Bitume PhotoFest Preview

Brindisi - 02/09/2014 : 15/09/2014

Primo festival urbano dedicato alla fotografia contemporanea nel Sud Italia. Sarà presentato in anteprima presso gli spazi dell’Area Partenze dell’Aeroporto del Salento con la mostra “Sola Andata” di Daniele Coricciati.

Informazioni

Comunicato stampa

BITUME PHOTOFEST Preview

“SOLA ANDATA”
di DANIELE CORICCIATI

2-15 settembre 2014
Area partenze di Aeroporto del Salento
(Brindisi)

Opening, 2 settembre 2014 ore 18.30


Primo festival urbano dedicato alla fotografia contemporanea nel Sud Italia, BITUME PHOTOFEST sarà in scena a Lecce dal 12 al 27 settembre. Concepito per inaugurare un network di sinergie e collaborazioni tra operatori culturali e professionisti del mondo fotografico, Bitume realizza il sogno di condivisione urbana della disciplina fotografica, con momenti di formazione gratuita e approfondimenti di settore

Attraverso il tema della prima edizione, Memorie di Strada, il Festival si propone di indagare la città come contenitore di racconti personali e memorie collettive, di suscitare indagini antropologiche e culturali attraverso le suggestioni fotografiche.
BITUME PHOTOFEST è un progetto e un marchio dell’Associazione Culturale Positivo Diretto di Lecce, composta da giovani professionisti pugliesi attivi a Lecce su vari fronti della fotografia, dell’arte contemporanea e della creatività.

Realizzato con il sostegno di Apulia Film Commission e con il patrocinio del Comune di Lecce, il festival sarà presentato in anteprima presso gli spazi dell’Area Partenze dell’Aeroporto del Salento il 2 Settembre alle 18:30, in partnership con Aeroporti di Puglia e il Comune di Brindisi, e sarà lì presente dal 2 al 15 settembre 2014, con la mostra “Sola Andata” di Daniele Coricciati. Non più concepiti solo come luoghi anonimi destinati a partenze e arrivi, gli aeroporti pugliesi si aprono alla contaminazione artistica, diventando luoghi fruibili, vivi e aperti al territorio. Con la possibilità di generare cultura e partecipare in primo piano ai fermenti artistici della propria terra.

“Sola Andata” è il racconto personale di un viaggio nell’Azerbaijan, realizzato per conto dell’Ambasciata azera in Italia e della Royal Photographic Society (la più antica istituzione fotografica al mondo fondata a Puglia, dal 2011 al 2013) da Daniele Coricciati, reporter italiano e autore del progetto fotografico dedicato ai paesaggi urbani e antropologi della repubblica caucasica. Il materiale fotografico in esposizione è composto da 25 stampe fotografiche analogiche in bianco e nero.










Nei luoghi che l’autore ha visitato è stato accolto come se fosse un emigrante, che torna a casa per le feste. Dall’immancabile tchay a tutte le ore del giorno (e della notte) alle lunghe chiacchierate con la gente dei villaggi fumando sigarette preparate al momento, è stato un susseguirsi senza sosta di momenti di vita che l’autore ha cercato in tutti i modi di fissare al meglio sulla pellicola. Giornate intense, piene di luce e di emozioni.

Daniele Coricciati, classe 1976, fotografa da più di vent'anni. Predilige da sempre il reportage. E il bianco e nero. Tante le esperienze e le collaborazioni in questi anni che gli hanno permesso di ottenere sempre maggiori riconoscimenti di critica e pubblico.
Dal 2007 lavora al progetto DOC, un ritratto della sua Terra, il Salento. Dal 2009 consolida la sua collaborazione con artisti e professionisti del settore. Nel 2011 realizza in Azerbaijan quello che, a oggi, rimane il suo reportage fotografico più importante e significativo.
Da dicembre 2012 a dicembre 2013 realizza "36", tre serie di dodici fotografie ognuna, che raccontano in chiave intima, personale ma stranamente lontana dal suo modo di fotografare, un anno decisivo della sua vita. Dall'inizio del 2014 è impegnato nella promozione del lavoro realizzato in Azerbaijan attraverso una serie di mostre. Nel mese di luglio ha presentato in anteprima mondiale ad Arles durante "Les Rencontres d'Arles" tre delle fotografie che compongono il progetto "36".