Annalisa Lenzi – Confusion

Trento - 24/08/2013 : 01/09/2013

La confusione dei giorni nostri raccontata dalle opere di Annalisa Lenzi presso le Cantine di Torre Mirana a Trento.

Informazioni

Comunicato stampa

CONFUSION
La confusione dei giorni nostri raccontata dalle opere di Annalisa Lenzi presso le Cantine di Torre Mirana a Trento


Confusione, disordine, caos, baccano… questa la traduzione italiana di confusion. Un disordine riferito al tempo in cui viviamo, alla confusione dei nostri giorni dove tanto e precario ma, in contrapposizione, altrettanto ci dà speranza. Confusione data dal bisbiglio continuo delle piccole creature surreali ritratte nei quadri o da un gregge di pecore che segue un generale pieno di orgoglio

Baccano dato dall’urlo di un pesce che disturba l’artista ritratta in una sua opera o lo scompiglio generale dato da delle creature diverse da noi che invadono il nostro spazio.
Questo e molto altro sarà visibile nella mostra personale dell’artista perginese Annalisa Lenzi, che con quadri ed installazioni racconterà CONFUSION con un pizzico di ironica e surreale verità.
La mostra si terrà presso le Cantine di Torre Mirana, Palazzo Thun –Via Belenzani, 3 TRENTO

ORARI DI APERTURA
dal 24 agosto al 1 settembre tutti i giorni dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Il vernissage si terrà sabato 24 agosto alle ore 17.00.

Per info:
www.annalisalenzi.com
[email protected]
tel +39 340 4984358


Annalisa Lenzi.
L’artista perginese Annalisa Lenzi, inizia da autodidatta alcuni anni fa con la pittura su pietra. Segue poi diversi corsi per approfondire lo studio delle tecniche pittoriche, influenzata ed affascinata dal surrealismo e dalla metafisica. Ad oggi la sua ricerca si indirizza verso le correnti artistiche più contemporanee, prima di tutte il pop-surrealism, mediante il quale si diverte a manipolare la realtà e portare lo spettatore in un mondo parallelo dove nulla è normale.
Sempre aperta alla sperimentazione, realizza quadri, opere con e in pietra, foto d'epoca a cui aggiunge protagonisti inusuali, installazioni e piccoli toys.
Seppur all’inizio del suo percorso artistico, si vede già coinvolta in importanti eventi come ARTBRESCIA 2011 – Biennale D’arte Contemporanea di Brescia, il Saloon Art Shopping al Carrousel du Louvre di Parigi , collettive a Berlino, Barcellona, Roma, Como e numerosi progetti, collettive e personali in Trentino, tra cui, si ricorda l’ultima mostra personale TRA DUE MONDI, che ha visto ospitate le suo opere presso le sale dello Spazio Klien di Borgo Valsugana.
Così parla di lei il critico dott.ssa Antonella Iozzo:
…” Lenzi sembra intuire nelle potenzialità del linguaggio artistico, un altro modo di raccontare la realtà, un racconto per libere associazioni pronte ad innescarsi con i ricordi, con i luoghi dello spirito, con le ombre sconosciute che vibrano nel diaframma del nostro essere.
… Associazioni oniriche, parole e gesti in combine-paintings dove l’artista, denudando gli oggetti dal loro significato oggettivo, ne scopre la coinvolgente fascinazione, la poesia, il senso del non–senso, diventa, così, spiegabile l’assurdo, l’impossibile ed il pensiero diviene visibile.