Archeologie del Moderno. Il progetto grafico in Italia 1950–1980

Bologna - 18/10/2018 : 21/11/2018

In esposizione una serie di percorsi guidati e una raccolta di testimonianze del graphic design italiano dagli anni Cinquanta agli Ottanta, attraverso progetti di ordine diverso: libri, manifesti, biglietti, copertine di dischi, imballaggi, allestimenti, marchi, identità visive.

Informazioni

  • Luogo: ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA
  • Indirizzo: Via Delle Belle Arti 54 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 18/10/2018 - al 21/11/2018
  • Vernissage: 18/10/2018 ore 18
  • Curatori: Mario Piazza, Francesco E. Guida, Lorenzo Grazzani
  • Generi: documentaria, disegno e grafica
  • Orari: dal lunedì al venerdì, ore 10-19; sabato ore 10-14; domenica chiuso
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Una mostra promossa dal CDPG – Centro di Documentazione sul Progetto Grafico / Museo della Grafica Aiap In collaborazione con Accademia di Belle Arti di Bologna - ABABO Curatela e progetto di allestimento Mario Piazza, Francesco E. Guida, Lorenzo Grazzani Partner tecnico: Bio’s Kitchen

Comunicato stampa

Giovedì 18 ottobre alle ore 18 apre negli spazi espositivi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna la mostra Archeologie del Moderno. Il progetto grafico in Italia 1950 – 1980, a cura del CDPG - Centro di Documentazione sul Progetto Grafico / Museo della Grafica dell’Aiap (Associazione italiana design della comunicazione visiva). In esposizione una serie di percorsi guidati e una raccolta di testimonianze del graphic design italiano dagli anni Cinquanta agli Ottanta, attraverso progetti di ordine diverso: libri, manifesti, biglietti, copertine di dischi, imballaggi, allestimenti, marchi, identità visive

La mostra, che ha esordito a Roma nel settembre 2017 nell’ambito di Aiap Design Per, International Graphic Design Week, presenta progetti di autori noti e meno noti: tra gli altri Silvio Coppola, Mimmo Castellano, Bob Noorda, Massimo Vignelli, Albe Steiner, Franco Grignani, Massimo Dolcini, Max Huber, Giancarlo Iliprandi, Anita Klinz, Aldo Novarese, Claudia Morgagni, Antonio Tubaro, Alfredo Mastellaro… Un viaggio dal sapore “vintage” tra i lavori dei maestri che hanno costruito la storia del design (grafico e non solo) in Italia inventando pratiche, strategie ed estetiche, destinate ad essere bagaglio indispensabile per la storia della comunicazione, e per la sua odierna cronaca.