Artefatti

Medole - 16/12/2012 : 07/01/2013

Artefatti è la mostra d’arte contemporanea che l’Associazione Pro Loco di Medole (MN) presenterà nei locali della Torre Civica. Tre sono gli artisti, tutti originari di Bozzolo (MN) che esporranno le proprie creazioni all’interno di questa iniziativa.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO CIVICA RACCOLTA D’ARTE MODERNA - TORRE CIVICA
  • Indirizzo: Piazza Castello - Medole - Lombardia
  • Quando: dal 16/12/2012 - al 07/01/2013
  • Vernissage: 16/12/2012 ore 17.30
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Dal mercoledì al sabato: 15,30 – 18,30 Domenica e festivi: 10 – 12 e 15,30 – 18,30
  • Email: p.capelletti@live.it
  • Patrocini: Iniziativa finanziata, sostenuta e promossa da Associazione Pro Loco Medole Patrocini Provincia di Mantova, Sistema dei Musei Mantovani, Comune di Medole – Assessorato alla Cultura, Civica Raccolta d’Arte Moderna e Contemporanea, Comune di S. Martino dell’Adige – Assessorato alla Cultura, Associazione Imprimatvr.

Comunicato stampa

Artefatti è la mostra d’arte contemporanea che l’Associazione Pro Loco di Medole (MN) presenterà domenica 16 dicembre nei locali della Torre Civica. Tre sono gli artisti, tutti originari di Bozzolo (MN) che esporranno le proprie creazioni all’interno di questa iniziativa.

Donato Novellini propone i suoi oggetti quotidiani, disposti in “nature morte” ma che non muoiono, perché conservati dalla pittura che li avvolge e li immagina vincere il tempo


Quelle di Claudia Melegari non sono soltanto convenzionali fotografie ma, piuttosto, decostruzioni e nuovi montaggi di visioni fotografiche tesi a spazzare il contesto stabilito per lasciare spazio a un interrogativo, forse infinito.
Ferruccio Pecchioni è un artista della sperimentazione fotografica: la sua ricerca si declina attraverso la coppia “dettaglio-sfocatura”, superando la solo apparente incompatibilità dei due elementi ed esaltandone, invece, il naturale dialogo.

Vincenzo Denti, sui lavori che saranno esposti in Artefatti, scrive: «Solidità, ecco la sensazione che proverete di fronte a questi lavori. In un tempo in cui la precarietà e l’insicurezza prevalgono, dove l’inconsistenza del pensiero la fa da padrona, forse gli artisti riprendono la loro funzione di veggenti, riescono a portarci là dove il loro pensiero muove, dove la poetica che esprimono con le loro opere racconta una verità “nuova”».