Alessandro Leon Bertieri – Emozioni della settimana

Carrara - 17/12/2017 : 14/01/2018

La pittura di Alessandro Leon si muove tra ciò che è costruito e ciò che è naturale, tra ciò che è manifesto e ciò che è nascosto

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA DUOMO CARRARA
  • Indirizzo: via Finelli, 22 - Carrara - Toscana
  • Quando: dal 17/12/2017 - al 14/01/2018
  • Vernissage: 17/12/2017 ore 16
  • Autori: Alessandro Leon Bertieri
  • Curatori: Filippo Rolla
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: venerdì e sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.00 o su appuntamento – info cell. 328 37 38 300 oppure 333 1843705.

Comunicato stampa

Domenica 17 dicembre alle ore 16.00 inaugura presso la Galleria Duomo in Via Finelli 22/b a Carrara (MS) la mostra personale di Alessandro Leon Bertieri dal titolo Emozioni della settimana a cura di Filippo Rolla e visibile fino al 14 gennaio 2018 negli orari di apertura al pubblico venerdì e sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.00 o su appuntamento – info cell. 328 37 38 300 oppure 333 1843705.

La pittura di Alessandro Leon si muove tra ciò che è costruito e ciò che è naturale, tra ciò che è manifesto e ciò che è nascosto

Infatti essa non si propone come rappresentazione naturalistica del mondo ma è piuttosto una pittura che abbraccia in un unico sguardo ciò che è visibile e ciò che è invisibile.

I suoi dipinti, tra acrilico e olio, hanno per oggetto il mondo visibile ed il realismo di Alessandro Leon consiste proprio nel rendere visibile ciò che è nascosto con fantasia e creatività, nel mostrare un evento che appartiene al suo mondo interiore.

Si può parlare di una relazione tra il mondo circostante, quello interiore e la mano che insieme gli suggeriscono come affrontare una tela bianca. Quando dipinge ciò a cui aspira è riscoprire quella visione d'insieme di una lezione che a scuola lo ha incuriosito, di un particolar paesaggio o scorcio che ha visto in montagna o al mare, di un cartone animato o film che lo ha colpito, o qualsiasi vissuto che lo ha segnato interiormente in maniera indelebile.

Proprio a partire dal vissuto, un sentire frammentario del reale, da quel ricordo, da quelle emozioni della settimana che porta dentro di sé e non vede l’ora di dipingerle il venerdì a casa dei nonni. Questo è ciò che percepisco nella pittura di Alessandro Leon, il frammento e la sua sfumatura d’insieme. Perché l’insieme e tanto importante quanto il frammento, ed il frammento non è visto come parte di un tutto, ma come realtà in sé.