Alexey Morosov – Pontifex Maximus

Napoli - 24/06/2016 : 31/08/2016

La mostra "Pontifex Maximus", concepita appositamente per gli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Napoli dall’artista Alexey Morosov, trova una perfetta location in una delle più importanti collezioni di arte classica del mondo.

Informazioni

Comunicato stampa

La mostra "Pontifex Maximus", concepita appositamente per gli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Napoli dall’artista Alexey Morosov, trova una perfetta location in una delle più importanti collezioni di arte classica del mondo. La mostra, costituita da circa 30 opere plastiche, promossa dal Museo d’Arte Moderna di Mosca con il MANN, con il patrocinino del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, s’ispira sin dal titolo alla cultura e all’iconografia classica, compiendo allo stesso tempo un’operazione di attualizzazione contemporanea


Alexey Morosov, reduce da una personale alla Biennale Internazionale di Mosca, è un ammiratore e un attento studioso dell’iconografia classica, che depura dalle istanze storiche e simboliche per trasformarle in icone contemporanee.
Le sculture esposte nell’atrio centrale del Museo Archeologico posseggono un’armonia formale e compositiva figlia dell’arte classica e di questa mantengono la volontà di rappresentare lo spirito del tempo presente, nascosto dietro il kaos del mondo.
Le opere di Morosov utilizzano l’iconografia e la dimensione formale della tradizione integrandola con elementi contemporanei - spesso tecnologici - che si affrancano in maniera netta da qualsiasi interpretazione pop, contestualizzando le opere stesse in una sorta di dimensione post-apocalittica futura, facendole “raccontare” allo spettatore del presente.
Il tema scelto per la mostra, indicato nel titolo “Pontifex Maximus” (pontefice, dal latino da pons facere, costruttore di ponti) è legato al concetto millenario di ponte nelle sue varie accezioni storiche, mitologiche, letterarie e geopolitiche.

Alexey Morosov (1974) vive e lavora a Mosca. Ha esposto in mostre personali a San Pietroburgo, Singapore, Londra, Parigi, Mosca, Verona, Pietrasanta, Istanbul, affermandosi come uno degli artisti più significativi della scena contemporanea del suo Paese. Laureato presso il Surikov Art Institute, l’Accademia di Stato di Mosca, nel 1999 si è trasferito in Provenza dove ha proseguito i suoi studi sulla scultura. L’anno successivo ha iniziato la sua collaborazione con Timur Novikov, artista e fondatore della New Academy of Fine Art di San Pietroburgo. Il 2003 è stato l’anno di due personali a San Pietroburgo: “Craft Deco_classic” presso la D-137 Gallery e “Craft Deco_academic” presso la stessa Accademia della città. Il suo lavoro è stato esposto nell’ambito di numerose collettive a Mosca, dove è rappresentato dalla Triumph Gallery.
La ricerca di Morosov combina una acuta osservazione dei linguaggi contemporanei con l’idea che la cultura occidentale debba trovare nuove occasioni di interpretazione del suo passato, per riscoprirne sotto una nuova luce i miti e gli immaginari. La sua arte è una costante prova della relazione mai esaurita tra le forme classiche e le innovazioni contemporanee.
http://morosovart.com/

-

ALEXEY MOROSOV. PONTIFEX MAXIMUS
curated by Alessandro Romanini and Kristina Krasnyanskaya

Naples National Archaeological Museum
June 25 – August 31, 2016
Press preview by accreditation June 24, at 12 pm | RSVP [email protected]
opening by invitation June 24, at 7.00 pm

Exhibition by the Russian famous artist Alexey Morosov, a co-production by Moscow Contemporary Art Museum and Naples National Archaeological Museum, with the patronage of Ministero dei Beni Culturali, finds its perfect location, among some of the world most important collections of classic art.
Alexey Morosov, just back from the success obtained with his solo show in the prestigious Moscow International Biennal, has conceived this exhibition especially for the Naples Museum, as a site-specific installation.
Exhibited simultaneously with the great show "Myth and Nature" (showed at the same time in the Museum in Naples and in Pompei), both art shows deal with the same concepts and iconography.
Russian Artist, great admirer and studious of classic culture since his early years in art college, Alexey Morosov has designed and realized a complex of sculptures in order to bridge the classical and the contemporary culture and at the same time east and west culture, as the title of the show highlights.
Morosov fresh back from media clamour stirred by the art works realized for the Lifetime Achievement Award of the International Lucca Film Festival, addressed to great movie directors such as Paolo Sorrentino, William Friedkin and George Romero, titled the exhibition “Pontifex Maximus”, adopting the thousand-years-old concept of bridge (pontifex = bridge builder, from latin pons facere) in its complex and manifold meanings.

Alexey Morosov (born 1974) graduated from the Moscow State Academic Surikov Art Institute (workshop of Lev Kerbel). In 1999 he went to Provence to study classical sculpture and French terracotta. A year later, Alexey started his collaborationwith the artist Timur Novikov, the founder in St. Petersburg of the New Academy of Fine Art. In 2003 Morozov had two solo exhibitions in St. Petersburg: inD-137Gallery — "Craft Deco_classic» and in the New Academy — «Craft Deco_academic". In Moscow the artist’s work has been shown at a number of group exhibitions, and he is represented by Triumph Gallery. In 2011-2012 the solo exhibition of Alexey Morosov presents over 48 sculptures, paintings and graphic works that formed the "Antologia"- resonant author's project. Today, the artist lives and works in Moscow. http://morosovart.com/