Antonella Boracchia

Lerici - 29/08/2012 : 12/09/2012

La mostra dal titolo "La memoria, il tempo, il trascendente" sarà esposta in sala Cargià.

Informazioni

  • Luogo: SALA CARGIA' – GALLERIA D’ARTE
  • Indirizzo: Via A. Trogu 54 (19036) San Terenzo - Lerici - Liguria
  • Quando: dal 29/08/2012 - al 12/09/2012
  • Vernissage: 29/08/2012 ore 18
  • Autori: Antonella Boracchia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni, festivi compresi con il seguente orario: 10-12 / 17-20
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

La mostra che ha il patrocinio del Comune di Lerici e della Pro Loco di San Terenzo si inserisce nella
programmazione degli eventi che in ricordo di Carla Gallerini vogliono, promuovere e rilanciare il territorio attraverso l’Arte e la Cultura.
L’artista diplomata al liceo artistico di Carrara, completa gli studi all’Accademia di Belle Arti di Carrara dove, si diploma in Pittura – 1983 (Allieva di Buscioni).

Segue un corso di grafica, calcografia e stampa d’arte guidato F. Musante e F

Vaccarone nel 1984
Partecipa a diverse iniziative artistiche nel territorio e nel mese di luglio ha partecipato a “Sala CarGià Atelier a cielo aperto - Symposium d’arte al Parco Shelley di San Terenzo “: maratona d’arte a cura di Ezia Di Capua Abilitata all’insegnamento. Frequenta per tre anni il corso di scultura all’Accademia di Carrara.
Dice di lei Ezia Di Capua direttrice di Sala CarGià “ I dipinti della pittrice Antonella Boracchia, dotata di particolare sensibilità artistica e poetica, sono insolito panorama di momenti interiori tradotti dall’artista con delicato talento estetico che supera la normale percezione delle cose, riuscendo a sintetizzare paesaggio e figura alla ricerca di ciò che è essenza, palpito, assenza o ricerca mistica. Un percorso piuttosto interessante, vissuto pienamente dall’artista che ancora cerca nella sua evoluzione una chiave di lettura ancor più raffinata per rendere ancor più nitida a sé e agli altri la percezione delle sue emozioni vissute, raccontate e interpretate attraverso la pittura”.

La pagina critica della mostra è a cura del Critico d’Arte Giuseppe Luigi CoLuccia e sarà leggibile nel Blog si Sala CarGià: http://salacargia.blogspot.it/