Ars Captiva – Step by step

Torino - 14/11/2012 : 14/11/2012

Ars Captiva è diventata, “step by step”, passo dopo passo, un soggetto concreto ed attivo nel panorama dell’Arte Contemporanea a Torino ed in Regione. Di qui, la necessità di raccogliere il materiale video sinora prodotto, al fine di riunirlo in un'unica forma e veste grafica e poter così cogliere e diffondere il senso complessivo della manifestazione.

Informazioni

Comunicato stampa

RS CAPTIVA / STEP BY STEP
2007/2011

mercoledì 14 novembre 2012 ore 17.30
Salone Incontri del Museo Regionale di Scienze Naturali
Via Giolitti, 36 – Torino

Proiezione in anteprima del video
ARS CAPTIVA / STEP BY STEP
2007/2011
Intervengono alla presentazione

Il regista Peader Kirk, l’artistic producer Roberta Romoli, Elena Stradiotto del Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, Ruggero Poi dell’Associazionedidee e Marco Testa della Cooperativa Deinos


Partecipano all’incontro
Andrea Cordero e Maria Teresa Roberto direttori artistici di Ars Captiva

Ingresso libero e gratuito

ARS CAPTIVA / STEP BY STEP/
2007/2011
Il DVD, Ars Captiva / Step by step / 2007/2011/, che il Comitato CREO ha commissionato a Deinos in occasione di ContemporaryArt Torino Piemonte Speciale Autunno 2012, raccoglie le registrazioni degli eventi realizzati in sette anni d’attività da Ars Captiva, non solo un soggetto unico nel panorama dell'arte contemporanea nazionale ma anche, dopo due menzioni del MIUR, modello didattico assolutamente innovativo .

Ars Captiva è diventata, “step by step”, passo dopo passo, un soggetto concreto ed attivo nel panorama dell’Arte Contemporanea a Torino ed in Regione. Di qui, la necessità di raccogliere il materiale video sinora prodotto, al fine di riunirlo in un'unica forma e veste grafica e poter così cogliere e diffondere il senso complessivo della manifestazione.

Il video è stato realizzato grazie alla collaborazione con l’associazione culturale Deinos – cultura & cinema, nata nel 2000 come base di supporto per l'organizzazione del TorinoHorrorFilmFest. Il materiale video dedicato ad Ars Captiva è composto da un DVD-Catalogo diviso in due parti; la prima raccoglie le testimonianzeaudio-video delle edizioni passate di Ars Captiva; la seconda contiene i video dei laboratori tenuti dal regista anglosassone Peader Kirk negli anni 2009 e 2010.

Ars Captiva deve il suo nome allo spazio che ha accolto le prime tre edizioni della mostra, le carceri dismesse Le Nuove di Torino: uno spazio estremamente connotato e suggestivo, che ha fornito il presupposto per una riflessione sul tema della reclusione, in tutte le sue forme, e della libertà concessa ai linguaggi dell’arte. Il titolo della prima edizione di Ars Captiva del 2007, recitava “percorsi di liberazione creativa” e suggeriva la capacità che l’immaginazione artistica fosse in grado di trasformare lo spazio. Alla base c’era una scelta coraggiosa: le carceri come luogo di creazione artistica per i giovani.

Il progetto Ars Captiva è nato con la finalità di dare occasione a giovani artisti, formati nelle scuole a indirizzo artistico delterritorio regionale piemontese, di esprimere tutta la forza eversiva implicita nella creatività giovanile contemporanea. E’ un progetto formativo unico nel suo genere, frutto della collaborazione fra le scuole statali a indirizzo artistico di Torino, riunite dal 2006 nel Comitato CREO, che traggono beneficio dal dialogo e dal reciproco scambio fra istituzioni scolastiche somiglianti per tipologia, ma diverse nella specificità degli indirizzi. L’obiettivo principale del Comitato è la formazione degli studenti attraverso il confronto con la progettualità, le problematiche e il contesto professionale dell’artecontemporanea.

Il progetto, a distanza di anni, conserva ancora questa spinta e questa filosofia ma è andato completandosi e arricchendosi grazie all’offerta di un programma di incontri e workshop con figure qualificate del mondo dell’arte e della cultura, cui fa seguito l’allestimento di una mostra biennale dedicata alle opere progettate e realizzate dagli studenti. Dopo i riscontri positivi ricevuti in occasione dalla prima edizione del 2007, Ars Captiva èentrata nel 2008 nel cartellone di Torino World Design Capital, nel 2009 nel programma di Biennale Democrazia, nel 2010 di quello di Youth European Capital e nel 2011 è stata inserita fra gli eventi per i festeggiamenti dei 150annidell’Unità di Italia.

Il DVD, inoltre intende essere anche un ringraziamento per Willy Beck e Guido Redoano, amici e compagni di lavoro che tanto hanno dato ad Ars Captiva e che oggi ci sono venuti a mancare.