Between wolves and the abyss

Treviso - 01/12/2011 : 01/12/2011

La Fondazione Benetton Studi Ricerche presenterà, negli spazi Bomben di Treviso, Between wolves and the abyss [Tra i lupi e i dirupi], il libro che raccoglie gli ultimi lavori dell’architetto Tobia Scarpa pubblicato di recente dalla nuova casa editrice trevigiana RG editore.

Informazioni

Comunicato stampa

etween wolves and the abyss
presentazione pubblica del libro che contiene gli ultimi lavori di Tobia Scarpa
L’architetto ne discuterà con Evelina Bazzo e con l’editore Raul Gorghetto
giovedì 1˚ dicembre 2011 ore 18
auditorium spazi Bomben, via Cornarotta 7, Treviso

comunicato stampa, 28 novembre 2011

Giovedì 1˚ dicembre alle ore 18 la Fondazione Benetton Studi Ricerche presenterà,
negli spazi Bomben di Treviso, Between wolves and the abyss [Tra i lupi e i dirupi], il libro
che raccoglie gli ultimi lavori dell’architetto Tobia Scarpa – famoso in tutto il mondo
per le sue architetture e oggetti di design – pubblicato di recente dalla nuova casa editrice trevigiana RG editore.
Tobia Scarpa presenterà il volume insieme a Evelina Bazzo, docente all’Università Iuav
di Venezia e design manager Umbrella, e all’editore Raul Gorghetto.

Curato personalmente dall’architetto nel progetto grafico, il libro è ricco di disegni inediti
e di moltissime foto degli ultimi e importanti lavori, come, ad esempio, quelli sul restauro
delle gallerie dell’Accademia a Venezia, delle nuove costruzioni architettoniche e così via, fino ad arrivare ai bellissimi oggetti di design (lampade, gioielli ecc.).

Between wolves and the abyss, attraverso le parole dello stesso Tobia Scarpa, quelle dei suoi colleghi e amici più fidati, nonché quelle della figlia Carlotta (che scrive un emozionante racconto familiare), ci trasporta nel mondo e nel modo di concepire l’architettura del grande architetto, offrendo un contributo fondamentale per comprenderne il lavoro e la filosofia.

Scrive Scarpa nell’incipit del volume: «Nell’elaborare un progetto credo, e vorrei convincere
il mondo, che non si possa partire da una volontà formale, perché questo benedetto mestiere
non può essere sterilizzato in partenza. Ad esempio nel condurre un gregge di pecore,
con l’aiuto anche dei cani, si deve tener conto di tutti i fattori, e il muoversi in avanti significa evitare i burroni, allontanare i lupi, fermarsi al punto in cui la stanchezza lo richiede e, soddisfatti, guardare al cammino fatto».

Per informazioni: Fondazione Benetton, tel. 0422.5121, [email protected], www.fbsr.it.


Tobia Scarpa opera nel campo dell’architettura, del design e del restauro.
Nel 1969 si laurea in Architettura all’Università di Venezia e l’anno successivo vince
il “Compasso d’Oro” con la seduta Soriana. Per il suo lavoro come designer riceve molti altri riconoscimenti. Alcuni suoi oggetti sono esposti nei più importanti musei del mondo, a iniziare dalla sedia Libertà al Louvre di Parigi.
Nel campo dell’architettura lavora con committenti pubblici e privati: per la Benetton Group progetta l’intero complesso dell’area industriale di Castrette di Villorba (Treviso), a tutt’oggi considerato un paradigma estetico-funzionale e un lavoro esemplare di architettura industriale.
Dal 2002 insegna alla Facoltà di Design e Arti dell’Istituto Universitario di Architettura
di Venezia. Nel 2008 riceve il “Compasso d’Oro” alla carriera.