Barbara Pinna – Cercando ancora

Verona - 29/08/2013 : 26/09/2013

In Sala Polifunzionale del Palazzo della Gran Guardia si terrà la mostra dell'artista Barbara Pinna, dal titolo Cercando ancora, presentata dall' Accademia di Belle Arti "G. B. Cignaroli" e dalla Società Belle Arti, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Verona.

Informazioni

Comunicato stampa

Dal 29 agosto al 26 settembre 2013 in Sala Polifunzionale del Palazzo della Gran Guardia si terrà la mostra dell'artista Barbara Pinna, dal titolo Cercando ancora, presentata dall' Accademia di Belle Arti "G. B. Cignaroli" e dalla Società Belle Arti, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Verona.

In questa mostra vengono proposti più percorsi: la prima sezione, dal titolo “Singolare femminile”, si articola in una serie di ritratti di donna. La seconda, “Contenuti” ha, come tema protagonista il simbolismo delle “scatole”, che sono l’oggetto e il tema dominante della mostra



Ai lavori inediti, creati appositamente per questa mostra, sono affiancate opere già esposte in precedenza.

La parte antologica è una presenza importante a supporto del percorso poetico dell’artista.

Le opere di Barbara Pinna contengono una forte vitalità, è un genere di pittura che crea una connessione immediata con il passato, solidale con la storia; le opere si esprimono con linee di rigore che procedono attraverso frammenti, in cui colori, spazi e segni si ricostruiscono in un disegno autentico e di valore.
Le pennellate soffuse, materiche, lasciano intravedere la ricerca instancabile per la riconquista della forma e di un linguaggio paziente ed attento.



È una pittura che, come sarà evidente particolarmente nella seconda sezione, si rivolge a tutto ciò che appare come “guscio” che custodisce l’immobilità delle cose. L’artista ha messo al centro del suo universo creativo l’idea di un contenitore, che però non contiene nulla; si dimostra attratta dall’ idea dell’involucro, di imballaggio, il cui interno non è conoscibile dall’osservatore.
Ma non è il vuoto il suo tema, perché sta all’osservatore riempire tale contenitore; sono forme solide, aperte nello spazio, nettamente e limpidamente definite.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 26 settembre 2013, tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso libero.

Inaugurazione: giovedì 29 agosto 2013 ore 18.30.

Catalogo della mostra con un saggio di Vittorino Andreoli e testi critici di Gabriella Belli, Paola Marini, Carla Mariani, Claudio Strinati, Fabrizio Lemme.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Barbara Pinna collabora come docente presso l’Accademia di Belle Arti di Verona e ha esposto in prestigiose sedi a Roma, Trieste, Spoleto per eventi di carattere monografico e collettivo. Ha esposto per la prima volta nel 2003 e in seguito partecipato a numerose altre mostre collettive, fino al luglio 2007, quando ha presentato la prima sua personale dal titolo “Muta poesia”, allestita presso Fortezza spagnola di Porto Santo Stefano.
Nel 2009 realizza la mostra "In attesa di niente", presentata a Palazzo Ferrajoli a Roma e riproposta successivamente nel prestigioso allestimento del Palazzo del Consiglio Regionale Friuli Venezia Giulia.