BLINDARTE 40 Anniversary

Milano - 29/05/2019 : 04/06/2019

La BLINDHOUSE, società madre della BLINDARTE e azienda leader nella custodia valori e beni, compie 40 anni a giugno e festeggia questo importante traguardo con una grande esposizione in due sedi che precede le tradizionali aste primaverili (di Napoli e di Milano) e si abbina a qualche novità: TRAMPOLINE | The Artists and Collectors Artpot e le ASTE ONLINE.

Informazioni

  • Luogo: BLINDARTE MILANO
  • Indirizzo: Via Palermo 11 20121 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 29/05/2019 - al 04/06/2019
  • Vernissage: 29/05/2019 ore 18
  • Generi: arte moderna e contemporanea
  • Uffici stampa: NORA COMUNICAZIONE

Comunicato stampa

La BLINDHOUSE, società madre della BLINDARTE e azienda leader nella custodia valori e beni, compie 40 anni a giugno e festeggia questo importante traguardo con una grande esposizione in due sedi che precede le tradizionali aste primaverili (di Napoli e di Milano) e si abbina a qualche novità: TRAMPOLINE | The Artists and Collectors Artpot e le ASTE ONLINE





Nel segno della continuità le due sessioni d’incanto (22 maggio a Napoli e 4 giungo a Milano) precedute da altrettanti momenti espositivi tra la sede storica a Napoli (dal 13 maggio, via Caio Duilio 10) e il nuovo spazio di Milano (dal 29 maggio, via Palermo 11).



TRAMPOLINE | The Artists and Collectors Artpot, il format dedicato agli artisti contemporanei che non hanno ancora una presenza consolidata nel mercato delle aste e che Blindarte lancia e sostiene con l’originale formula di un’asta solo online dedicata esclusivamente a loro al termine della quale s’individuerà un supervincitore. Trampoline, infatti, è un’asta che prevede la partecipazione di una selezione di circa 25 artisti molto interessanti del panorama artistico non solo italiano, proposti all’incanto solo online: ciascuna delle opere sarà in vendita sul sito www.blindarte.com, a partire dalla somma di 600 euro, agli utenti che effettueranno la registrazione; una proposta a tempo che terminerà il 4 giugno 2019, con la proclamazione del vincitore, in concomitanza con l’asta di contemporaneo a Milano, da parte del banditore: l’artista la cui opera sarà battuta per l’importo più alto riceverà l’ARTPOT (una parte dei prezzi a cui tutte le opere saranno battute).



ASTE ONLINE. Ancora, in vendita sul nuovo sito della BLINDARTE nella sezione aste online un nutrito gruppo di opere a prezzi particolarmente accessibili per le quali, però, la possibilità di effettuare offerte e/o rilanciare nelle aste a tempo sarà riservata solo agli utenti che avranno correttamente eseguito la registrazione presso il nuovo sito della BLINDARTE.



Intanto per le tradizionali esposizioni e aste in sede:

Asta 91. Da lunedì 13 maggio a Napoli, in vista dell’asta del 22 maggio: ore 17,sculture, disegni e dipinti del XIX e XX secolo seguita da quella dedicata ai Dipinti antichi, oggetti d’arte e arredi; ore 19, accessori vintage e gioielli.

Asta 92. dal 28 maggio a Milano, in vista di quella del 4 giugno: ore 18, arte moderna e contemporanea + design.



Asta 91

In rassegna una ricca selezione di opere provenienti dalle dimore e dalle quadrerie di antiche famiglie napoletane, di gioielli oggetti d’arte e arredi, arte moderna e contemporanea, design la casa d’aste partenopea proporrà all’incanto tra le sedi fisiche e online.

Tra queste si segnalano la splendida opera firmata di Andrea VaccaroL’Angelo custode(stima € 35.000/45.000), la ricca composizione con Triglie, calamari, scorfani, ricci, dentici e pesci vari su scoglidi Giuseppe Reccocon stima € 40.000/60.000, e l’intensa Maddalena in meditazionedi Scuola napoletana, prima metà del XVII secolo, stimata €25.000/30.000 e per la quale è stata avanzata un’attribuzione ad Artemisia Gentileschi e Onofrio Palumbo, tutte opere appartenute alla prestigiosa collezione di un noto professionista napoletano.

Tra i lotti più importanti si distingue anche il San Sebastiano ritrovato da Sant’Irene con la sua ancella,opera pubblicata e di grande impatto di Antonio De Belliscon stima € 30.000/40.000.

Di grande interesse sono poi la Madonna con bambino e San Giovanninodi Marco Cardisco, detto Marco Calabrese (stima € 8.000/12.000), e la Madonna delle rosedi Jacopo Amigoni(stima € 7.000/9.000).

Da segnalare ancora sono il Riposo durante la fuga in Egittodel Maestro di Fontanarosa, opera pubblicata e stimata € 20.000/30.000, e l’inedito San Sebastianoattribuito a Corrado Giaquinto (stima€ 12.000/15.000).

Tra le nature morte, degne di nota sono quella dell’enigmatico Maestro S.B.con Fichi, cedri, albicocche, lattuga e broccoli su due piani, con un vassoio di pere e prugne sulla finestra in fondo (stima € 20.000/25.000) e quella conUve bianche e nere, mele, una zucca ed altri frutti con albicocche su un’alzatina d’argento en plein airdi Scuola romana, metà del XVII secolo (stima € 15.000/20.000).

v Nella sezione dedicata ai Dipinti del XIX secolo, domina il bellissimo e famoso olio su tela di Alceste Campriani, Da Mergellina, pubblicato e stimato € 30.000/40.000, proveniente da una delle più note e prestigiose collezioni napoletane.

Delicata e suggestiva la tela di grande dimensioni Passeggiata in barcadi Salvatore Petruolo(stima € 8.000/12.000). Si segnala inoltre l’olio su tavola di Attilio Pratellacon Barche e pescatori(stima€ 5.000/7.000) proveniente ad un’antica collezione privata.

v Nella sezione degli Oggetti d’arteuna vera chicca è il raro e raffinato servizio da caffè in porcellana decorato interamente in orodi probabile committenza reale che celebra la scoperta della Casa del Fauno a Pompei riportando nelle riserve alcuni dei mosaici più famosi scoperti nell’antica casa di epoca romana (stima € 5.000/7.000). Di pregevole fattura il modello plastico per scenografia da presepe in terracotta policroma firmato Luigi Farina, pubblicato e stimato € 6.000/8.000.

v Nella sezione dedicata agliaccessori vintage e ai gioielli,tra i modelli storici di borse Hermes, Chanel, Dior e Saint Laurent, saranno proposte un’introvabile Hermes Kelly 25 turquoisedel 1998 (stima € 7.500/8.500) e una Hermes Kelly 32in pelle di coccodrillo marrone del 1962 (stima € 6.500/7.500). Infine si segnala una raffinata selezione di gioielli antichi di particolare manifattura e pregio.

ASTA 92

Il 4 giugno, a partire dalle 18 nella sede di Milano (Via Palermo 11), Arte Moderna e Contemporanea + Oggetti di Design.

Tra le opere più significative di quest’asta va senz’altro segnalata la scultura in bronzo di Marino Marini dal titolo Piccolo Giocoliere, pubblicata sul catalogo ragionato e sul volume a cura di Patrick Waldberg. L’opera eseguita con inserti in oro e datata 1953, è posta in asta con una valutazione di euro 150.000/180.000.

E’ del 1966 la piccola ma importante scultura di Isamu Noguchi, dedicata all'amico di una vita Vittorio Giorgini, architetto visionario di grande talento con cui Noguchi strinse un forte sodalizio. L’opera dal titolo Nature is the true art (scritto da Noguchi sotto la base della scultura) rappresenta un importante testimonianza per la produzione del grande artista giapponese e contribuisce a chiarire il suo pensiero, faro per la generazione artistica successiva, non solo giapponese.

Anche da segnalare 2 importanti opere di Enrico Baj, una è l’imponente e riuscitissimo Ritratto di Jackson Pollock, cm 113x126, eseguito su tavola nel 1969, e, pubblicato nel catalogo ragionato, proviene dalla galleria Marconi e dalla collezione di Laura Crispolti. L’opera è posta in vendita con una stima di euro 32.000/36.000. L’altro dipinto è un importante lavoro su tessuto del 1955, cm 120x70, anch’esso pubblicato sul catalogo ragionato, proviene dalla galleria Schettini ed è stimato 30.000/35.000 euro.

Una chicca indiscussa dell’asta del 4 giugno è il décollage su cartoncino del 1955 di Mimmo Rotella, cm 37x23. Dai colori molto intensi l’opera, archiviata presso la Fondazione Mimmo Rotella, Milano, in data 13 dicembre 2018, è stimata 15.000/20.000 euro.

Prestigiosa e di grande impatto è anche la grande opera del 1959 di Lucio Del Pezzo dal titolo Per le anime del Purgatorio stimata 8.000/12.000 euro.

Di eccezionale fattura è il materico dipinto Rouge di Toshimitsu Imai, eseguito nel 1962. L’opera è presentata in asta con una stima di euro 45.000/65.000.

Molto interessante è l’opera di Fausto Melotti del 1979, gesso, tecnica mista e ottone, cm 50x65, in cui si fondono insieme con grande armonia quasi musicale le due pratiche più fortunate che il grande artista di Rovereto utilizzava. L’opera colorata è proposta in asta con una stima di euro 28.000/35.000.

Tra le opere va anche segnalato il dipinto Spirale Notturna di Fortunato Depero proveniente da una collezione privata. Il dipinto su tela, cm 90x80 circa, registrato presso l’Archivio Depero, di pregevole fattura è posto in vendita con la stima di euro 25.000/35.000.

Vanno certamente notate anche le 2 opere dei grandi maestri dell’informale: Afro Basaldella, una tecnica mista del 1963, dai colori rossi molto intensi, lavoro preparatorio alla famosa opera “Il Grande Rosso”. L’opera, cm 51x56, registrata presso l’Archivio Afro di Roma, è proposta in vendita con la stima di euro 30.000/40.000; ed il grande museale dipinto di Emilio Vedova del 1983, dal titolo “Ciclo B.7-’83”, cm 160x230, proveniente e pubblicato sul catalogo della mostra della galleria Niccoli di Parma, con cui l’artista aveva un fortissimo sodalizio, l’opera è anche pubblicata sull’articolo apparso sulla Gazzetta di Parma in concomitanza con l’apertura della mostra personale dell'artista in galleria nel 1987, l’opera è posta in vendita con la stima di euro 200.000/250.000.

Di forte impatto è anche il lavoro di Turi Simeti, 5 ovali color sabbia, opera cm 120x100, stimata euro 25.000/35.000.

Una menziona a parte merita il Cronotopo di Nanda Vigo del 1966, opera particolarmente prestigiosa, avanguardistica per l’epoca, in perfetto stato e di grandi dimensioni (cm 60x60x20), nonostante il tempo trascorso ne caratterizzi la bellezza, è posta in vendita con una valutazione di euro 25.000/30.000.

Anche da segnalare il grande dipinto di Julian Schnabel dal titolo Edwige, L’opera di circa cm 200x150 del 1990, con cartellino del Julian Schnabel Studio, New York è pubblicata sul Dizionario dell’arte moderna e contemporanea di Gérard Durozoi, ed è proposta in vendita con la stima di euro 40.000/60.000.

Tra le opere più recenti, oltre alla semina di fotografia tra cui segnaliamo Spencer Tunick, Anneè Olofsson, Vik Muniz, va segnalato il museale lavoro di Nedko Solakov del 1996 dal titolo My sleeping conscience, cm 113x300, proposto in asta con stima di euro 16.000/22.000. L’imponente lavoro con vasche in vetro e motore e anfora di Per Barclay, dal titolo The greek piece, stimato 10.000/15.000 euro ed una serie di opere di artisti più o meno giovani le cui opere sono molto rare e piuttosto ricercate nel mercato sia italiano che internazionale, tra questi: Carsten Höller, Michael Majerus, Flavio Favelli, Patrik Tuttofuoco, Luca Pancrazzi, Marcello Lo Giudice, Alfredo Pirri, Feng Zhengjie, Bizhan Bassiri, Uve Heineken, Jonathan Binet, Peter Peri, Francesca Pasquali.

Chiude il catalogo una selezione di oggetti di design, tra cui vanno notati i vetri, tra questi il bellissimo Eldorado Pulcheria di Dino Martens per la vetreria Aureliano Toso negli anni 1952/54, stimato 30.000/40.000 euro.

Grazie al BLINDARTELIVE sarà inoltre possibile per gli utenti registrati seguire l’asta il 4 giugno in tempo reale attraverso il sito ed effettuare offerte in concorrenza con la sala e i telefoni comodamente dal proprio portatile.