Anteprima delle aste di Parigi

Milano - 20/11/2013 : 24/11/2013

La prima casa d’aste francese ARTCURIAL presenta a Milano una selezione di opere dei grandi maestri dell’arte impressionista e contemporanea, tra cui Le Pont de l’Europe di Gustave Caillebotte.

Informazioni

  • Luogo: ARTCURIAL
  • Indirizzo: Palazzo Crespi, Corso Venezia 22 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 20/11/2013 - al 24/11/2013
  • Vernissage: 20/11/2013 ore 18.30-21
  • Generi: collettiva, arte moderna
  • Orari: dalle 10.00 alle 18.00
  • Biglietti: ingresso libero
  • Uffici stampa: PAOLA C. MANFREDI STUDIO

Comunicato stampa

La prima casa d’aste francese ARTCURIAL presenta a Milano una selezione di opere dei grandi maestri dell’arte impressionista e contemporanea, tra cui Le Pont de l’Europe di Gustave Caillebotte.
L’opera sarà battuta all’asta a Parigi il prossimo 2 dicembre 2013 e rimarrà esposta a Milano solo nella serata di mercoledì 20 novembre.

La mostra presenta opere di Henri Matisse, Francis Bacon, James Rosenquist e Sergio Camargo e proseguirà sino a domenica 24 novembre



Artcurial Briest Poulain F.Tajan promuove un nuovo grande appuntamento presso la sua sede milanese di Palazzo Crespi, in Corso Venezia 22, con l’esposizione in anteprima di una selezione di opere che saranno battute in asta nel mese di dicembre a Parigi.

L’esposizione propone pezzi di grande pregio di maestri dell’arte Impressionista e Contemporanea, con opere Henri Matisse, Francis Bacon, James Rosenquist e Sergio Camargo che saranno visibili gratuitamente al pubblico sino a domenica 24 novembre.

In questa occasione - nella sola serata di mercoledì 20 novembre - sarà possibile ammirare in anteprima Le Pont de L’Europe di Gustave Caillebotte (1848–1894), l’artista universalmente ritenuto uno dei padri dell’Impressionismo. Proveniente da una collezione privata francese, Le Pont de l’Europe (1876) fa la sua apparizione sul mercato per la prima volta dopo 60 anni.
Con un valore stimato tra i 3 e i 4 milioni di euro, il quadro verrà presentato durante l’asta dedicata all’Arte Impressionista e Moderna il prossimo 2 dicembre 2013.

“Considerate qualità, rarità, e dimensioni, l’introduzione sul mercato di un’opera di così grande importanza di Gustave Caillebotte rappresenta un evento unico per collezionisti e istituzioni” sostiene Olivier Berman, direttore del dipartimento di Arte Impressionista di Artcurial.
Questo magnifico quadro di Gustave Caillebotte, vero genio della pittura, è una delle versioni della sua omonima e celebre composizione conservata presso il Musée du Petit Palais a Ginevra.

Gustave Caillebotte si fece notare come pittore sin dall’inizio della sua carriera. Il suo Raboteurs de parquet, del 1875, attualmente parte della collezione del Musée d’Orsay di Parigi, fu rifiutato dalla giuria del Salon del 1875, ma l’artista non si scoraggiò e l’anno seguente presentò l’opera alla seconda mostra del gruppo impressionista. I critici furono conquistati dal suo tocco, che segnò una pagina fondamentale nella storia dell’arte moderna.

L’opera in esame, con le sue pennellate vigorose, il grande coraggio compositivo, il senso dello spazio e del ritmo, presenta il suo soggetto contemporaneo in maniera fino a quel momento inedita: direttamente, senza l’interposizione di una storia o di un movente ulteriore.

L’approccio innovativo risiede nella scelta di un paesaggio urbano, con la sua architettura industriale e i suoi personaggi contemporanei. In questa versione, la figura isolata che osserva i binari del treno, che non sono raffigurati nel quadro, i possenti pilastri metallici e il ritmo creato dalle loro intersezioni oblique, compongono il preciso ritratto di un’epoca: una città che attraversa un processo di cambiamento, sulla soglia dei tempi moderni rappresentati dall’avvento dell’industria e la conseguente trasformazione della fisionomia della città.

“Questa versione di Le Pont de L’Europe è parte integrante della storia di uno dei più grandi dipinti del XIX secolo, una rappresentazione attenta del suo tempo e un capolavoro artistico,” afferma Serge Lemoine, consulente scientifico e culturale di Artcurial.

L’asta si inserisce in una serie di grandi eventi dedicati alla figura di Gustave Caillebotte, a partire da un’importante retrospettiva sul pittore inaugurata al Bridgestone Museum di Tokyo il 10 ottobre 2013. Tra marzo 2011 e gennaio 2012, una grande mostra dedicata ai fratelli Caillebotte è stata organizzata dal Musée Jacquemart-André di Parigi e in seguito si è spostata al Musée National des Beaux-Arts in Quebec.

Le Pont de l’Europe fa parte di una esposizione itinerante che ha toccato come prima tappa New York (dal 2 al 9 novembre) e Bruxelles (dal 13 al 18 novembre) e dopo Milano terminerà a Parigi, dove sarà presentata il 29 novembre 2013.



NOTE PER LA STAMPA

ARTCURIAL Briest - Poulain - F. Tajan è la prima casa d’aste francese e tra le prime dieci protagoniste del settore nel mondo. Con i suoi 22 dipartimenti che vanno dall’arte classica al contemporaneo, dai gioielli al vintage d’autore, dal libro antico al fumetto, dall’automobile al design, Arturial in venti anni ha saputo conquistare un pubblico e una clientela internazionale , confermandosi sempre come realtà in continua crescita ed espansione, grazie alla professionalità e affidabilità dei propri esperti.
Nel 2012, dopo aver avviato nuove sedi a Bruxelles e a Pechino, ha sviluppato la propria presenza in Italia con l’apertura a Milano di una sua sede nei prestigiosi spazi di Palazzo Crespi.

Gioia Sardagna Ferrari dirige la sede italiana di Artcurial, che negli spazi di Corso Venezia 22 presenta mostre in anteprima delle aste di prestigio di Parigi (in aprile e in novembre) e mostre temporanee di collezioni private di grande pregio e interesse, altrimenti non visibili dal pubblico; promuove giornate di Expertise gratuite, con il coinvolgimento degli esperti dei 22 dipartimenti di cui la casa d’aste si occupa e occasioni di dibattito, con incontri e conferenze aperti al pubblico.
Artcurial manifesta un interesse programmatico e strategico nei confronti della realtà italiana, e promuove importanti appuntamenti nell’ambito delle arti del nostro tempo. In particolare a Venezia, in occasione della Biennale d’Arte Contemporanea, per ogni edizione Artcurial presenta, sempre sotto la guida e la collaborazione di Gioia Sardagna Ferrari, i lavori di artisti giovani ma già affermati, come Laurent Grasso (2013), Cyprien Gallard (2011), Joanna Vasconcelos (2009).
La presenza continuativa e permanente in Italia di Artcurial consentirà anche di stabilire più stretti legami con i numerosi clienti italiani che ogni estate si danno appuntamento a Montecarlo, in occasione delle aste di gioielli e orologi.