggiungere forme originali con cui raccontarle.

Informazioni

  • Luogo: CASA MUSEO UGO GUIDI
  • Indirizzo: Via Matteo Civitali 33 - Forte dei Marmi - Toscana
  • Quando: dal 19/10/2013 - al 07/11/2013
  • Vernissage: 19/10/2013 ore 17
  • Autori: Carlo Galli
  • Curatori: Gaia Querci
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

La mostra “CARLO GALLI 2011 – 2013” , a cura di Gaia Querci, è allestita nel “Museo Ugo Guidi” -MUG- di Forte dei Marmi, via Civitali 33 e al Logos Hotel, via Mazzini 153, e sarà inaugurata sabato 19 ottobre alle ore 17 al MUG alla presenza dell’artista con ingresso libero. L’esposizione sarà visitabile fino al 7 novembre al museo su appuntamento al 348-3020538 o [email protected], al Logos Hotel orario 10-23



“Nello scenario della Casa Museo Ugo Guidi di Forte del Marmi, Carlo Galli invade le stanze dedicate al maestro del Novecento, con un estratto dei lavori realizzati negli ultimi due anni. - Gaia Querci presenta così la mostra - Dopo molteplici collaborazioni, progetti all’estero, produzioni sperimentali, il cammino di Carlo Galli scultore continua la sua perpetua evoluzione. Il suo moto ondoso di creatività, caratterizzato dal rispetto di una precisa idea d’arte ma allo stesso tempo aperto alle nuove contaminazioni, ai suggerimenti che la vita stessa propone, seguendo tendenze e temi che il mondo contemporaneo riflette, ha subìto negli anni una profonda trasformazione, ha ampliato i suoi orizzonti e compreso concetti e spunti di riflessione mai considerati prima.
In mostra si trovano alcuni dei lavori più significativi compiuti tra 2011 e 2013, dai più recenti Mina portrait e Green house, a Dog and soldiers e Cinghiale in umido del 2012, comprendendo anche Work in progress (2011).
Il lavoro di Carlo Galli parte dallo studio del corpo umano, assunto, digerito e fatto suo, in un’interpretazione del tutto personale, le figure sono semplificate fino a raggiungere forme originali con cui raccontarle, la materia è plasmata talvolta in una sintesi estrema della realtà, talvolta osservando il reale con particolare attenzione al vero, il risultato è comunque un ritratto grottesco del genere umano la cui potenza sembra essersi cristallizzata.
All’analisi viscerale delle forme, l’artista unisce temi di attualità, l’indagine su contenuti sociali diventa protagonista delle sue sculture, sempre più spesso pensate site specific, concepite intenzionalmente per il luogo che le ospita, non più ideate come singolo oggetto ma come vere e proprie opere corali. Gli ultimi lavori diventano compositivamente più complessi, in un’ambientazione amena che spesso ispira la genesi stessa delle opere, le istallazioni si stagliano con deciso carattere nello spazio, memori tuttavia, di quel linguaggio corporeo che per Galli è diventato caratteristica peculiare.
Sintomo di un carattere che sa mettersi in discussione, che non si ferma di fronte ai traguardi raggiunti ma che considera la ricerca motivo fondamentale per l’arricchimento artistico, lo scultore continua negli anni il suo cammino verso la maturità. L’appuntamento presso il Museo Ugo Guidi diventa l’occasione per fare il punto sul percorso di un artista in continua crescita.”



Il MUG ha il sostegno di Logos Hotel e la partecipazione della Banca Credito Cooperativo Versilia, Lunigiana e Garfagnana, del Parco delle Apuane, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, del Piccolo Teatro della Versilia e della Fondazione Peccioliper. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International Council Of Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco.

Memoria fotografica della mostra a cura di Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.