Art soul

Milano - 04/02/2021 : 17/02/2021

GUIDO IROSA “Simbiosi tra pittura e musica”. Espone alla GALLERIA D’ARTE CAEL di Milano nell’ambito della mostra “ART SOUL”.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA CAEL
  • Indirizzo: Via Carlo Tenca 11 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 04/02/2021 - al 17/02/2021
  • Vernissage: 04/02/2021 no
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: Lunedì - Venerdì 11.00 - 19.00 Sabato su appuntamento

Comunicato stampa

GUIDO IROSA “Simbiosi tra pittura e musica”
Espone alla GALLERIA D’ARTE CAEL di Milano nell’ambito della mostra “ART SOUL”
Dal 4 al 17 febbraio 2021 - www.guidoirosa.it

Orari Lunedì - Venerdì 11.00 - 19.00
Sabato su appuntamento Galleria Cael Via Carlo Tenca 11, 20124 Milano
+39 02 67382992 - [email protected]

Direzione Artistica e Curatela Cael Pipin
Assistente Gallerista Giulia Bottacin
Realizzazione Grafica Villani Ufficio Stampa [email protected]


Guido Irosa modula una sinfonia il cui splendore non finisce di sorprenderci, perché dal regno delle apparenze egli fa sorgere un insolito movimento di colori fiammeggiante che s’incontrano e si mescolano sulla tela. Emozioni tra metafisica e surrealismo sono le opere pittoriche che l’artista presenta alla Galleria d’Arte CAEL di Milano all’interno della mostra ART SOUL visibile dal 4 al 17 febbraio.
Una composizione di piante lussureggianti tra le fessure delle pietre, note percepite che si disperdono nell’aria.
Corde di un violino vibrate dal vento, all’unisono con il suono delle onde del mare, una visione maestosa, accompagnata da un’incantevole armonia, simbiosi tra pittura, musica.
Un sassofono incastonato nella fenditura di un macigno, affossato nella terra, emana ultimo stridulo.
Tutto intorno silenzio implacabile… l’immaginazione si fa più intensa e profonda, un tassello fondamentale per la creazione dell’artista. Solitudine dello spazio, solitudine del mare, solitudine dell’anima.

Guido Irosa nasce a Palermo dove vive e lavora come artista visivo. La tendenza artistica di Irosa non è
indirizzata particolarmente ad una corrente artistica prestabilita. L’artista lascia libera l’intuizione creativa
senza condizioni e mode. Per la prima volta le sue opere sono state esposte nella sua Città natale nel 1968,
e da allora partecipa a mostre collettive e personali di arte figurativa in Italia e nell’esposizioni internazionali. Nel 1975 espone a Parigi al Salon d’Art Libre, suscitando un insolito interesse di pubblico
e critica per la rappresentazione originale per mezzo del: “Simbolismo fantastico”, usando il simbolismo delle sedie. Dal 1975 al 1993 espone nei Saloni che si susseguono al Grand Palais di Parigi e nelle
gallerie d’arte della stessa Città. È in queste occasioni che Guido Irosa entra in contatto con artisti : Paul Baggio, Yves Brayer, Eduard Mac’Avoy, con i quali vi è stato un fertile scambio di opinioni sull’arte
e di conoscenza. Le opere di Irosa sono state esposte anche a Basilea, Londra, Krakow, Lion, Madrid,
New York, Hong Kong, Nizza, Spoleto Arte, SPAZIO SV, Venezia,

Espongono inoltre gli artisti: Agu, Giorgia Coniglio, Carol Couri , Genny Ferro , Guido Irosa Manuela Juchli, Valeria La Torre, Silvia Ottobrini, Gino Panetta, Serafino Reccia Di Donato , Laura Sandroni , Serena Attanasio , Susaura Alessandra Viotti, Marina Von Lukas.