Birgitta Heinrichs – Meta[L]morphosis

Busto Arsizio - 02/12/2018 : 13/01/2019

La mostra fotografica dell’autrice tedesca residente a Fiesole, curata da Elena Ginanneschi Arnaldi, è una esplorazione visiva delle trasformazioni che l’inesorabile azione del tempo infligge ai materiali metallici usati nelle lavorazioni industriali.

Informazioni

Comunicato stampa

La Fondazione Bandera per l’Arte è lieta di presentare domenica 2 dicembre 2018 alle ore 18 la personale di Birgitta Heinrichs Meta[L]morphosis
La mostra fotografica dell’autrice tedesca residente a Fiesole, curata da Elena Ginanneschi Arnaldi, è una esplorazione visiva delle trasformazioni che l’inesorabile azione del tempo infligge ai materiali metallici usati nelle lavorazioni industriali.
“Durante le ricerche alla scoperta di materie di scarto industriale” scrive la curatrice nel testo in catalogo “Birgitta è giunta ad un centro di raccolta e riciclo a Pontedera, nel territorio pisano

“Il Gigante”, come ella ama chiamare questo luogo, fatto di montagne di materie metalliche, è lo scrigno prezioso, una inaspettata quanto insolita Wunderkammer a cielo aperto dal quale attingere frammenti di rame o di alluminio, per lo più scarti della lavorazione industriale. Molte immagini esposte sono state generate in seguito a ripetute “escursioni” al Gigante di Pontedera”.
Attraverso i suoi scatti fotografici la Heinrichs documenta processi di metamorfosi materica che a loro volta, durante le fasi di ridefinizione dell’immagine, subiscono una ulteriore trasformazione in seguito alle scelte formali e compositive dell’autrice.

BIRGITTA HEINRICHS
Meta[L]morphosis
3 dicembre 2018 - 13 gennaio 2019
Inaugurazione Domenica 2 dicembre 2018 ore 18.00
Orari di apertura: da giovedì a domenica 16.00 - 19.00
Chiusure: sabato 8 dicembre 2018, domenica 6 gennaio 2019
Fondazione Bandera per l’Arte - Via Andrea Costa 29, Busto Arsizio (Va)
T. 0331. 322311 - [email protected]
www.fondazionebandera.it


NOTE BIOGRAFICHE

Birgitta Heinrichs è nata a Münster in Germania, vive e lavora a Fiesole. Giovanissima si è appassionata alla fotografia e alla musica. È Musicista e musicoterapeuta. Nel 1982 si è iscritta alla Scuola di Musica di Fiesole. Si è perfezionata con il M° Konrad Klemm e con il M° Mario Ancillotti. La fotografia è per lei un’opportunità per approfondire le sue indagini nell’arte, nella psicoanalisi, nella religione, nell’ecologia e nel sociale. Il suo impegno a difesa dei diritti umani si esplica con numerosi interventi in situazioni di emarginazione, è presidente dell’Associazione Nuova Vita Onlus che si occupa di bambini provenienti da famiglie emarginate.
Ha conseguito Master organizzato dalla Scuola di Musica di Fiesole e da Università degli studi di Firenze sul progetto relativo a “El Sistema venezuelano” che porta con successo la grande musica nelle favelas sudamericane e nel mondo.
È tra i direttori di “Coro Insieme” in collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole.
Ha partecipato su invito a mostre personali in Italia e all’estero e ad eventi culturali con video instalazioni tra cui:
“Meta[L]morphosis” personale, a cura di Elena Ginanneschi Arnaldi, Fondazione Bandera per l’Arte, Busto Arsizio, Dicembre 2018-Gennaio 2019; “Nodi e vertigini”, installazione Video di poesia e danza di Silvia Zanotto e Birgitta Heinrichs, La Limonaia di Villa Strozzi, Firenze, Ottobre 2018; “Inventarsi”, personale su invito della Galerie Richard nella sede del Künstlerhaus Mahrzahn, Berlin, luglio 2016;
“Fotografare l’immateriale - ovvero della fotografia meditativa”, a cura di Elda Torres, Le Murate, Firenze, Giugno 2015; “Diritti negati dei bambini” per Creare insieme ad Amnesty International, Firenze, Ottobre 2014; “Realtà parallele”, nel ciclo Percorso d’arte del Comune di Pontassieve, a cura di Roberta Fiorini, Pontassieve, Maggio 2013: “Cambiare si può”, Spazio Eventi Leonardo, Firenze, Agosto 2013; “Cambiare si può”, Casa Orlandai, Barcellona, Dicembre 2013; “La fabbrica illuminata”, video Installazione con la pittura di Fernando Farulli su musica di Luigi Nono, per soprano e nastro magnetico a 4 piste, con Luisa Castellani e Alvise Vidolin, per “Convegno Nazionale Luigi Nono”, Fiesole, e per “Progetto Sonora-Con Luigi Nono” organizzato dalla Federazione Cemat, Palazzo delle Esposizioni, Roma, 27 novembre - 4 dicembre 2000.