Ca’ Pisani. Il ‘900 ritrovato

Venezia - 26/03/2019 : 27/08/2019

Oggetti e una originale collezione di giocattoli, tra futurismo e Art déco.

Informazioni

  • Luogo: CA' PISANI HOTEL
  • Indirizzo: Dorsoduro 979/a - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 26/03/2019 - al 27/08/2019
  • Vernissage: 26/03/2019
  • Generi: arti decorative e industriali

Comunicato stampa

Un Pegaso di Giovanni Gariboldi su ceramica Richard Ginori, il levriero in ottone cromato e vetro di Franz Hagenauer e i pupazzi in pannolenci del Signor Bonaventura, storico personaggio del Corriere dei Piccoli. Sono alcuni degli oggetti parte dell’esposizione “Ca’ Pisani: il ‘900 ritrovato”, ospitata nelle aree comuni del Ca’ Pisani Boutique Design Hotel, prima struttura veneziana ad abbracciare il Novecento, dal 27 marzo al 27 agosto di quest’anno

La mostra si articolerà in due collezioni: OGGETTI DEL QUOTIDIANO TRA FUTURISMO E ART DÉCO, frutto di trent’anni di selezione dell’Antiquario e collezionista Maurizio Marzadori – fondatore di Freak Andò – recentemente acquistata dalla famiglia Serandrei, e GIOCATTOLI FUTURISTI E DEL NOVECENTO facenti parte della “Collezione Marzadori di arredi per l’infanzia, complementi e giocattoli” le cui opere sono state esposte al MOMA di New York (2012 nella mostra “Century of the Child”), alla Triennale di Milano (2017/2018 alla mostra “Giro giro tondo”), al Museo archeologico di Bologna (2003), alla Biblioteca di Salaborsa di Bologna (2014) e in altri musei ed esposizioni prestigiose.

L’esibizione propone una panoramica di questo importante periodo delle arti decorative, esponendo un insieme di oggetti di uso e vita quotidiana e di giocattoli di raffinata eleganza, buon gusto e genialità, e ripercorre alcune delle principali correnti del tempo, tra cui Futurismo, Art déco, Razionalismo, Aerodinamica per arrivare fino ai primi anni Cinquanta del secolo scorso. Sono presenti opere di Ponti, Gariboldi, Diulgheroff, Mazzotti, Simonetto, Pacetti, Hagenauer, Bevilacqua, Baldelli, Lenci, Tavolara, Cambellotti, Bonazzi, "Cirillo" e tanti altri, oltre ad autentici capolavori anonimi.