Batash – L’Albero degli Specchi Neri

Cagliari - 18/01/2019 : 02/02/2019

Batash, artista-sciamana da lungo tempo residente nei silenziosi luoghi di Castiadas, per meglio dedicarsi allo studio dei misteri della Natura, presenta uno dei rari momenti di esposizione pubblica del suo lavoro negli spazi di due dei luoghi dedicati alla Cultura più attivi del quartiere Marina di Cagliari.

Informazioni

  • Luogo: (IN)VISIBILE
  • Indirizzo: Via Barcellona 75 - Cagliari - Sardegna
  • Quando: dal 18/01/2019 - al 02/02/2019
  • Vernissage: 18/01/2019 ore 18,30
  • Autori: Batash
  • Curatori: Efisio Carbone, Ivana Salis
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: da venerdì 18 gennaio a sabato 2 febbraio orari: da giovedì a sabato ore 18-21

Comunicato stampa

Batash, artista-sciamana da lungo tempo residente nei silenziosi luoghi di Castiadas, per meglio dedicarsi allo studio dei misteri della Natura, presenta uno dei rari momenti di esposizione pubblica del suo lavoro negli spazi di due dei luoghi dedicati alla Cultura più attivi del quartiere Marina di Cagliari.

Come spesso accade nelle sue opere, antichi saperi, percorsi iniziatici, elementi simbolici e alchemici, si fondo in istallazioni difficilmente ascrivibili al solo territorio dell'arte, in una pluralità di forme che si comprendono come unità solo dopo aver compiuto il viaggio metaforico che l'artista sempre pretende dal pubblico



L'articolato lavoro presenta all'interno di Spazio e Movimento una serie di autoritratti meta-storici lungo una galleria oltre il tempo dove il passo incede colmandosi di decadente ironia riflesso dell'era contemporanea. Lo Spazio (In)visibile è invece contenitore dell'Albero degli Specchi Neri cuore di tutto il percorso, essenza dell'anti- riflesso, porta verso altri mondi, luogo mistico di silenzi profondi; qui è facile smarrirsi, qui Batash tocca il sublime.



L'artista richiede al pubblico di osservare l'ordine delle istallazioni, perciò una volta visitato Spazio e Movimento si procede a poco più di 100 metri per Spazio (In)visibile.