#C2C12 – Mala In Cuba

Torino - 27/10/2012 : 27/10/2012

La prima tappa torinese con #C2C12 vede, dopo la serata londinese con The Italian New Wave e prima della preview milanese con Liars, il prossimo 27 ottobre, il debutto italiano di uno dei progetti più attesi del 2012: il live di Mala In Cuba all'Auditorium RAI Arturo Toscanini.

Informazioni

Comunicato stampa

La prima tappa torinese con #C2C12 vede, dopo la serata londinese con The Italian New
Wave e prima della preview milanese con Liars, il prossimo 27 ottobre, il debutto italiano di
uno dei progetti più attesi del 2012: il live di Mala In Cuba all'Auditorium RAI Arturo
Toscanini.
Mala e un produttore, DJ, discografico e visionario noto per il suo contributo alla scena
musicale dubstep

Nel maggio 2011 Mala si e recato all’Havana con Gilles Peterson per
registrare e collaborare con musicisti locali come parte del progetto Havana Cultura, che ha
come obiettivo proprio quello di sostenere l’arte e la cultura cubana attraverso esperienze,
collaborazioni e contaminazioni come questa.
I risultati sono documentati nel suo album Mala in Cuba e riflettono alla perfezione lo spirito
del progetto Havana Cultura, che da 5 anni continua ad aprire delle vere e proprie finestre
sulla creatività cubana: grazie al contributo di musicisti e vocalist talentuosi dell'isola, infatti,
l'album sposa, i ritmi intricati e le profonde radici spirituali di Cuba con le radici londinesi di
Mala e la sua dedizione alla ‘bass culture’, un connubio tra i suoni roots cubani e quelli che
caratterizzano la dubstep di South London.
L’esperienza di Mala rientra, dunque, in un progetto più ampio sviluppato da Havana Club –
Havana Cultura appunto - nato per offrire agli artisti cubani di tutte le discipline (dall’arte alla
scultura, dalla musica alla danza, dalla scrittura alle arti visive più moderne) una piattaforma
unica di visibilità, per realizzare ed esporre i propri lavori, testimoniando il fermento culturale e
artistico di Cuba.
Nel corso degli anni Havana Cultura e diventato una vera e propria fucina di nuovi artisti. Ogni
anno infatti, sei progetti artistici vengono selezionati e prodotti grazie al supporto finanziario di
Havana Club ed esibiti in giro per il mondo. È il caso, ad esempio, della lunga collaborazione
con Gilles Peterson, rinomato dj e tastemaker, nata nel 2009, che ha l’obiettivo di avvicinare il
pubblico internazionale ai migliori talenti musicali dell’Havana, attraverso la produzione di
album musicale, performance live, e molto altro.
Havana Cultura e la testimonianza dell’impegno di Havana Club verso la volontà di far scoprire
le più profonde radici e dei valori cubani dai quali trae ispirazione ogni singola goccia del rum
cubano per eccellenza e che costituiscono il cuore e l’essenza del marchio. Havana Club,
infatti, grazie alla sua storia e intimamente legato alla terra cubana, al suo popolo ed alle sue
tradizioni diventandone un “simbolo” a livello internazionale.