Andrea Guarneri – In scala

Palermo - 11/05/2016 : 31/05/2016

Nel suo testo critico, Francesco Massaro descrive il lavoro del fotografo palermitano: Le foto di Andrea Guarneri, regalano un meraviglioso senso di vertigine.

Informazioni

Comunicato stampa

Un nuovo appuntamento nell’eclettico Spazio Contemporaneo Agorà.
Dopo il susseguirsi di un paio di mostre istituzionali dedicate alla pittura ed in particolare al disegno, la scelta della direzione artistica è ritornata a prediligere la fotografiia.
Mercoledì 11 maggio alle ore 18,30 la galleria inaugura la personale di Andrea Guarneri “…in SCALA”


Nel suo testo critico, Francesco Massaro descrive il lavoro del fotografo palermitano: Le foto di Andrea Guarneri, regalano un meravigioso senso di vertigine, non c’è un filo rosso che le unisce e mette insieme; soprattutto non c’è un elemento dominante, in alcuni scatti è l’uomo che fa da sfondo al paesaggi,in altri è il contrario, come se l’autore non volesse dare punti di riferimento, come se seguisse un flusso di pensiero e di ispirazione che cambia giorno dopo giorno, viaggio dopo viaggio.
Questa mostra, è un compendio della crescita di Guarneri: dapprima fotografo di paesaggi, poi ricercatore di geometrie in cui inserire l'uomo, piazzandolo lungo prospettive, anche audaci, sempre diverse, come a non voler dare approdi sicuri, come a voler giocare con l'osservatore, quasi a volerlo sfidare.
Nelle foto di Guarneri c'è la Sicilia, la sua terra, il Nord Africa, l'America, ci sono uomini, donne e bambini, ci sono figure umane colte quasi di sfuggita, c'è la vita che scorre e c'è il viaggio, da Macari a Los Angeles, due opposti mai così vicini; c'è la voglia di restare e quella di scappare, c'è soprattutto il desiderio di perdersi come perdersi dentro alle pagine di un libro in cui non vorresti mai vedere la fine. C'è, in fondo, quello che è l'autore, quello che siamo tutti noi”.
Andrea Guarneri eredita la passione della fotografia dal padre, che diventerà il suo maestro. Nel 2012 la sua passione lo porterà a vincere il terzo premio del National Geographic Traveller.
Nel 2015 ha documentato luoghi e tradizioni del distretto turistico “Selinunte, il Belìce e Sciacca Terme” sul sito www.distrettoturisticoselinuntino.it
Dal 2013 è un collaboratore "minore" di Natgeocreative.com.