Barbarie

Milano - 14/06/2012 : 26/07/2012

Barbarie è il progetto presentato da Marcello Maloberti e Adrian Paci, elaborato per il Dipartimento di Arti Visive, Performative e Multimediali della NABA - Nuova Accademia di Belle Arti Milano, diretto da Marco Scotini.

Informazioni

Comunicato stampa

(scroll down English version)

Barbarie è il progetto presentato da Marcello Maloberti e Adrian Paci, elaborato per il Dipartimento di Arti Visive, Performative e Multimediali della NABA - Nuova Accademia di Belle Arti Milano, diretto da Marco Scotini



Questa Barbarie, individuata nell’accostamento di opere di diversa natura e tecnica, selezionate tra quelle prodotte dagli studenti del Triennio di Pittura e Arti Visive, è intesa come un'attitudine all'esperienza dell'arte, che si muove ai confini dei linguaggi ordinari: la capacità di inventare nuove forze, nuovi concetti e ossessioni, deriva infatti dalla possibilità di usare il linguaggio muovendosi in un territorio che rimane sempre straniero, un carattere potenziale che viene percepito come necessariamente e ostinatamente “barbaro”.
Gli studenti, con le loro opere, hanno guardato con naturalezza a tutto ciò che si rivolge all’“istintivo”, che nasce da una reale sollecitudine e necessità, ponendo l’attenzione sull' importanza di una dimensione desiderante alla base delle dinamiche della creazione artistica. Seguendo la natura dei lavori in mostra che presentano la molteplicità dei linguaggi, delle tecniche, delle sollecitazioni e dei gesti che li hanno generati, la dimensione spaziale in cui sono raccolti è stata pensata per opposizione, al fine di marcare questi aspetti tra saturazione e sottrazione, intensità e riduzione, vuoto e pieno, frastuono e silenzio.

Sono nella Barbarie: Emre Baloglu, Irene Belfi, Martina Brembati, Gloria Carucci, Cosimo Casoni, Fabio Cattelan, Nicolò Colciago, Irene Coppola, Filip Adrian Dziegielewski Elisabetta Falanga, Giulia Fumagalli, Roberta Garbagnati, Alice Gerosa, Francesca Grossi, Cecilie Hjelvik Andersen, Po-Tzu Huang, Jessica Laufer, Alessandro Lenzolari, Giulia Maiorano, Giorgia Mocilnik, Flavia Montecchi, Serena Nassini, Maria Cecilia Nelli, Giulia Pellegrini, Daniela Peracchi, Alessandra Piga, Claudia Ponzi, Lavinia Raccanello, Giulia Ratti, Alkim Andrea Reggioli, Maria Luisa Ronchi, Florencia Sanchez, Irene Sartorio, Davide, Serpetti, Sofia Sita, Mauro Valsecchi, Aberto Venturini, Martina Viganò, Federica Vesprini, Sara Zioni.

La stessa sera inaugura: Immagine, titolo, spazio intermedio, una mostra personale di Orestis Mavroudis, presso Careof DOCVA.

con il contributo di in collaborazione con con il patrocinio di




-------------------------------------------------

curated by Marcello Maloberti and Adrian Paci
coordination by: Giovanni de Lazzari, Caterina Iaquinta, Francesco Locatelli
opening: Thursday, June 14th, at 6.30 pm
exhibition: from June 15th to July 26th, 2012
opening hours: Tuesday to Friday, from 11 am to 7 pm, Saturday from 3 to 7 pm
venue: Viafarini DOCVA, Fabbrica del Vapore, via Procaccini 4, Milan

Barbarie - Barbarity is a project ideated by Marcello Maloberti and Adrian Paci for the Department of Visual, Performing and Multimedia Arts of NABA - Nuova Accademia di Belle Arti Milano, directed by Marco Scotini

Barbarie - Barbarity is here intended as an attitude and inclination towards the art experience which moves along boundaries of ordinary languages and is detected in the proximity of the works, characterized by different natures and techniques, selected among those made by Three- year BA Painting and Visual Arts’ students. The capability of creating new forces, concepts and obsessions, comes, indeed, from the possibility of exploiting the language, moving in a territory, which remains, however, always foreign. This potential power of the language is perceived as necessarily and obstinately barbarian.

In their works, students have looked naturally at everything that dialogues with the “instinctive” that comes out from the actual readiness and necessity, focusing on the relevance of a desiring dimension, which stands for the ground of the artistic creation. In order to remark these aspects of saturation and subtraction, intensity and reduction, emptiness and fullness, noise and silence, the exhibition space has been conceived on the ground of opposition. This structure is based on the nature of exhibited works, representing the multiplicity of languages, techniques, stimuli and gestures which are generating forces.

In the Barbarie - Barbarity, there are: Emre Baloglu, Irene Belfi, Martina Brembati, Gloria Carucci, Cosimo Casoni, Fabio Cattelan, Nicolò Colciago, Irene Coppola, Filip Adrian Dziegielewski Elisabetta Falanga, Giulia Fumagalli, Roberta Garbagnati, Alice Gerosa, Francesca Grossi, Cecilie Hjelvik Andersen, Po-Tzu Huang, Jessica Laufer, Alessandro Lenzolari, Giulia Maiorano, Giorgia Mocilnik, Flavia Montecchi, Serena Nassini, Maria Cecilia Nelli, Giulia Pellegrini, Daniela Peracchi, Alessandra Piga, Claudia Ponzi, Lavinia Raccanello, Giulia Ratti, Alkim Andrea Reggioli, Maria Luisa Ronchi, Florencia Sanchez, Irene Sartorio, Davide Serpetti, Sofia Sita, Mauro Valsecchi, Aberto Venturini, Martina Viganò, Federica Vesprini, Sara Zioni.


The same evening opens: Immagine, titolo, spazio intermedio, a solo show by Orestis Mavroudis, at Careof DOCVA.


Viafarini DOCVA
fabbrica del vapore
via procaccini 4, 20154 milano

p/f +39 02 66804473
p +39 02 45471153
[email protected]
www.viafarini.org