Antonio Pujia Veneziano – Segni Tempo Spazio

Corigliano Calabro - 23/05/2015 : 26/06/2015

Con questa mostra monografica si intende presentare e sostenere il lavoro quarantennale di ricerca dell’artista Antonio Pujia Veneziano, da lungo tempo residente a Lamezia Terme, che pur operando lontano dai circuiti accreditati dell’arte, nei quali più facilmente e più spesso gli artisti sono premiati dal mercato, si è fatto ugualmente notare dagli addetti ai lavori per il suo linguaggio attuale ed originale.

Informazioni

  • Luogo: CASTELLO DUCALE
  • Indirizzo: Piazza Guido Compagna 1 - Corigliano Calabro - Calabria
  • Quando: dal 23/05/2015 - al 26/06/2015
  • Vernissage: 23/05/2015 ore 18,30
  • Autori: Antonio Pujia Veneziano
  • Curatori: Alessandro Masi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Email: associazionealepharte@gmail.com
  • Patrocini: L’evento, promosso dalla Società Dante Alighieri - Comitato di Cosenza in collaborazione con le Associazioni Culturali EuropArte ed Aleph Arte, e organizzato dall’Associazione White Castle, vanta anche i prestigiosi patrocini culturali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo – Polo Museale Regionale della Calabria e del Comune di Corigliano Calabro.

Comunicato stampa

abato 23 Maggio 2015 alle ore 18:30 sarà inaugurata, presso il Castello Ducale di Corigliano Calabro, la mostra personale dell’artista Antonio PUJIA VENEZIANO dal titolo “SEGNI TEMPO SPAZIO”, curata dallo storico dell’arte Alessandro Masi.
L’evento, promosso dalla Società Dante Alighieri - Comitato di Cosenza in collaborazione con le Associazioni Culturali EuropArte ed Aleph Arte, e organizzato dall’Associazione White Castle, vanta anche i prestigiosi patrocini culturali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo – Polo Museale Regionale della Calabria e del Comune di Corigliano Calabro.
Con questa mostra monografica si intende presentare e sostenere il lavoro quarantennale di ricerca dell’artista Antonio Pujia Veneziano, da lungo tempo residente a Lamezia Terme, che pur operando lontano dai circuiti accreditati dell’arte, nei quali più facilmente e più spesso gli artisti sono premiati dal mercato, si è fatto ugualmente notare dagli addetti ai lavori per il suo linguaggio attuale ed originale.
Degli oltre quarant’anni di ricerca di Antonio Pujia Veneziano, il Castello Ducale di Corigliano Calabro espone un’antologica di circa cinquanta opere selezionate, tra dipinti, disegni e ceramiche, che ripercorrono le tappe fondamentali del suo percorso artistico attraverso i diversi cicli che hanno segnato la sua produzione, dalla metà degli anni ’80 fino ad oggi. Tra queste, “Veritatis Splendor” della Collezione d’arte contemporanea permanente della Camera di Commercio di Vibo Valentia e “Tempo grave” acquisito dal MAON – Museo d’Arte dell’Otto e Novecento di Rende (CS).
Tratto distintivo di tutta la sua opera è la pittura d’avanguardia, unitamente ad uno sviluppo espressivo legato all’esperienza ceramica, che da un linguaggio di matrice segnico-gestuale si è evoluta negli anni verso una dimensione più essenziale e minimale. <