Aria Acqua & Territorio

Varese - 12/04/2014 : 11/05/2014

2004 – 2014 dieci anni di attività del gruppo CCCZ.

Informazioni

  • Luogo: VILLA BARAGIOLA
  • Indirizzo: Via Francesco Caracciolo 46 - Varese - Lombardia
  • Quando: dal 12/04/2014 - al 11/05/2014
  • Vernissage: 12/04/2014 ore 17
  • Curatori: Ettore Ceriani
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: martedì e venerdì 15;30/17,30 – sabato e domenica 10,30/12,30 e 15,30/ 18,30
  • Patrocini: di Regione Lombardia e Provincia di Varese
  • Catalogo: a cura di Ettore Ceriani

Comunicato stampa

Quattro esperienze artistiche differenti, quattro espressività diverse, quattro artisti ed un tema comune: l’aria. Ignazio Campagna, Massimo Conconi, Emilio Corti e Marco Zanzottera si confrontano tra loro con la produzione di lavori eseguiti in dieci anni di attività tra il 2004 e il 2014 mostra a cura di Ettore Ceriani.

“La genesi di questi nostri temi, che ci hanno consentito di sviluppare una serie di opere pittoriche e plastiche nel decennio che va dall’anno 2004 ad oggi 2014, ci è sempre stata suggerita da incontri e confronti con diverse persone che gravitano nel campo dell'arte



Nel 2004 il critico, Luigi Cavadini, ci ha suggerito di sviluppare il tema dell’acqua, già empiricamente presente nei nostri percorsi creativi, sono nate così la serie di esposizioni accompagnate dal catalogo “Sul filo dell’acqua” con testi critici dello stesso Cavadini.

La frequentazione assidua, a partire dal 2007, con il critico Ettore Ceriani, amico da molti anni, ci ha suggerito una “Riflessione 1992-2007” che è stato il tema di alcune esposizioni con opere comprese dal 1992, data di costituzione del nostro Gruppo Artistico, al 2007.

L’incontro con Luigi Sangalli e la sua “passione” per il paese dipinto di Arcumeggia è stato all’origine del mostra “Omaggio ad Arcumeggia”, comprendente opere degli anni 2010-2011, quale nostro sentito tributo a questa importante realtà artistica del territorio della nostra Provincia, che ospita una esemplare galleria all’aperto di maestri del novecento italiano. Il catalogo con presentazione critica di Ettore Ceriani è stato arricchito dagli scritti di Alberto Bertoni e Raffaella Ganna.

Ancora Ettore Ceriani, è stato l’estensore del testo critico apparso nel catalogo “Aria - declinazioni artistiche”; l’Aria è stato, infatti, il tema al quale ci siamo dedicati in questi ultimi tre anni, sfociato nell’esposizione al Museo “E. Butti” di Viggiù nel maggio 2012 .

In questi due ultimi anni ( 2013-2014 ) abbiamo ampliato la nostra produzione con nuove opere sempre inerenti ai temi sopra citati e stiamo mettendo in cantiere opere che trattano altri due elementi “la terra” e “il fuoco”; alcune di queste nuove opere verranno esposte in questa mostra per la prima volta, accompagnate dall’ampio catalogo “Aria – declinazioni artistiche”.
Questa esposizione è stata pensata allo scopo di portare a conoscenza del pubblico varesino una sintesi del nostro lavoro artistico degli ultimi dieci anni.”
Scrive l’assessore Simone Longhini nella presentazione in catalogo:
“Gli artisti: Ignazio Campagna, Massimo Conconi, Emilio Corti e Marco Zanzottera hanno dato vita a un sodalizio - il gruppo artistico CCCZ - che si è espresso in numerose occasioni espositive, mostrando qualità artistica e continuità non comuni. L'accostamento di pittura e scultura, oltre che, in molti casi, l'ambientazione suggestiva, sono elementi che hanno dato vita a mostre di grande interesse e di ispirazione per i visitatori.
L'appuntamento di Villa Baragiola è di rilievo particolare, in quanto attesta che a Varese è nato un luogo estremamente significativo, che raccoglie e presenta le esperienze dell'arte contemporanea, con riferimento alle migliori sperimentazioni che nascono dalla nostra città e dal suo circondario.
Un ulteriore elemento che vale la pena di rimarcare è la capacità degli artisti del gruppo CCCZ di coniugare la propria anima creativa con l'attività didattica: sicuramente un aspetto meritorio. La speranza è che questa occasione sia un passo importante per costruire un rapporto sempre più stretto tra le sedi museali ed espositive cittadine e le scuole in cui è ancora è vivo l'insegnamento dell'arte e della storia dell'arte”
Ed Ettore Ceriani nella presentazione in catalogo:”…Campagna; Conconi; Corti e Zanzottera sono ricorsi ai propri particolari immaginari alle loro singolari culture , ai loro specifici ed oramai collaudati linguaggi: Le loro opere mi sembrano soprattutto trasognate perché calarsi nell’aria vuol dire, per un artista, dar vita alla speranza, a quello che non c’è, ma potrebbe esserci. Del resto il sommo Leonardo ha scritto:” perché vede più certa la cosa l’occhio ne’ sogni che colla immaginazione stando desto”…”