Arte e Affiche

Castronuovo Sant’Andrea - 05/10/2013 : 07/12/2013

La mostra Arte e Affiche si ripropone di segnalare, attraverso un numero selezionato di fogli, il determinante contributo degli artisti al rinnovamento del manifesto, soprattutto per le esposizioni tenute nei musei e nelle gallerie delle principali città europee.

Informazioni

  • Luogo: MIG - MUSEO INTERNAZIONALE DELLA GRAFICA
  • Indirizzo: Piazza Guglielmo Marconi 3, 85030 - Castronuovo Sant’Andrea - Basilicata
  • Quando: dal 05/10/2013 - al 07/12/2013
  • Vernissage: 05/10/2013
  • Generi: disegno e grafica

Comunicato stampa

ARTE E AFFICHE
Visita guidata all’Atelier Guido Strazza
in occasione della IX Giornata del Contemporaneo

Sabato 5 ottobre 2013, a Castronuovo Sant’Andrea, nelle sale del MIG Museo Internazionale ella Grafia – Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”, in occasione della IX Giornata del Contemporaneo, che vedrà ancora una volta l’apertura gratuita al pubblico dei musei AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani) e di circa 1000 realtà dell’arte contemporanea in Italia per un’iniziativa che si conferma unica nello scenario internazionale, si inaugura la mostra dedicata a Arte e Affiche

Comprende manifesti originali, spesso numerati e firmati, di Assadour, Accardi, Alechinsky, Alt, Appel, Albers, Baj, Boetti, Braque, Bury, Chagall, Calder, Clavè, Consagra, Christo, Chillida, Dine, Dubuffet, Davie, De Chirico, Ernst, Fautrier, Goetz, Giacometti, Gentilini, Herbin, Hartung, Jorn, Kandinsky, Klee, Kitaj, Léger, Lindner, Masson, Friedlaender, Motherwell, Magnelli, Maccari, Mirò, Matisse, Marino, Melotti, Moore, Ortega, Picasso, Pistoletto, Poliakoff, Raphael, Rauschenberg, Roccamonte, Shann, Savinio, Steinberg, Smith, Soulage, Tapies, Turcato, Venna, Bram Van velde, Vasarely, Winter.
La storia del manifesto, inteso come mezzo d’informazione esposto nei luoghi pubblici, risale ai tempi più remoti. Il manifesto, quale pezzo di carta stampata affisso alla vista di tutti, nacque con l’invenzione della tipografia nel Quattrocento mentre, per il manifesto moderno, bisognerà attendere la fine dell’Ottocento e la scoperta della litografia, che consentì la rappresentazione di motivi semplici e colorati stampati su una carta di grande formato. Nel corso dell’Ottocento ci fu uno sviluppo economico ed urbano senza precedenti, che sfociò in una produzione di massa. Nacquero numerosi commerci, industrie, teatri e circhi, che cominciarono a ricorrere al manifesto per farsi conoscere, pubblicizzare i loro prodotti o attirare il pubblico. I manifesti si moltiplicarono allora sui muri delle città al punto da nascondersi a vicenda. In questa situazione di concorrenza, i creatori cercarono di distinguersi rinnovando i caratteri e dimostrando inventiva nell’impaginazione.
La mostra Arte e Affiche si ripropone di segnalare, attraverso un numero selezionato di fogli, il determinante contributo degli artisti al rinnovamento del manifesto, soprattutto per le esposizioni tenute nei musei e nelle gallerie delle principali città europee. Per l’occasione, inoltre, per svelare i segreti della stampa calcografica, il MIG propone ai visitatori anche una visita guidata all’Atelier Guido Strazza.

Prossime mostre
6 ottobre – 7 dicembre
“Krìeg und Kunst. Guerra e Pittura”, 120 litografie originali della Secessione di Berlino, Julius Bard editore, Berlino (1914 - 1916);

8 dicembre 2013 - 8 febbraio 2014
“Sette Calligrammi di Apollinaire e dieci acqueforti originali di Ossip Zadkine”, Christophe Czwiklitzer Editeur, Parigi – Basilea 1967, più una scelta di opere grafiche datate 1927 – 1967.
In controcanto: L’opera grafica di Achille Perilli 1947 – 2010.


Prossimi appuntamenti
13 ottobre 2013 – Giornata Nazionale delle Famiglie @l Museo: Genitori e figli al MIG per una visita guidata delle 120 opere della cartella “Guerra e Pittura” e animazione alla lettura di alcune fiabe tratte da “Fiabe della Val Sarmento”.