Antonio Arévalo – Le terre di nessuno. Poesie 1980-2016

Salerno - 31/01/2019 : 31/01/2019

“Le terre di nessuno”, una serie di testi poetici dello scrittore cileno Antonio Arévalo, personalità di rilievo nel mondo dell’arte degli ultimi decenni tra l’Italia, sua terra di adozione, e il mondo iberoamericano.

Informazioni

  • Luogo: MAREA
  • Indirizzo: Via Gerardo Capobianco Cono, 84129 - Salerno - Campania
  • Quando: dal 31/01/2019 - al 31/01/2019
  • Vernissage: 31/01/2019 ore 19,30
  • Curatori: Antonio Arévalo
  • Generi: presentazione

Comunicato stampa

Marea ~ presenta:
|| 31 gennaio 2019. H19:30 - "Le terre di nessuno - Poesie 1980-2016" di Antonio Arévalo ||
modera Flavio Giordano, Marea.

~ il libro ~
“Le terre di nessuno”, una serie di testi poetici dello scrittore cileno Antonio Arévalo, personalità di rilievo nel mondo dell’arte degli ultimi decenni tra l’Italia, sua terra di adozione, e il mondo iberoamericano, e rappresentante di quella cultura dell’esilio che dagli anni settanta in avanti ha trasferito e integrato su scala globale la proposta di un Cile “differente” rispetto alla vulgata degli anni della dittatura e dei suoi strascichi

È una cultura che successivamente, dopo la fine del regime, ha incarnato le istanze di una migrazione intellettuale che ha sempre portato con sé denuncia e libertà, rivendicazione di diritti e doveri, ma soprattutto una sete di confronto e ricerca nei più diversi ambiti artistici. Arévalo incarna tutto questo, in una parabola che continua nell’attualità alla luce di una costante presenza sulla scena dell’organizzazione artistica, della promozione di mostre di caratura internazionale e di altri eventi legati all’identità cilena in Italia e nel mondo; e, naturalmente, nel vivo di una produzione critica e creativa che trova nel passato e nel presente le ragioni di una militanza e sperimentazione sempreverdi.

Link al libro: http://bit.ly/antonioarevalopoesie
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

~ l'autore ~
Antonio Arevalo è poeta, curatore d’arte e organizzatore culturale.
Tra le sue raccolte e plaquettes poetiche, in cui spesso si alternano la lingua spagnola e quella italiana, si ricordano: Las tierras de nadie (1980); El Luchexilio (1981), Extraño Tipo (1982), Domus Aurea (1985), Mansión de sombras (1990), Domus Aurea 1-2 (1996).
Ha curato importanti esposizioni di artisti contemporanei internazionali in diversi centri e anche presso la prestigiosa Biennale di Venezia. Dal 2014 al 2018 è stato Addetto culturale del Cile in Italia.