Bite&Go

Milano - 11/11/2021 : 13/11/2021

Il nuovo progetto itinerante di Nicoletta Rusconi Art Projects | Una vetrina pop up con oltre 60 opere d'arte selezionate e a prezzi accessibili.

Informazioni

  • Luogo: SAN FERMO 7
  • Indirizzo: via San Fermo 7 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 11/11/2021 - al 13/11/2021
  • Vernissage: 11/11/2021
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: dalle 10.00 alle 21.00.
  • Uffici stampa: DDL STUDIO

Comunicato stampa

Oltre 60 opere, pezzi unici in piccolo formato di artisti emergenti, mid-career ed established, selezionate e accessibili: arriva a Milano dall'11 al 13 novembre 2021 la prima tappa di Bite&Go, il nuovo progetto itinerante internazionale di Nicoletta Rusconi Art Projects, nato per avvicinare all’arte contemporanea un pubblico il più possibile ampio e diversificato di giovani, curiosi e appassionati, che possono così muovere i primi passi da potenziali collezionisti, attraverso una proposta curata di alcuni fra gli artisti più interessanti della scena attuale





Per tre giorni, in via San Fermo 7, sarà infatti possibile immergersi in un’inedita wunderkammer dove scoprire e vedere la selezione di opere scelte da Nicoletta Rusconi, collezionista, ex-gallerista e mecenate dell’arte: pezzi unici, di diverso formato e tecnica – pittura, scultura, ceramica, vetro, collage, disegno e design; autori di generazioni e provenienze differenti, dai maestri già affermati ai giovani emergenti, fra cui Letizia Cariello, Giovanni Chiamenti, Giulia Dall’Olio, Giulio Frigo, Genuardi/Ruta, Franco Guerzoni, Eduard Habicher, Jana Kasalová, Jean-Baptiste Maitre, Jacopo Mazzonelli, Pierre-Etienne Morelle, Federico Pepe, Alice Ronchi, Vanessa Safavi, Franz Schmidt, Davide Sgambaro e Henrik Strömberg. Tutte le opere sono accomunate dalla caratteristica di essere accessibili ad un pubblico allargato, grazie a un range di prezzo che varia fra i 300 e i 3.000 euro, consentendo di acquistare e collezionare arte anche con un investimento contenuto.

Bite&Go, Installation View, Agrate Conturbia. Ph. Agnese Bedini