Antonio Ligabue (1899-1965)

Vimercate - 14/11/2014 : 18/01/2015

Approdano al MUST i dipinti di Antonio Ligabue (1899-1965), per una mostra che offre un'occasione straordinaria per conoscere questo artista così atipico e complesso.

Informazioni

  • Luogo: MUST! MUSEO DEL TERRITORIO VIMERCATESE
  • Indirizzo: Via Vittorio Emanuele Ii 53 - Vimercate - Lombardia
  • Quando: dal 14/11/2014 - al 18/01/2015
  • Vernissage: 14/11/2014 ore 17,30
  • Autori: Antonio Ligabue
  • Generi: personale, arte moderna
  • Orari: mer, gio: 10-13 | Ven, sab, dom: 10-13/15–19 Biglietto ingresso (mostra e museo)
  • Biglietti: 5 € (ridotto 3 €)

Comunicato stampa

Approdano al MUST i dipinti di Antonio Ligabue (1899-1965), per una mostra che offre un'occasione straordinaria per incontrare questo artista così atipico e complesso: alcuni capolavori della collezione della Banca Popolare di Bergamo saranno esposti dal 15 novembre 2014 al 18 gennaio 2015

Antonio Ligabue, noto al grande pubblico per i suoi dipinti pieni di animali e per i suoi autoritratti, talvolta liquidato come “il matto del paese”, è stato in realtà un artista visionario e sorprendente, capace di ritrarre giungle tropicali senza averle mai conosciute, e di costruire immagini che mescolano l’efficacia e la semplicità delle stampe popolari con accenti avanguardistici di matrice espressionista.

La mostra presso il MUST, curata da Simona Bartolena, espone cinque tele provenienti dalla collezione della Banca Popolare di Bergamo, che sostiene dallo scorso anno le attività didattiche del MUST. L’incontro con Ligabue parte dal disarmante Il Grande Autoritratto in cui il pittore si presenta mentre dipinge un galletto, con una posa impacciata e un viso segnato da paure e inquietudini interiori, mentre tutto intorno esplode la poesia fantastica della natura.
Si prosegue con l’immersione nel celebre bestiario di Ligabue, con la sua energia vitale e cromatica: dalla forza drammatica e primordiale di Leone e zebra in lotta che si propaga nella foresta agitandola di un frenetico fuggire di animali, alle scene di vita campestre di Cavalli con Castello e dei due dipinti raffiguranti Aratura con buoi, in cui impastando i blu, i gialli, i verdi e le terre, il pittore sembra condividere la fatica dei buoi che trascinano l’aratro a margine di fiabeschi villaggi, coronati dalle torri di chiese e castelli.
A corollario della mostra un ricco calendario di eventi: una conferenza di presentazione a cura di Simona Bartolena, curatrice della mostra, laboratori per bambini ispirati alle opere di Ligabue, visite guidate che si terranno la domenica pomeriggio, oltre che su richiesta di singoli e gruppi.