Anne & Patrick Poirier – Dystopia

Milano - 21/09/2017 : 20/12/2017

Galleria Fumagalli presenta DYSTOPIA, la prima personale della coppia di artisti francesi Anne e Patrick Poirier, nel suo spazio espositivo di Via Bonaventura Cavalieri 6 a Milano.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA FUMAGALLI
  • Indirizzo: Via Bonaventura Cavalieri, 6, 20121 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 21/09/2017 - al 20/12/2017
  • Vernissage: 21/09/2017 ore 18,30
  • Autori: Anne et Patrick Poirier
  • Curatori: Angela Madesani
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì al sabato dalle 11 alle 19

Comunicato stampa

Galleria Fumagalli presenta DYSTOPIA, la prima personale della coppia di artisti francesi Anne e Patrick Poirier, nel suo spazio espositivo di Via Bonaventura Cavalieri 6 a Milano. La mostra sarà accompagnata da una monografia che documenta i cinquant’anni di pratica artistica della coppia, pubblicata dalle Éditions Flammarion col sostegno della Maison Européenne de la Photographie, della Galerie Mitterand e della Galleria Fumagalli.

Dal 1967 Anne e Patrick Poirier lavorano in coppia come artisti viaggiatori, agrimensori di siti e scopritori di civiltà arcaiche, religioni e culture

Abbracciando con un approccio artistico le scienze umane e sulla scia degli insegnamenti di Claude Lévi-Strauss, durante le loro esplorazioni raccolgono materiali d’archivio utili alla comprensione dell’organizzazione e della scomparsa di società antiche. Per la mostra DYSTOPIA, Anne e Patrick Poirier hanno lavorato alla produzione di opere inedite, in continuazione con la ricerca svolta negli ultimi anni sui siti dell’antica Mesopotamia (odierni Iraq e Siria) e come summa di una metodologia di lavoro condiviso e sempre in movimento. Il titolo della mostra fa esplicito riferimento al termine distopia, coniato a fine ‘800 come antitetico in negativo di utopia: una società fittizia nella quale alcune tendenze sociali, politiche e tecnologiche avvertite nel presente sono portate agli estremi mettendone in evidenza gli aspetti negativi e distorsivi. In maniera analoga, utilizzando il passato e il presente come materia per la costruzione di una rappresentazione estetica di suggestioni future, l’opera dei Poirier crea modelli inventati, incarnazioni di civiltà immaginabili ma artificiali. Ogni forma, ogni frazione, ogni frammento architettonico o visivo, si lega a eventi storici e nozioni immaginarie, invitando l’osservatore a non percepire più la Storia come un’entità separata dall’esistenza ma a vivere e interiorizzare il presente in un ambiente storico più ampio.

Anne e Patrick Poirier hanno studiato all'École des Arts Décoratifs di Parigi e partecipato alla residenza di Villa Medici a Roma dal 1969 al 1971. Numerose le mostre internazionali alle quali hanno preso parte: la Biennale di Venezia (1976, 1980 e 1984), documenta VI di Kassel (1977) e la Biennale di Lione (2000). Il loro lavoro è stato esposto in alcune delle più prestigiose istituzioni internazionali, come il Neuer Berliner Kunstverein a Berlino (1977), il Centre Georges Pompidou a Parigi (1978), il MoMA a New York (1979) e The Getty Research Institute di Los Angeles (2001). Più recentemente, il loro lavoro è stato esposto al Couvent de la Tourette (2013), al Musée des Beaux-Arts de Nantes (2014), al Musée d'Art Moderne et contemporain de Saint-Etienne (2016) e allo Skulpturenpark Waldfrieden (Fondazione Tony Cragg) (2016). Nel mese di settembre 2017, oltre alla mostra DYSTOPIA alla Galleria Fumagalli di Milano, inaugurano loro esposizioni personali alla Galerie Mitterand di Parigi (8 settembre - 31 ottobre, 2017) e alla Maison Européenne de la Photographie di Parigi (6 settembre - 29 ottobre, 2017).


Galleria Fumagalli presents DYSTOPIA, the first solo show by French artists Anne and Patrick Poirier, in its exhibition space at Via Bonaventura Cavalieri 6 in Milan. The exhibition will be accompanied by a monograph that documents the fifty years of artistic practice of the couple, published by Éditions Flammarion with the support of Maison Européenne de la Photographie, Galerie Mitterand and Galleria Fumagalli.

Since 1967, Anne and Patrick Poirier have been working together as travellers, surveyors of sites and discoverers of ancient civilizations, religions and cultures. Embracing the human sciences with an artistic approach and in the wake of Claude Lévi-Strauss's teachings, during their explorations they gather archive material useful for the understanding of the organization and the disappearance of ancient societies. For the exhibition DYSTOPIA Anne and Patrick Poirier worked on the production of new works, in continuity with the research done in recent years on the sites of ancient Mesopotamia (today Iraq and Syria) and as a sum of a shared and always moving work methodology. The title of the exhibition refers explicitly to the term dystopia, coined at the end of the eighteenth century as negative antithetical of utopia: an artificial society in which some social, political and technological trends experienced in the present are brought to the extreme by highlighting their negative and distorting aspects. Similarly, using the past and the present as subjects matter for the creation of an aesthetic representation of future suggestions, the work of the Poirier creates invented models, incarnations of imaginable but artificial forms of civilization. Every form, every fraction, every architectural or visual fragment, is linked to historical events and imaginary notions, inviting the observer to no longer perceive History as an entity separate from existence but to live and interiorize the present in a wider historical environment.

Anne and Patrick Poirier studied at the École des Arts Décoratifs in Paris and participated in the residence of Villa Medici in Rome from 1969 to 1971. Numerous the international exhibitions in which they took part: the Venice Biennale (1976, 1980 and 1984) documenta VI in Kassel (1977) and the Biennale de Lyon (2000). Their work has been exposed in some of the most prestigious institutions such as the Neuer Berliner Kunstverein in Berlin (1977), the Centre Georges Pompidou in Paris (1978), the MoMA in New York (1979) and The Getty Research Institute in Los Angeles (2001). More recently, their work was exhibited at the Couvent de la Tourette (2013), at the Musée des Beaux-Arts de Nantes (2014), at the Musée d'Art Moderne et contemporain de Saint-Etienne (2016) and at the Skulpturenpark Waldfrieden (Tony Cragg Foundation) (2016). In September 2017, in addition to the exhibition DYSTOPIA at Galleria Fumagalli in Milan, they inaugurate their personal shows at Galerie Mitterand in Paris (September 8 - October 31, 2017) and at the Maison Européenne de la Photographie in Paris (6 September - 29 October, 2017).


Archivisti del presente. Anne e Patrick Poirier a Milano

Galleria Fumagalli, Milano ‒ fino al 20 dicembre 2017. I due artisti propongono un percorso tra utopia e distopia: una mostra personale composta come un'unica grande installazione. Tra inventiva estetica e critica sociale.