ArteVisione 2015 – Luca Trevisani

Milano - 12/02/2016 : 21/02/2016

Sky Italia e Careof, in collaborazione con il Museo del Novecento presentano Cerchio di Luca Trevisani, vincitore di ArteVisione 2015 un progetto a sostegno dei giovani artisti.

Informazioni

Comunicato stampa

Sky Italia e Careof, in collaborazione con il Museo del Novecento presentano Cerchio di Luca
Trevisani, vincitore di ArteVisione 2015 un progetto a sostegno dei giovani artisti.
L’esposizione, aperta al pubblico dal 12 al 21 febbraio 2016, è a cura di Chiara Agnello, curatrice
ArteVisione, e Iolanda Ratti, curatrice del Museo del Novecento. L’opera, allestita nella prestigiosa
Sala Fontana, sarà visibile al pubblico tutti i giorni a partire dalle 17.30


Al tema del bando 2015 - ispirato all’anno dedicato alla luce - Luca Trevisani, ha risposto con un
film omaggio all’architettura modernista di Villa Girasole, in provincia di Verona, e al suo particolare
rapporto con il sole. Da qui, e attraverso il coinvolgimento del coreografo Michele di Stefano,
Leone d'Argento alla Biennale Danza di Venezia del 2014, Trevisani propone un’intensa indagine
della condizione umana e della relazione dialogica e speculare tra luce e tempo.
Cerchio prodotto da Careof e Sky in collaborazione con Filmmaster Productions e 999 Films, è
stato riconosciuto di Interesse Culturale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e sarà
trasmesso in prima visione su Sky Arte HD prossimamente sui canali 120 e 400 di Sky.
In occasione della presentazione dell’opera, verrà annunciato il vincitore di ArteVisione 2016.
Nato dalla collaborazione fra Sky Italia e Careof, ArteVisione è un progetto pluriennale a supporto
del talento creativo che offre opportunità di crescita professionale a giovani emergenti della scena
artistica italiana, attraverso la produzione, la diffusione e la promozione di un’opera video. Giunto
nel 2016 alla sua terza edizione, ArteVisione introduce alcune novità significative, aprendosi ad un
numero sempre più ampio di artisti. In quest’ottica il nuovo bando, incentrato sul ruolo attribuito alla
tecnologia come fattore di trasformazione profonda dell’individuo, così come dell’intera società, si
rivolge ad artisti under 30; introduce la figura del mentor, per questa occasione Adrian Paci, che
accompagnerà il vincitore nel processo di costruzione dell’opera; affianca al concorso il workshop
ArteVisione LAB, uno spazio di confronto con docenti e professionisti dell’ambito audiovisivo e
cinematografico per 10 progetti selezionati.
I 10 finalisti di ArteVisione 2016 sono: Aves Project, The Cool Couple, Irene Dionisio,
Elisabetta Falanga, Roberto Fassone, Gaia Formenti, Valentina Furian, Riccardo Giacconi,
Martina Rosa, Caterina Erica Shanta.
ArteVisione LAB ha offerto loro la possibilità di discutere, verificare e rivedere l’idea progettuale
iniziale alla luce delle indicazioni ricevute dai docenti ed esperti del settore della produzione video,
invitati a intervenire nei sette giorni di laboratorio.
Il workshop ha coinvolto i seguenti professionisti: Adrian Paci, mentor, Chris Auty, direttore della
Produzione NFTS, Leonardo Bigazzi, curatore, Edoardo Bolli, direttore della fotografia,
Alessandra Donati, docente Università Bicocca e NABA, Maurizio Grillo, editor, Mirco Mencacci,
Sound Designer, Iolanda Ratti, Museo del Novecento, Luca Trevisani, vincitore ArteVisione 2015,
che coinvolti su tre moduli differenti hanno approfondito alcune tematiche e tecniche della
produzione video.
L’edizione del 2016 vede inoltre la partnership istituzionale del Museo del Novecento che ospiterà
l’opera vincitrice dell’edizione 2016 nell’ambito della Dodicesima Giornata del Contemporaneo, il
15 ottobre 2016.