Alle Radici

Abano Terme - 11/12/2015 : 20/12/2015

Intrecciando arte, laboratori e musica, Alle Radici propone una riflessione sulle esperienze mediate che si vivono ogni giorno e sulla ricerca di un ritorno alle origini della società contemporanea.

Informazioni

Comunicato stampa

Alle Radici: un ritorno al passato per rafforzare il futuro tra arte, musica e laboratori
L’evento culturale Alle Radici, curato da Filippo Lorenzin e organizzato dall’associazione No Title Gallery in collaborazione con l’associazione Khorakhanè, avrà luogo dal 11 al 20 dicembre 2015 negli spazi del Laboratorio Culturale I’M in via Brustolon n. 3 ad Abano Terme, con inaugurazione venerdì 11 dicembre alle h. 18.30. Intrecciando arte, laboratori e musica, Alle Radici propone una riflessione sulle esperienze mediate che si vivono ogni giorno e sulla ricerca di un ritorno alle origini della società contemporanea


Come scrive il curatore Filippo Lorenzin, “la crescente portabilità di dispositivi capaci di registrare materiale audiovisivo ha contribuito in larghissima parte a questa dinamica che trova nel Web d'espressione di maggiore impatto e influenza. Un evento non è più tale se non esperito collettivamente con gli aggiornamenti, le foto e i tag di rito inteso propriamente come azione accettata collettivamente che, se disattesa, crea straniamento.” Per reazione si sviluppano ricerche rivolte a un passato ideale, talvolta bucolico, in cui meccanismi più puri, non mediati, di far esperienza del mondo, sensazioni dirette ed emozioni date immediatamente dai cinque sensi permettono coinvolgimenti ed effetti più genuini e “caldi”. Alle Radici indaga dunque il rapporto tra questi due poli, cercando di offrire al pubblico la possibilità di fare esperienze attive, che richiedono una partecipazione fisica e sensoriale, come spunto di riflessione su passato, presente e futuro di ciascuno.
Asse centrale dell’evento è l’arte: Antonio Campanella, Giulia Bersani e Dario Lazzaretto esporranno opere create appositamente per Alle Radici, approfondendo tematiche come il ricordo, il rapporto tra virtuale e reale, l’intimità e la vita pubblica. Attorno alla mostra, come corollario, si sviluppano una serie di laboratori progettati appositamente per permettere al pubblico di vivere esperienze non mediate, ritornando alle radici di alcune pratiche che, soprattutto negli ultimi anni, hanno subito un’intensissima influenza delle tecnologie più avanzate. Cucina, tipografia, calligrafia, giochi di società, passeggiata sonora e falegnameria saranno i campi che invitiamo a scoprire con l’aiuto di esperti di ciascun settore: Davide Caron e Antonietta, i La’mas, la prof.ssa Rosalisa Sbicego, l’associazione Il Sentiero dei Draghi, il naturalista Alberto Diantini e il laboratorio di falegnameria e upcycling I’M Design.
Non meno importante è la selezione musicale, che completa lo sviluppo interdisciplinare del tema. In occasione di "Alle Radici" sono cinque gli appuntamenti musicali previsti: si inizia venerdì 11 dicembre con i Twomonkeys, il duo bresciano che si destreggia tra synth, voci filtrate, registratori a nastro, megafono, samples e drum machine; domenica 13 ha luogo un concerto dedicato alla chitarra acustica con quattro tra i maggiori esponenti in Italia di questo filone (A. Zillotto, A. Fiamma, M. Gobbato, L. Francioso); venerdì 18 dicembre una serata a cura di ZØÐIÅC, il format che ha portato nei mesi passati sul palco del Laboratorio Culturale I'M artisti di fama nazionale ed internazionale nel campo della musica elettronica; sabato 19 dicembre I'M Lab ospita le Luci della Centrale Elettrica una data del nuovo tour “Con la chitarra e il computer”, nel quale ad accompagnare Vasco Brondi, alla chitarra e al computer, ci sarà Andrea “Cabeki” Faccioli; si chiude domenica 20 dicembre con una serata Jazz a cura del percussionista e batterista Marco Bonutto, che coinvolgerà musicisti della scena jazz padovana per una "Christmas Jam Session".
Una tappa particolare è la presentazione del libro fotografico “Cargar Scargar dalla Montagna – i pascoli migranti” a cura di Collettivo Fotosocial con il patrocinio di Slow Food Veneto ed Emergency in programma per domenica 13 dicembre.
Alle Radici è dunque un viaggio, che No Title Gallery e Khorakhanè vi invitano a compiere, aiutati anche dal catalogo dell’evento, realizzato grazie alla preziosa partnership con Tipografia Moderna di Montagnana (PD) e con l’illustratrice Veronica Merlo: in forma quasi diaristica, ognuno potrà inserire le proprie impressioni e sensazioni dirette, vissute in prima persona, ritornando alle radici.
Alle Radici inaugura venerdì 11 dicembre dalle ore 18.30 al Laboratorio Culturale I’M.

Alle Radici
un progetto di No Title Gallery
in collaborazione con Associazione Khorakhané e I'M A.R.T.
Con il Patrocinio della Città di Abano Terme

11-20 dicembre 2015
c/o Laboratorio Culturale I'M (Associazione Khorakhané)
via A. Brustolon n. 3
Abano Terme (PD)

a cura di Filippo Lorenzin

Artisti in mostra
Giulia Bersani
Antonio Campanella
Dario Lazzaretto

Workshop
sab.12: Passeggiata sonora con Alberto Diantini
https://www.facebook.com/events/438037776390750/

dom. 13: Cucina con Nonna Antonietta e Davide Caron
https://www.facebook.com/events/1711059945779323/

gio. 17: Giochi di società con l’associazione Il Sentiero dei Draghi
https://www.facebook.com/events/1089373791073282/

ven. 18: Calligrafia con la prof.ssa Rosalisa Sbicego
https://www.facebook.com/events/532676773575415/

sab.19: Falegnameria con I’M Design
https://www.facebook.com/events/951681981571203/

dom. 20: Tipografia con La'Mas - laboratorio di tipografia "Citazionismo"
https://www.facebook.com/events/1627517390845464/
Special event
Dom. 13: presentazione del libro fotografico “Cargar Scargar dalla Montagna” a cura del collettivo Fotosocial con il patrocinio di Slow Food Veneto e Emergency

Concerti
ven. 11: Two Monkeys
dom. 13: Acoustic Guitar Night
ven. 18: Music Show a cura di ZØÐIÅC
sab. 19: Le Luci della Centrale Elettrica
dom. 20: Jam Session

Main Partner: Tipografia Moderna
www.tipografia-moderna.it

Informazioni
Mostra e workshop: [email protected]
Concerti: [email protected]

www.notitlegallery.com
www.khorakhanet.it  
No Title Gallery

No Title Gallery è un progetto artistico-curatoriale che mira a promuovere l’attività di giovani artisti italiani di qualità attraverso una serie di proposte espositive e un sito web. Il progetto nasce infatti come galleria espositiva virtuale (www.notitlegallery.com) che si rende tangibile periodicamente attraverso esposizioni ed eventi culturali, ospitati in luoghi e non luoghi dell’ambiente urbano, mantenendo un legame prioritario con la città di Venezia, in quanto base operativa del progetto.
No Title Gallery nasce nel 2011: il confronto diretto con artisti e operatori specializzati del settore culturale ha evidenziato il desiderio di giovani artisti di esporre le proprie opere sia al pubblico esperto dei galleristi e collezionisti, sia ad amanti e curiosi dell'arte contemporanea del territorio veneto e non solo.
Attraverso la ricerca e la sperimentazione è emersa la volontà di creare una rete di collegamento in grado di coinvolgere soggetti di vario tipo per consentire a giovani artisti meritevoli di godere gratuitamente di una personale visibilità in contesti adeguati, aperti e strutturati.
No Title Gallery lavora dunque in una sorta di “area grigia”, in piena sinergia con settori legati all'ambito artistico: lo scopo è di diventare un punto di convergenza tra figure che popolano, operano e fruiscono le differenti forme d'espressione dell’arte contemporanea, aumentando e supportando potenziali collaborazioni.
Dal 15 luglio 2013 No Title Gallery è associazione culturale, trasformatasi in associazione di promozione sociale nel luglio 2015.
Contatti:
[email protected]
www.notitlegallery.com


Associazione Culturale Khorakhanè

L’Associazione Culturale Khorakhanè è nata dieci anni fa ad Abano Terme ed è attiva nel proporre stimoli, iniziative e opportunità grazie alle quali i giovani possano mettere in gioco i propri talenti, competenze e capacità, lavorando e imparando confrontandosi.
Nel corso degli anni, i giovani partecipanti hanno rivolto alla comunità stimoli e proposte culturali e sociali affrontando e sviluppando tematiche di interesse generale: la tutela dei diritti umani; la tutela ambientale; la cittadinanza attiva; la promozione della conoscenza interculturale; la diffusione di nuovi stili di vita, di consumo e di produzione sostenibile; l’integrazione sociale; la promozione dell’arte, della musica e della cultura in tutte le sue forme.
La maggior parte delle iniziative realizzate ha luogo all’interno di I'M LAB: sede dell'Associazione Khorakhanè inaugurata a gennaio 2015. Composto da un'area co-working, uno spazio eventi, un laboratorio artigianale e un ampio giardino esterno, I'M LAB è un luogo di aggregazione sociale, aperto al territorio e alla sperimentazione culturale, interamente gestito dai giovani volontari di Khorakhanè.
In questi anni l’associazione è cresciuta notevolmente nel numero di partecipanti (oggi conta circa 50 giovani di età compresa trai 20 e i 30 anni e seimila soci) e ha consolidato un metodo di lavoro che parte dall'esperienza di volontariato come momento di formazione e arriva alla creazione di opportunità lavorative per giovani disoccupati attraverso l'attivazione di servizi culturali.
Contatti
Associazione culturale Khorakhanè
sede: Laboratorio Culturale I'M, via Brustolon 3, 35031 Abano Terme (PD)
+393201108934
www.khorakhanet.it / [email protected]
Facebook Associazione Culturale Khorakhanè / Laboratorio Culturale I'M
___________
I'M A.R.T.
I'M A.R.T. è il gruppo di lavoro dell'Associazione Khorakhanè che si occupa di organizzare eventi, iniziative e progetti legati all'arte. Il gruppo vede il futuro della società attraverso l’innovazione e la pratica artistica; vuole assicurarsi che l’A.rte sia veicolo di R.elazione all’interno del T.erritorio, poiché essa nutre e valorizza l’individuo e la collettività. I’M A.R.T. si occupa di pratica curatoriale e di progettazione di allestimenti per esposizioni di arte contemporanea. Rivolgendo l’attenzione agli artisti, va ad inserirli in un contesto culturale dinamico e di crescita; vuole accompagnarli in un percorso espositivo, fornendo loro strumenti e risorse per cui sviluppare nuovi progetti, restituendo visibilità e nuove possibilità. Rispetto al territorio, vuole essere occasione di approfondimento rispetto all’arte contemporanea, coinvolgendolo nelle pratiche artistiche. L’accessibilità di spazi e di contenuti, la crescita culturale e l’aggregazione sociale risultano quindi fondamentali per scoprire e vivere i linguaggi artistici e creativi.