Analogico contro digitale?

Palermo - 19/02/2015 : 20/02/2015

Un Colloquio internazionale della Città di Palermo in collaborazione con l’editore tedesco Gerhard Steidl.

Informazioni

  • Luogo: CANTIERI CULTURALI ALLA ZISA
  • Indirizzo: Via Paolo Gili 4 - Palermo - Sicilia
  • Quando: dal 19/02/2015 - al 20/02/2015
  • Vernissage: 19/02/2015 ore 9
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

L FUTURO DELL’ARTE E DELLA CULTURA
“ANALOGICO CONTRO DIGITALE?”


PALERMO - GIOVEDI’ 19 e 20 FEBBRAIO
CANTIERI CULTURALI alla ZISA
Un Colloquio internazionale della Città di Palermo
in collaborazione con l’editore tedesco Gerhard Steidl

Università degli Studi di Palermo
Accademia di Belle Arti di Palermo
Goethe Institut Palermo
Teatro Massimo
Conservatorio di Musica, Vincenzo Bellini, Palermo
IFA (Istituto tedesco per i rapporti con i Paesi stranieri)


PALERMO PANORMA
MOSTRA FOTOGRAFICA DI MAURO D’AGATI
VERNISSAGE - 20 FEBBRAIO, 19:00
SPAZIO ZAC, CANTIERI CULTURALI alla ZISA







Un Convegno internazionale sul futuro dell’arte e della cultura, la mostra fotografica di Mauro D’Agati e un party nell’ex hangar industriale dei Cantieri Culturali “Spazio Zac.”

Palermo per due giorni il 19 e 20 febbraio ospiterà "Il Futuro di Arte e Cultura": ANALOGICO CONTRO DIGITALE?" un colloquio internazionale dedicato al rapporto d’interazione fra i media analogici e digitali che danno forma all'arte nel mondo contemporaneo.
Organizzato dalla Città di Palermo in collaborazione con la casa editrice tedesca di arte e fotografia Steidl, il “colloquium” coinvolge in qualità di relatori eminenti teorici e professionisti internazionali di questi settori. Saranno presenti Gerhard Steidl, Robert Polidori, fotografo americano, Malcolm Einaudi Humes, Presidente della Fondazione Giulio Einaudi, Gianni Mascolo, Art Director del “Il Venerdì di Repubblica”, Ronald Grätz, Segretario Generale dell’Ifa (Istituto tedesco per le Relazioni culturali con Paesi stranieri), solo per citarne alcuni. Al centro della discussione sarà la questione se analogico e digitale siano agli antipodi o se al contrario, il futuro di arte e cultura non si basi piuttosto su una dinamica e flessibile cooperazione fra loro.
Il via, ai Cantieri Culturali alla Zisa, è fissato per la mattina di giovedì 19 febbraio con il tradizionale saluto alla città con la partecipazione del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dell’Assessore alla Cultura Andrea Cusumano, di Gerhard Steidl (Editore e Tipografo, Gottinga) Roberto Lagalla, (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo) Francesco Giambrone, (Sovrintendente Teatro Massimo, Palermo) Daniele Ficola, Direttore del Conservatorio di musica, Vincenzo Bellini, Palermo).
A seguire gli interventi di Gerard Steidl, Ronald Grätz, Constanze Reuscher, giornalista, corrispondente di “Die Welt” e nella serata la proiezione del film documentario “Come creare un libro con Steidl”.
Per il 20 è previsto l’intervento di Robert Polidori, Gianni Mascolo, Giulio Einaudi.
Si chiude venerdì alle 19 con l’inaugurazione della la mostra del fotografo Mauro D’Agati presso il padiglione Zac all’interno dei Cantieri e un party con la performance musicale di Domenico Sciajno e Miriam Palma e special guest Erlend Øye.


MAURO D’AGATI – “PALERMO PANORMA”

“Palermo panorama” raccoglie il racconto della città natale di Mauro D’Agati dal 1995 al 2014. Circa 400 foto di Palermo vista attraverso lo sguardo del fotografo che ne ha colto gli aspetti più affascinanti e contraddittori.
Dalle spiagge inquinate di Termini Imerese a Vucciria, il quartiere-mercato nato nel settecento, una volta simbolo della città e oggi area degradata nelle mani della criminalità. Ma nella complessa e sfaccettata narrazione di questi luoghi, c’è anche spazio per fenomeni più pop come i cantanti siciliani neomelodici o la storia di Massimo e Gino, icone del movimento gay siciliano.
La mostra è curata da Gerhard Steidl e realizzata in collaborazione con la città di Palermo ed è ospitata fino al 13 aprile alla galleria ZAC, un ex hangar ristrutturato all'interno dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.
Mauro D’Agati (Palermo, 1968) ha cominciato a lavorare negli anni novanta come freelance per diverse manifestazioni artistiche, dai festival jazz agli spettacoli teatrali che si svolgevano in Sicilia.
Nella sua carriera ha collaborato con varie riviste italiane e internazionali e molti dei suoi reportage sono diventati dei libri come Vucciria (Contrasto, 2005), Palermo unsung (Steidl, 2009), Napule Shot (Steidl, 2010) e Marzia’s family (Steidl, 2015).


PALERMO PANORAMA
Vernissage in presenza dell'artista e del curatore
PARTY di apertura con performance musicale di Domenico Sciajno e Miriam Palma
SPECIAL GUEST Erlend Øye.

Venerdì 20 febbraio, 19:00.
Spazio ZAC, Cantieri Culturali alla Zisa, Via Paolo Gili 4, Palermo.






Rassegna stampa al 14.02
http://www.internazionale.it/foto/2015/02/13/palermo-foto-mauro-dagati

http://www.arte.rai.it/gallery-refresh/mauro-dagati-palermo-panorama/953/0/default.asp




- PROGRAMMA COLLOQUIUM-


Tema: “Analogico contro Digitale?”

Dimensione Estetica: il basso contro l’alto
Dimensione politica: la sinistra contro la destra

Dimensione tecnologica: digitale contro analogico

Motto:
“ L’arte possiede un’ analogica anima spietata che non può essere dominata.
Quest’anima rappresenta la condizione umana.”

Citazione:
“Il digitale è fatto per essere dimenticato. L’Analogico per essere ricordato” Robert Polidori

Relatori:
Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo
Roberto Lagalla, Rettore dell’ Università degli Studi di Palermo
Gerhard Steidl, Editore, Gottinga, Germania
Francesco Giambrone, Sovrintendente del Teatro Massimo, Palermo
Daniele Ficola, Direttore del Conservatorio di Musica,Vincenzo Bellini Palermo,
Andrea Cusumano, Assessore alla Cultura del Comune di Palermo
Ronald Grätz, Segretario Generale dell’Ifa (Istituto tedesco per le Relazioni culturali con Paesi stranieri)
Ugo Parodi Giusino, Fondatore, Presidente e Amministratore delegato di Mosaicoon, Palermo
Constanze Reuscher, Corrispondente Die Welt, Stampa estera, Roma
Michael Kortländer, Artista (Scultore), Presidente dell’Associazione culturale Düsseldorf-Palermo
Heidi Sciacchitano, Direttrice del Goethe Institut di Palermo
Leonardo Di Franco, Presidente dell’Accademia di Belle Arti, Palermo
Gianfranco Marrone, Professore ordinario di Semiotica, Università di Palermo
Robert Polidori, , Fotografo, Santa Monica, California, USA
Gianni Mascolo, Art Director Venerdì di Repubblica
Malcolm Einaudi Humes, Presidente Fondazione Giulio Einaudi onlus
Claudio Pavese, Ricercatore, Fondazione Giulio Einaudi onlus

---------------------------

Giovedì, 19 febbraio 2015

09:00-10:30 Saluto alla Città:

Leoluca Orlando (Sindaco di Palermo)
Roberto Lagalla, (Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo)
Gerhard Steidl ( Editore e Tipografo, Gottinga)
Francesco Giambrone, (Sovrintendente Teatro Massimo, Palermo)
Daniele Ficola, Direttore del Conservatorio di musica, Vincenzo Bellini, Palermo)

Apertura di Andrea Cusumano (Assessore alla Cultura del Comune di Palermo)

10:30-11:30 Discorso introduttivo di Ronald Grätz “Analogico contro il Digitale Riflessi sui Convertitori”
11:30-12:00 Discussione

12:00-13:00 Ugo Parodi Giusino, “ Perché il contenuto creativo diventa ogni giorno più digitale” (Mosaicoon, Palermo)

13:00-13:30 Discussione

14:30-15:30 Constanze Reuscher, “Il giornalismo di qualità nell’era digitale - l’esperienza Springer” (Corrispondente Die Welt Stampa estera - Roma)

15:30-16:00 Discussione

16:30 – 17:30 Michael Kortländer, “La separazione tra reale e virtuale è oblsoleta! L’inseparabilità tra analogico e digitale nelle arti figurative” (Artista, Scultore, Presidente dell’associazione culturale Palermo-Düsseldorf)

17:30-18:00 Discussione

18:30 – 19:00 Gerhard Steidl, “La stampa non è morta. Analogico contro digitale” (Editore, Gottinga)

19:30-21:00 Proiezione del Film “Come creare un libro con Steidl”
21:00-21:30 Domande e risposte

Venerdì, 20 febbraio 2015

09:30-10:00 Saluti di Heidi Sciacchitano (Direttrice Goethe Institut Palermo)

10:15-11:15 Discorso introduttivo di Leonardo Di Franco (Presidente dell’Accademia di Belle Arti, Palermo), “Anamnesis: un’esperienza d’immersione nel digitale”, proiezione del video-documentario Anamnesis, un progetto di video-arte del professore Luca Pulvirenti e di Marco Battaglia.

11:15-11:45 Discussione

12:00-13:00 Gianfranco Marrone, “Convergenze parallele” (Professore ordinario di Semiotica all’Università di Palermo)

15:00-16:00 Robert Polidori, “Analogico verso Fotografia Digitale” (Fotografo, Los Angeles)

16:00-16:30 Discussione

17:00-18:00 Gianni Mascolo, “Basta che funzioni - la falsa guerra tra analogico e digitale” (Art Director del Venerdì di Repubblica)

18:00-18:45 “L' Italia mia di Giulio Einaudi. Piccola storia di un capolavoro editoriale, tra Italia e Germania: Cesare Zavattini e Paul Strand, Vittorio De Sica e Herbert List.a cura di Claudio Pavese (Ricercatore, Fondazione Giulio Einaudi onlus)

Malcolm Einaudi Humes, “ L'analogia sovrana: il quotidiano disegno dell'editore. Teaser della mostra della mostra I Coralli. ”

19:00 Inaugurazione Mostra fotografica e video installazione

“Palermo Panorama” di Mauro D’Agati.

Anteprima della mostra “I Coralli” Einaudi

A seguire Concerto di Miriam Palma e Domenico Sciajno
Special Guest Erlend Øye

Sedi
Cantieri Culturali alla Zisa, via Paolo Gili, 4 – 90138 Palermo:
Cinema Vittorio De Seta (Colloquium)
Cinema Vittorio De Seta (Steidl film)
ZAC – Zisa Zona Arti Contemporanee (Mostre, performance musicale)