Azioni senza fissa dimora – Cesare Viel

Milano - 13/11/2013 : 13/11/2013

Durante la cena, come Brahma il dio indù distaccato e dormiente, concentrato e sognante, l'azione di Cesare Viel si riverbera sui presenti e sul loro intento di comunicare e/o scambiare con gli altri il proprio pensiero e la propria impressione sul senso di quanto sta accadendo.

Informazioni

Comunicato stampa

AZIONI SENZA FISSA DIMORA



Alterarte presenta un ciclo di tre appuntamenti dedicati alla performance: artisti provenienti da ambiti di ricerca diversi ma contigui che hanno accettato la sfida di lavorare fuori dai luoghi canonici per misurarsi in spazi senza difese ma che si fanno dimore delle loro azioni.

Cesare Viel ci accompagnerà durante la cena al ristorante Dopolavoro Bicocca, i Kinkaleri ci aspetteranno per un dopo cena in un appartamento privato e Alessandro Bosetti ci stupirà durante l’aperitivo in un’altra casa




Il sogno di una cena di Cesare Viel

Mercoledì 13 novembre ore 20.30 c/o Ristorante Dopolavoro Bicocca, via Chiese 2, Milano



Durante la cena, come Brahma il dio indù distaccato e dormiente, concentrato e sognante, l'azione di Cesare Viel si riverbera sui presenti e sul loro intento di comunicare e/o scambiare con gli altri il proprio pensiero e la propria impressione sul senso di quanto sta accadendo.

Cesare Viel (Chivasso 1964) nelle sue performance fa ricorso a prosa, poesia e fotografia. Usa la parola facendola entrare in rapporto con una serie di “eventi” dei quali è lui stesso il principale artefice. Il suo lavoro è stato esposto in varie gallerie e ha partecipato alla Biennale di Venezia (1999). Tra le installazioni e performance realizzate si ricordano: To the lighthouse; Cesare Viel as Virginia Woolf, presentata al Teatro degli atti a Rimini (2004); Mi gioco fino in fondo, al Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce a Genova (2008); Facciamo fluire via le nostre frasi alla Fondazione Pietro Rossini a Briosco (2011).

www.cesareviel.com

Prenotazione obbligatoria entro il 6 novembre per posti limitati: [email protected]

Biglietto 45€ (cena inclusa).*



MaskMirror di Alessandro Bosetti

Giovedì 28 novembre ore 19.30 c/o Alterarte, via Poerio 43, Milano


Alessandro Bosetti ha sviluppato uno strumento e software che ha chiamato MaskMirror (Maschera-Specchio) e con questo durante la performance dal vivo, riorganizza il linguaggio parlato ricomponendone la musicalità. La macchina, che ricorda i primi e impacciati calcolatori barocchi, non segue principi matematici ma tende piuttosto a scardinare il fluire della lingua e i suoi significati rimontandoli in sequenze casuali. Bosetti mescola la propria voce con la voce campionata dalla macchina in una forma di ventriloquismo elettronico.

Alessandro Bosetti (Milano 1973) Artista sonoro e radiofonico, compositore e performer, risiede a Berlino dal 2001. Il suo interesse principale è nelle zone di contatto e frizione tra linguaggio parlato e musica. E' considerato uno dei più innovativi artisti radiofonici della sua generazione. Dal 2001 ha prodotto numerose text-sound compositions per i dipartimenti di arte sonora delle maggiori stazioni radiofoniche europee. Come compositore di musica da concerto ha lavorato con il Kammerensemble Neue Musik Berlin, l'ensemble vocale Die Maulwerker e ha recentemente completato un ciclo di pezzi da camera per voce, clarinetto e chitarra commissionati dal museo d'arte contemporanea di Besançon. Alessandro Bosetti è un performer con all'attivo decine di tour in Europa, Stati Uniti e Asia, sia come solista, con progetti a cavallo tra composizione, poesia sonora e performance sia con ensemble internazionali. Nel 2012 ha ricevuto il prix Phonurgia Nova per la sua radio-performance 636.

www.melgun.net

Prenotazione obbligatoria: [email protected]

Biglietto 20 € (aperitivo incluso).*



Ascesa & Caduta progetto, realizzazione di Kinkaleri con Marco Mazzoni
Venerdì 13 dicembre ore 21.00 c/o Alterarte, via Benedetto Marcello 6, Milano



Aufstieg und Fall der Stadt Mahagonny rappresenta il capolavoro che legò l'autore teatrale Bertolt Brecht al musicista Kurt Weill alla fine degli anni Venti in un’opera che mischia i linguaggi, le lingue e la cultura. Kinkaleri prova ora a restituirne parola e azione nella sfida di una messa in scena che si disorganizza, prova a rendersi piccola per ritrovare forza e vita. Lo spettacolo, nella forma di un one-man-show si sviluppa sulla superficie di un tavolo come un mondo intero, semplice e complesso nelle relazioni di forza.

Kinkaleri nasce nel 1995 come raggruppamento di formati e mezzi. La natura dinamica del gruppo, oggi basato a Prato, ha permesso di consolidare una ricerca creativa personale, riconosciuta sulla scena delle arti performative contemporanee in Italia e all'estero. L'area produttiva di Kinkaleri si sviluppa attraverso itinerari diversificati: spettacoli, performance, installazioni, produzioni video, sonorizzazioni, allestimenti, pubblicazioni. Le creazioni per la scena più recenti: Ascesa & Caduta (2010), I AM THAT AM I / Io Mento (2009-2010), Nessun Dorma (2009), Alcuni giorni sono migliori di altri (2008), THE HUNGRY MARCH SHOW (2007-2009). Il gruppo è formato attualmente da: Matteo Bambi, Massimo Conti, Marco Mazzoni, Gina Monaco

www.kinkaleri.it

Prenotazione obbligatoria: [email protected]

Biglietto 25 € (coffee&cakes inclusi).*



Per i soci l’intero pacchetto delle tre serate costo: 80€. Per i nuovi soci: 100€ (inclusa tessera Alterarte del valore di 20€).

*L’evento è riservato ai soci di Alterarte. Tessera annuale 20€.