Alessio Biagiotti – Wrong Way Go Back

Trevi - 16/03/2013 : 11/05/2013

Il secondo appuntamento di Twenty!, la serie di iniziative dedicate ai vent’anni di Palazzo Lucarini Contemporary, ospita un’articolata mostra personale di Alessio Biagiotti fondata sul concetto di sicurezza stradale come metafora globale.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO LUCARINI CONTEMPORARY - CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via Beato Placido Riccardi 11 - Trevi - Umbria
  • Quando: dal 16/03/2013 - al 11/05/2013
  • Vernissage: 16/03/2013 ore 18,30
  • Autori: Alessio Biagiotti
  • Curatori: Maurizio Coccia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal giovedì alla domenica dalle ore 15:30 alle 18:30. Su prenotazione per visite fuori orario.
  • Biglietti: ingresso libero
  • Patrocini: Organizzazione e logistica: Associazione Culturale “Palazzo Lucarini Contemporary” (Presidente Lucia Genga). Ente patrocinatore: Comune di Trevi Relazioni esterne: Edi Faltoni Con il sostegno di: Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno Main Sponsor: Cancellotti srl, Perugia Sponsor tecnici: - Cantina Terre de la Custodia - Hot Wheels Media partner: Piacere Magazine

Comunicato stampa

Il secondo appuntamento di TWENTY!, la serie di iniziative dedicate ai vent’anni di Palazzo Lucarini Contemporary, ospita un’articolata mostra personale di Alessio Biagiotti fondata sul concetto di sicurezza stradale come metafora globale.

La prima mostra di ampio respiro dell’artista perugino in uno spazio istituzionale, è un calibrato dispositivo che bilancia ricchezza semantica e seduzione visiva. L’intuizione di Biagiotti parte da una riflessione sulla diffusa esigenza di sicurezza che incontriamo in ogni settore della quotidianità


Il modulo-base, l’immagine feticcio, è individuata nel parabrezza, un oggetto che dopo l’urto si smembra ma resta unito, che ci protegge e ci assicura l’incolumità fisica prima e restituisce drammaticità e bellezza subito dopo. In mostra, infatti, troveremo numerosi parabrezza opportunamente modificati. L’impatto visivo (già perentorio, grazie all’intrinseca drammaticità dei vetri infranti) è intensificato dagli sfondi a tinte accese e dalle cornici metalliche. Si tratta, infatti, di un oggetto dotato di bellezza ed eleganza, che la distruzione non intacca, ma carica di profondi significati simbolici: il parabrezza rotto è un monito, è dramma consumato a metà, ma è anche speranza e forza, celebra la resistenza del materiale e della produzione industriale. L’esposizione raggiungerà poi l’apice nella grande installazione ospitata in una delle sale centrali di Palazzo Lucarini. Grazie alla collaborazione con Hot Wheels - il boy brand Mattel specializzato in mini veicoli - oltre 1.500 modellini di automobili, in combinazione con una notevole estensione di parabrezza infranti, andranno a formare un gigantesco ingorgo, una magmatica macchia di colore, per l’esperienza emotiva più intensa e toccante dell’intera mostra.
Data la natura del progetto espositivo, la mostra vivrà anche un’estensione didattica nella collaborazione con alcune scuole locali per la realizzazione di un laboratorio insieme alla sezione didattica di Palazzo Lucarini.

Il nome più conosciuto nel mondo dei giocattoli, Mattel, Inc. (www.mattel.com) è la prima azienda del mondo nel campo della progettazione, produzione e commercializzazione di giocattoli e prodotti per la famiglia, tra cui Barbie®, la bambola più popolare di tutti i tempi. Leader del settore giocattoli, Mattel comprende alcuni dei brand di maggiore successo, come Hot Wheels®, Matchbox®, American Girl®, Radica® e Tyco® R/C, oltre a Fisher-Price®, tra cui Little People®, Power Wheels® e un'ampia schiera di linee di giocattoli per l'intrattenimento.

La rivista FORTUNE ha incluso Mattel nella lista delle “100 Migliori Aziende per le quali Lavorare” per il 2012.

Con sede centrale a El Segundo, California, Mattel offre lavoro a più di 30.000 persone in 43 paesi e vende i suoi prodotti in più di 150 nazioni in tutto il mondo.

L’obiettivo di Mattel è essere sempre la prima Azienda di giocattoli del mondo - oggi e domani.