Black match / Vocativo? Rappresentativo?

Milano - 09/05/2013 : 09/05/2013

Incontro tra l’artista Paolo Peroni, la curatrice della mostra Martina Cavallarin, i soci di scatolabianca e tutti coloro che avranno voglia e tempo per un approfondimento deflagrante a black match.

Informazioni

  • Luogo: SCATOLABIANCA (ETC.)
  • Indirizzo: Via Ventimiglia ang. Via Privata Bobbio MM linea verde - Porta Genova 20144 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 09/05/2013 - al 09/05/2013
  • Vernissage: 09/05/2013 ore 18
  • Autori: Paolo Peroni
  • Curatori: Martina Cavallarin
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

In occasione della mostra di Paolo Peroni, ROTTURA SPONTANEA DI SIMMETRIA, il 9 maggio alle 18.00 a scatolabianca(etc.) si terrà:


scatolabianca BLACK MATCH / Vocativo? Rappresentativo?

Incontro tra l’artista Paolo Peroni, la curatrice della mostra Martina Cavallarin, i soci di scatolabianca e tutti coloro che avranno voglia e tempo per un approfondimento deflagrante a black match.

--


scatolabianca BLACK MATCH

Il black match è un tipo di miccia molto antica, si usava per i cannoni e consiste in una corda impermeabile costituita da sottile polvere nera


Il black match consente di dare un ritardo di sicurezza per permettere all'operatore di allontanarsi dal sito di esplosione e mettersi al coperto, consente di calcolare tempi e modi di allontanamento dalle aree di detonazione entro margini di sicurezza ampi.

Il percorso di molti artisti si avvale di una ricerca e una sperimentazione lenta e introspettiva, ciò che potrei chiamare una deflagrazione assistita, una progressione culturale, una sedimentazione processuale meditata e tortuosa, a pause incostanti, un cammino a black match. Per questo motivo all’interno del programma di mostre sono previsti degli incontri scatolabianca BLACK MATCH, spazi di riflessione a visione allargata, dall’interno all’esterno. Si passa dal privato dell’artista al pubblico condiviso, a un confronto che mi piace immaginare non chiassoso, non invadente, a volte incongruo e a temperatura variabile, ma sempre calibrato, in sicurezza come un black match.
[Martina Cavallarin]