Aliens. Le forme alienanti del contemporaneo #5

Lecce - 20/07/2013 : 20/08/2013

Quinta tappa del progetto: i quaranta artisti invitati a partecipare dialogheranno, per la prima volta, con due spazi espositivi, il caratteristico open space sede della galleria e il cinquecentesco Palazzo Vernazza Castromediano, una delle opere architettoniche più antiche e imponenti della città.

Informazioni

  • Luogo: E-LITE STUDIO GALLERY
  • Indirizzo: Corte San Blasio 1C (centro storico) - Lecce - Puglia
  • Quando: dal 20/07/2013 - al 20/08/2013
  • Vernissage: 20/07/2013 ore 20
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal martedì al sabato dalle ore 18 alle ore 21.30.

Comunicato stampa

Quinta tappa di “Aliens. Le forme alienanti del contemporaneo”, il progetto nazionale itinerante – ideato da Sergio Curtacci, direttore del magazine milanese di arte contemporanea “Frattura Scomposta” – che E-lite studiogallery presenterà, in esclusiva per la Puglia, sabato 20 luglio alle ore 20 a Lecce



Il progetto, che chiama gli artisti a esprimere ognuno con la propria tecnica e il proprio immaginario la tematica riguardante l’alienazione umana, è partito con la sua prima mostra collettiva allo Spazio Vega di Marghera (VE) nel 2007, in concomitanza con la 52a Biennale di Venezia, per poi raggiungere, nel 2013, Como, Bologna e Gorgonzola (MI), coinvolgendo, cinquantanove artisti italiani, di cui diciannove presenti ad almeno un’edizione della Biennale Arti Visive di Venezia, tre segnalati dal Corriere della Sera come migliori artisti del 2012, uno presente con opere in permanenza presso il museo Mart di Rovereto – museo tra i migliori venti al mondo.

Quella proposta da E-lite studiogallery per questa quinta tappa a Lecce è una veste del tutto inedita: i quaranta artisti invitati a partecipare dialogheranno, per la prima volta, con due spazi espositivi, il caratteristico open space sede della galleria e il cinquecentesco Palazzo Vernazza Castromediano, una delle opere architettoniche più antiche e imponenti della città.

“La scelta di realizzare la mostra contemporaneamente in due sedi, entrambe in pieno centro, – raccontano Claudia Pellegrino e Flavia Lanza – nasce dalla volontà di raggiungere un ben preciso obiettivo: creare, sulla mappa di una città che vanta un patrimonio artistico e monumentale di grande prestigio e che è meta di turismo culturale oltre che balneare, un punto di attrazione e promozione per l’arte e la cultura contemporanee, un percorso che metta in evidenza la finalità dell’arte, il suo qualificarsi e distinguersi da ogni altra manifestazione umana ideata unicamente per fini strumentali e speculativi. 120 le opere in mostra – pittura, scultura, installazione e fotografia di alcuni tra i più promettenti artisti del panorama contemporaneo italiano – e quattro gli appuntamenti performativi in programma, per coinvolgere chi resta in città, i turisti, gli appassionati d’arte e non solo, in un’estate leccese a regola d’arte contemporanea!!”.