La rassegna internazionale che celebra la bicicletta in tutte le sue forme. Ideato e diretto dal newyorchese Brendt Barbur e prodotto in Italia da Ciclica, il BFF sbarca alla Stazione Leopolda per una quattro giorni di cinema, musica, arte, design e workshop.

Informazioni

  • Luogo: STAZIONE LEOPOLDA
  • Indirizzo: Viale Fratelli Rosselli 5 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 26/09/2013 - al 29/09/2013
  • Vernissage: 26/09/2013 ore 21
  • Generi: design, arte contemporanea, serata – evento, musica, cinema, teatro
  • Biglietti: BFF off (Mostre, Concerti, BMX Recycled Park, Spazio Espositivo Ciclostili, Contest, Area Flat, Workshop, Bike Polo: Stazione Leopolda ingresso gratuito BFF Proiezioni: Stazione Leopolda, Spazio Alcatraz ingresso intero: 6 € ingresso ridotto: 4 € (Uisp, ToscanaIN, over 65) abbonamento 4 giorni, 7 programmi: 20 € Approfondisci: http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=b3.09.24.14.45#ixzz2fusymKkh Follow us: @novedafirenze on Twitter | novefirenze on Facebook

Comunicato stampa

Dal 26 al 29 settembre arriva per la prima volta a Firenze il Bicycle Film Festival: la rassegna internazionale che celebra la bicicletta in tutte le sue forme. Ideato e diretto dal newyorchese Brendt Barbur e prodotto in Italia da Ciclica, il BFF sbarca alla Stazione Leopolda per una quattro giorni di cinema, musica, arte, design e workshop



Partito a giugno dagli Anthology Film Archives di Manhattan, il festival toccherà in un anno 30 città in tutto il mondo: Rio de Janeiro, Londra, Buenos Aires, Tokyo, Sidney, San Francisco, Istanbul, per arrivare a Firenze proprio in concomitanza con i Mondiali di Ciclismo. Il BFF nasce nel 2000, quando il suo ideatore, dopo essere stato investito da un autobus mentre pedalava per le strade di New York, decide di trasformare quell’esperienza in qualcosa di positivo. E raccontare le diverse anime della bici e il coraggio di chi la sceglie ogni giorno.

I film
Trasformato in un cinema per l’occasione, lo Spazio Alcatraz della Leopolda ospiterà 53 film tra corti e mediometraggi provenienti da tutto il mondo, suddivisi in 7 programmi tematici. Documentari su sottoculture urbane, report di grandi e piccoli eventi, animazione, clip musicali, video arte: scorci su una rivoluzione culturale su due ruote e sulle storie di chi la anima.

Ad inaugurare il festival, giovedì 26 settembre alle 21.00, sarà una selezione di corti incentrati sulla cultura newyorchese dello urban cycling. Qualche titolo: Made in Queens, di Joe Stevens e Nicolas Randall, documentario sull’inaspettato incontro tra la cultura caraibica del sound system e quella urbana in un garage in affitto alla periferia del Queens; Mark on Allen, l’esibizione in bicicletta di Mark Gonzales – uno degli skateboarder più importanti della storia – per la regia del grande Spike Jonze. Le proiezioni continueranno fino domenica con due sessioni giornaliere, alle 19.00 e alle 21.00, più due sessioni dedicate ai più piccoli alle 17.00 il sabato e la domenica. Grande importanza verrà data a tutte quelle sottoculture alternative che stanno reinventando il concetto di ciclismo e la città: dai bmx rider di Accra, Ghana, ritratti nel documentario Bikelordz di Mikey Hart, fino alle alleycat (corse di agilità e velocità su percorso urbano) filmate dall’eclettico filmmaker Lucas Brunelle nel suo Road Sage, passando per i bike messenger di On Time, cortometraggio d’esordio del regista Ari Taub e gli stunt creativi di Ski Boys di Benny Zenga. Riflettori puntati anche sulla bici come mezzo di scoperta, con i reportage Riding the Long White Cloud di Alex Craig, epico viaggio su due ruote attraverso i paesaggi mozzafiato della Nuova Zelanda, e Road from Karakol di Fitz Cahall, cronaca di un’esplorazione in solitaria delle montagne del Kirghizistan. Grande attesa anche per l’anteprima di Monumental Flanders, il documentario di Luca Battiston e Alberto Innella sul Fiandre – storica corsa tra Bruges e Oudenaarde – e per Moon Rider, del regista danese Daniel Dencik: un viaggio in Super8 nella mente tormentata del giovanissimo campione Rasmus Quaade.

Le mostre, le gare, i concerti
Non solo cinema: per tutti gli amanti della bmx venerdì sarà inaugurato il Bmx Recycled Park. Progettato e costruito da NoSoccer e dipinto dal writer FrenoPerSciacalli rimarrà aperto per tutta la durata del festival dalle 12.00 alle 21.00. Sempre dedicata ai bmx riders, venerdì alle 15.00 aprirà l’Area Flat: uno spazio per chi ai salti e allo street riding preferisce i volteggi e l’equilibrio del Flatland. Grande novità per Firenze sarà il bike polo: giocatori provenienti da tutta Italia convergeranno in un campo indoor all’interno della Leopolda per offrire un torneo ispirato ai colori del calcio storico. Tra le altre attività collaterali il circus bike show con il trio italo-belga Compagnia Rasoterra e workshop di ciclomeccanica per bambini curati dall’associazione Veni Vidi Bici.

Ad arricchire il festival la mostra fotografica Ronde Around, curata da Angelo Ferrillo e promossa dall’Ente del Turismo delle Fiandre per il centenario dell’epico Ronde van Vlaaderen, una delle Classiche ciclistiche più importanti del mondo (Per maggiori dettagli vedi comunicato specifico su Mostra Ronde Around). All’ingresso dello Spazio Alcatraz sarà inoltre allestita l’esposizione Se dico bici tu che dici? Schizzi e disegni di illustratori provenienti da tutto il mondo ma uniti dall’interesse per la bicicletta.

L'incontro tra Stazione Leopolda e BFF ha portato alla nascita di Ciclostili, un'area pensata per tutti quei creativi, designer e appassionati che hanno fatto della bici un elemento da cui partire per ripensare gli stili. I riflettori si accenderanno sul “Red Carpet” che vedrà sfilare i modelli più strani e bizzarri a due ruote mentre per i cultori, grande attesa per la presentazione della Cinelli Hobo, la bici che unisce il ciclocross e turismo. Lo stile e la ricerca sono il filo conduttore di tutti gli espositori presenti in quest’area.

Le serate del BFF si colorano di musica: elettronica e dubstep, ma anche soul vintage, r&b e boogaloo, in collaborazione con Le Nozze di Figaro e Club Nation. Si parte venerdì 27 settembre alle 22.30 con l’Electro Velodrome Party, evento intriso di bassi potenti, spezie hip hop e reminescenze dancehall. Si continua sabato 28 sempre alle 22.30 con la BFF – Soul on Cycle Allnighter, serata dal sapore northern soul, genere tra i cui estimatori non poteva mancare Bradley Wiggins, il campione inglese delle due ruote passato alla storia come “il primo ciclista mod”. (Per maggiori dettagli vedi comunicato specifico sulla musica)

Il Bicycle Film Festival è ideato e diretto da Brendt Barbur e prodotto in Italia da Ciclica in collaborazione con Stazione Leopolda srl. Con il patrocinio di Comune di Firenze, Regione Toscana, Università degli Studi di Firenze, Consolato degli Stati Uniti d’America, Unesco ed Ente del Turismo delle Fiandre. Main sponsor dell’iniziativa: KLM Italia, Sun 68, Consorzi nazionali della filiera del riciclo (Conai, Rilegno, Ricrea, Comieco, CoReVe, Cial, Corepla).